Home Android Google I/O 2017: le migliori novità di Android O!

Google I/O 2017: le migliori novità di Android O!

0

Quella di ieri è stata una serata densa di novità per il mondo Android, e come avrete sicuramente visto seguendo il nostro live blog, Dave Burke (il VP Engineer di Android) ha annunciato al pubblico alcune delle novità che caratterizzeranno la versione O del robottino verde.

Il Keynote si è concentrato sul Machine Learning, ma c’è stato comunque spazio per discutere di alcune interessanti funzioni che saranno aggiunte al nostro caro Android.

Autofill per il login nelle app

E’ uno script che conoscerete da Google Chrome e permette di completare in modo automatico i form (per esempio quelli di login). Con Android O lo avremo anche all’interno delle app!

Notification dot

Sono dei piccoli pallini all’interno delle icone sulla home che ci mostreranno quando abbiamo delle notifiche all’interno di un app. Con una pressione prolungata (sul modello Force Touch) apparirà una preview della notifica in un fumetto.

Selezione intelligente del testo

Nomi, Indirizzi e numeri di telefono potranno essere selezionati con un doppio tap anche premendone solo una parte; il software capirà il contesto e selezionerà la parte giusta. Vi verranno presentate anche alcune opzioni “smart” come ad esempio, l’icona di Maps per gli indirizzi oppure il telefono per i numeri.

Tempi di Boot dimezzati

Usando come parametro il tempo di lancio delle app e di boot dei Pixel, passando da Android N ad O, i tempi si sono addirittura dimezzati!

Background Limit

Sono state introdotte nuove restrizioni alle attività in background per preservare l’autonomia (un evoluzione del sistema Doze?!).

Abbiamo però ancora novità riguardanti la sicurezza in Android O:

Google Play Protect

Sostanzialmente si tratta di un insieme di servizi che vanno dal ritrovare lo smartphone smarrito alla scansione delle app. Non solo verranno ispezionate le app presenti sul Play Store, ma anche quelle sui vari dispositivi, per individuare con maggior precisione quelle dannose.

L’app “gestione del mio dispositivo” cambia nome, diventando Find my device, rinnovandosi completamente dopo oltre due anni di immobilità.

Play Protect si occuperà anche di bloccare l’accesso a siti malevoli (o avvisare l’utente del pericolo).

Se già queste possono sembrare succose novità, in mezzo sono stati anche annunciati (finalmente) i font scaricabili e nuove emoji.

Download beta

Se volete provare la beta di Android O, è disponibile sul sito ufficiale per i cari Nexus 5X, 6P, Player oltre che per Pixel, Pixel XL e C. Ovviamente l’installazione dovrà essere manuale.

Link per download della Beta

Restate sintonizzati per avere altre notizie sul Google I/O e non solo! Abbiamo anche parlato del nuovo Google Lens

Stay Pure, Grow The Google Experience!

Mattia Delpopolo
Faentino, Classe '96 malato di tecnologia già dai primi vagiti, tutto ciò che ha a che fare col mondo Android per me non ha segreti. Faccio dell'Ironia il mio cavallo di battaglia.