Dicembre 5, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Putin evoca Pietro il Grande, incontra la guerra in Ucraina

Putin evoca Pietro il Grande, incontra la guerra in Ucraina

Segnaposto durante il caricamento delle azioni dell’articolo

Il presidente Vladimir Putin, che ha spesso invocato la storia per alimentare sentimenti nazionalisti, si è paragonato a Pietro il Grande, l’imperatore che ha ampliato il territorio russo nel XVIII secolo attraverso un conflitto prolungato, in dichiarazioni che hanno sottolineato le sue ambizioni vendicative.

In un discorso agli uomini d’affari russi giovedì – il 350° anniversario della nascita di Pietro – Putin sembrava collegare la sua sanguinosa invasione dell’Ucraina con il passato imperiale della Russia. Putin, la cui città natale San Pietroburgo porta il nome dello zar, ha elogiato la costruzione dell’impero di Pietro e ha suggerito che la terra conquistata dallo zar appartenesse di diritto alla Russia.

Pietro ampliò notevolmente i parametri del suo governo, trasformando la Russia in un impero e dichiarandosi imperatore. A cavallo del 18° secolo, lanciò la Grande Guerra del Nord, un conflitto che durò più di due decenni con l’Impero svedese e si concluse con la conquista da parte della Russia di una parte degli stati baltici.

“cosa era [Peter] lavoro?” Inseriscilo Richiesto Giovedì, secondo l’Associated Press. “Ritirarsi e rinforzarsi. Questo è quello che ha fatto. E sembra che sia toccato a noi riprenderci e consolidarci”. I commenti sono ampiamente visti come un riferimento all’attacco di Putin all’Ucraina, che da tempo considera parte della sfera di influenza russa.

Lo zar che ha ereditato molto popolare Con il pubblico russo, Kyle Wilson, che ha servito come diplomatico australiano in Unione Sovietica, ha affermato di essere l’archetipo del leader autoritario a cui Putin aspirava da tempo.

Wilson ha detto che Putin ha chiarito che “cerca di far rivivere il sogno imperiale russo”. “E l’uomo che ha trasformato la Russia in un impero imperiale è stato Pietro il Grande.”

READ  Cosa devi sapere sulle ondate di calore e perché ti sorprenderanno

Lo zar “vivrà finché vivrà la sua causa”, Putin Giornale britannico, Financial Times In un’intervista del 2019.

Il mito di Putin è stato infranto

Putin ha detto che quasi 1.000 aziende internazionali che si sono ritirate dalla Russia dalla fine di febbraio “se ne pentiranno”. Ha anche notato che l’Occidente rimarrebbe dipendente dalle esportazioni di energia di Mosca per qualche tempo, nonostante gli sforzi concertati per ridurre le importazioni di combustibili fossili dalla Russia all’indomani della guerra.

“È impossibile – capisci – è impossibile costruire una recinzione attorno a un Paese come la Russia”, ha detto Putin.

Il leader russo ha anche osservato che l’occupazione da parte di Pietro del territorio controllato dalla Svezia – ora San Pietroburgo – non era stata inizialmente riconosciuta da altre potenze europee. Ciò sembrava indicare il rifiuto della comunità internazionale di riconoscere il controllo russo della Crimea, la penisola del Mar Nero che Putin ha annesso all’Ucraina nel 2014.

Putin ha cercato a lungo di catturare il passato imperiale della Russia per forgiare un’identità nazionale moderna, ha affermato Lynne Hartnett, professoressa di storia dell’Università di Villanova. Ha scritto Sul Washington Post. Nel 2012, Putin ha invitato i russi a fare i conti con il loro passato e a rendersi conto che hanno “una storia comune e in corso che copre più di 1.000 anni”.

Ma il suo crescente distacco dall’Occidente è in netto contrasto con l’abbraccio di Pietro all’Europa. era lo zar Il primo sovrano russo a visitare i paesi europeiSecondo il Kunstkamera Museum fondato da Peter tre secoli fa. Il monarca russo stabilì relazioni diplomatiche con il continente, ammirò l’arte e la cultura europea e cercò di attirare studiosi europei a vivere in Russia.

READ  Rapporto: le autorità italiane sequestrano yacht russi

Ha anche spostato la sede del potere russo da Mosca a San Pietroburgo per portare il suo impero “geograficamente, economicamente e intellettualmente più vicino all’Europa occidentale”. per me La storica francese Francine Dominique Lichtenhan.