Luglio 15, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

È probabile che i dati economici cinesi dimostrino che la ripresa sta svanendo rapidamente

È probabile che i dati economici cinesi dimostrino che la ripresa sta svanendo rapidamente

PECHINO (Reuters) – Una serie di dati economici provenienti dalla Cina lunedì dovrebbe mostrare che la sua ripresa post-pandemia sta svanendo rapidamente, aumentando le aspettative che Pechino debba svelare presto ulteriori misure di stimolo per sostenere l’attività e scuotere la fiducia dei consumatori. .

Dopo un buon inizio d’anno in seguito all’allentamento delle severe misure relative al COVID-19, i dati recenti hanno indicato una forte perdita di slancio economico a causa della debole domanda interna ed estera e di un prolungato crollo del mercato immobiliare del paese, tradizionalmente caratterizzato da una forte crescita . autista.

Secondo gli economisti intervistati da Reuters, la seconda economia più grande del mondo ha probabilmente gestito una crescita di appena lo 0,5% nel secondo trimestre rispetto a tre mesi prima, su base destagionalizzata.Si prevede che dati separati per giugno mostreranno la produzione industriale e le vendite. e investimento. Continua a raffreddarsi.

Alcuni economisti hanno accusato gli “effetti cicatrizzanti” di anni di rigide misure COVID e restrizioni normative sui settori immobiliare e tecnologico, nonostante i recenti sforzi ufficiali per invertire alcune delle restrizioni per sostenere l’economia.

Con l’aumentare dell’incertezza, le famiglie prudenti e le società private stanno costruendo i propri risparmi e ripagando i debiti piuttosto che effettuare nuovi acquisti o investimenti. La disoccupazione giovanile ha raggiunto livelli record.

Rispetto all’anno precedente, il PIL potrebbe essere cresciuto del 7,3% in aprile-giugno rispetto all’anno precedente, rispetto alla crescita del 4,5% nel primo trimestre, ha affermato un economista.

Tuttavia, tale lettura sarà fortemente distorta da un brusco crollo dell’attività la scorsa primavera, quando parti del paese erano in un paralizzante blocco del COVID-19.

I dati di giovedì hanno mostrato che le esportazioni cinesi sono diminuite del massimo in tre anni a giugno, con un calo del 12,4% su base annua peggiore del previsto, poiché il crollo della domanda globale aggiunge ulteriore pressione all’economia.

READ  Gli acquirenti di generi alimentari Walmart potrebbero ottenere denaro da un accordo di 45 milioni di dollari: NPR

I prezzi delle nuove case sono rimasti invariati a giugno, il risultato più debole di quest’anno, con aumenti a livello nazionale in rallentamento a causa della continua debolezza del settore immobiliare, che rappresenta un quarto dell’attività economica.

I dati all’inizio della settimana hanno mostrato che i prezzi alla produzione sono scesi al ritmo più veloce in più di sette anni a giugno, ei prezzi al consumo hanno oscillato sull’orlo della deflazione.

È probabile che le autorità implementino ulteriori misure di stimolo, tra cui la spesa fiscale per finanziare grandi progetti infrastrutturali, un maggiore sostegno per i consumatori privati ​​e le imprese e un certo allentamento nella politica immobiliare, hanno affermato esperti politici ed economisti. Ma gli analisti dicono che una rapida inversione di tendenza è improbabile.

Un alto funzionario della banca cinese ha dichiarato venerdì che la banca centrale cinese utilizzerà strumenti politici come il coefficiente di riserva obbligatoria e la struttura di prestito a medio termine per affrontare le sfide.

Gli analisti intervistati da Reuters si aspettavano che la banca centrale tagliasse il coefficiente di riserva obbligatoria delle banche di 25 punti base nel terzo trimestre, liberando più denaro da prestare, mantenendo costanti i tassi di prestito di riferimento.

La banca centrale ha abbassato la percentuale di liquidità che le banche devono detenere come riserve a marzo.

La Cina ha anche tagliato i suoi tassi sui prestiti di riferimento di un modesto 10 punti base a giugno, il primo taglio di questo tipo in 10 mesi.

Ma è probabile che la banca centrale diffida di ulteriori tagli dei tassi sui prestiti. Gli analisti hanno affermato che la riluttanza a prendere in prestito tra società private e famiglie significa che il continuo allentamento potrebbe danneggiare le banche già alle prese con la pressione sui margini.

READ  Tesla aumenta il piano di spesa, rivela una nuova citazione sul tweet di Musk del 2018

Un forte allentamento potrebbe anche portare a ulteriori deflussi di capitali dai mercati finanziari in difficoltà della Cina e mettere sotto pressione la valuta yuan, che recentemente è scivolata al minimo di otto mesi.

(Segnalazione di Kevin Yao). Montaggio di Kim Coghill

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.