Maggio 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Crollo dell'accordo di condivisione del potere tra il Partito nazionale scozzese e i Verdi scozzesi

Crollo dell'accordo di condivisione del potere tra il Partito nazionale scozzese e i Verdi scozzesi

  • Scritto da Mary McCall e Craig Williams
  • Notizie della BBC Scozia

Spiegazione video, I Verdi scozzesi affermano che la fine della condivisione del potere dimostra che l’SNP “cede alle forze reazionarie”

Il Primo Ministro ha posto fine all'accordo di condivisione del potere tra il Partito nazionale scozzese e i Verdi scozzesi.

La mossa fa seguito alla decisione del governo di eliminare gli obiettivi climatici e di interrompere temporaneamente la prescrizione di farmaci che bloccano la pubertà ai minori di 18 anni.

I conservatori hanno detto che voteranno di sfiducia nei confronti del primo ministro Humza Yousaf.

Ciò potrebbe avvenire già la prossima settimana e Youssef dovrà affrontare le chiamate alle elezioni.

L’SNP è ora un governo di minoranza e dovrà ottenere il sostegno dei membri del movimento LGBT dell’opposizione per far approvare la sua piattaforma dal Parlamento scozzese.

Il Partito nazionale scozzese detiene 63 seggi su 129 a Holyrood, due seggi sotto la maggioranza generale, mentre il Partito dei Verdi ha sette seggi, i conservatori scozzesi 31 e il partito laburista 22.

In caso di parità, il Presidente del Parlamento dovrebbe sostenere lo status quo.

L'ex membro del Partito nazionale scozzese Ash Regan ora è membro del partito ALBA.

Si dice che stia scrivendo al Primo Ministro esponendo le sue preoccupazioni sulle priorità del governo scozzese e chiedendo se ci sono aree in cui il suo partito e l'SNP possono lavorare insieme.

Alex Salmond, ex primo ministro e leader del partito ALBA, ha detto che Youssef ha reso Reagan “il membro più potente del parlamento scozzese”.

“Le generazioni future sono esaurite”

La conclusione dell'accordo sulla Boat House è iniziata con un incontro mattutino tra Youssef e i co-leader dei Verdi scozzesi, Patrick Harvey e Lorna Slater.

Sono stati visti uscire dalla Boat House, la residenza ufficiale del Primo Ministro a Edimburgo, prima di una riunione di emergenza del gabinetto.

Il primo ministro Humzah Yousaf ha affermato di aver formalmente notificato alla signora Slater e al signor Harvey che l’accordo – firmato dalle parti dopo le elezioni di Holyrood nel 2021 – era stato risolto.

I due politici verdi hanno immediatamente lasciato i loro posti ministeriali minori, che ricoprivano in cambio del sostegno del loro partito al governo guidato dall'SNP.

I Verdi in seguito dissero che l'SNP aveva “svenduto le generazioni future”.

Spiegazione video, Crollo dell’accordo di condivisione del potere tra SNP e Verdi

Il portavoce del Primo Ministro ha detto che Yusuf ha informato il suo gabinetto sulla situazione alle 8:30 per un'ora e che i suoi colleghi “hanno sostenuto con entusiasmo la situazione”, picchiando sul tavolo per mostrare il loro sostegno.

Successivamente, in una conferenza stampa alla Boat House, Youssef ha ringraziato i suoi ex colleghi per il loro contributo al governo scozzese e ha chiarito che l’SNP intende lavorare con i Verdi “dove possibile” e “nell’interesse nazionale”.

Ha affermato: “L'accordo sulla Boat House mira a fornire stabilità al governo scozzese e ha consentito di raggiungere una serie di risultati”.

“Ma ha raggiunto il suo scopo, poiché non garantisce più una stabilità in Parlamento.

“Gli eventi degli ultimi giorni lo hanno reso chiaro e quindi, dopo un’attenta considerazione, credo che sia nell’interesse del popolo scozzese seguire un accordo diverso”.

Harvey aveva precedentemente detto che si sarebbe dimesso da co-leader se il partito avesse votato per porre fine all’accordo, ma giovedì ha detto che la sua posizione sarebbe stata discussa un altro giorno.

Parlando ai giornalisti nell'atrio del Parliament Garden, Harvey ha affermato che la decisione del Primo Ministro rappresenta una “completa svolta rispetto agli ultimi giorni”.

Alla domanda se il partito coopererà con il governo nella negoziazione del prossimo bilancio di Holyrood, ha risposto: “Pensa che l’attuale governo rimarrà in carica per il prossimo bilancio?”

Spiegazione video, I co-leader dei Verdi scozzesi Lorna Slater e Patrick Harvey hanno visto partire la Boat House.

In una dichiarazione dai toni forti, Slater ha descritto la risoluzione dell’accordo Boathouse come un “atto di codardia politica da parte dell’SNP” e ha accusato il partito di “svendere le generazioni future”.

Ha anche detto di essere fiduciosa che i membri del Partito dei Verdi avrebbero sostenuto la permanenza del partito al governo se il voto fosse avvenuto.

Ha detto: “Né loro né i membri dell'SNP avranno questa opportunità. Invece, le forze più reazionarie e reazionarie all'interno del partito del Primo Ministro lo hanno costretto a fare il contrario di ciò che lui stesso ha detto fosse nell'interesse della Scozia”.

“Al contrario, come co-leader dei Verdi scozzesi eravamo pronti a mettere in gioco la nostra carriera politica con i nostri membri, per difendere i nostri risultati nel governo, nonostante abbiamo sopportato tutto ciò che i membri dell’SNP e altri ci hanno lanciato contro”.

Il rapporto tra i due partiti è giunto al culmine in seguito all’annuncio della settimana scorsa da parte del segretario per l’energia del Partito nazionale scozzese, Mairi MacAllan, che l’obiettivo scozzese di ridurre le emissioni di carbonio del 75% entro il 2030 rispetto ai livelli del 1990 era fuori portata e sarebbe stato accantonato.

Ciò ha fatto arrabbiare molti membri di base del Partito dei Verdi.

Il signor Harvey ha detto che c’è “scontento” nel partito per il trasferimento e che i giovani trans potrebbero “ora non ricevere le cure di cui hanno bisogno”.

Sabato il Primo Ministro ha dichiarato di apprezzare l’accordo di condivisione del potere con il Partito dei Verdi, aggiungendo: “Penso che abbiamo ottenuto molto insieme al governo e voglio continuare a ottenere molto”.

Quando gli è stato chiesto se potrebbe presto guidare un governo di minoranza, Youssef ha risposto: “Non credo che sarà così”.

Fonte immagine, Twitter/Reuters

Commenta la foto, Il Primo Ministro con i co-leader del Partito dei Verdi Patrick Harvey e Lorna Slater

Intervenendo durante le interrogazioni del Primo Ministro giovedì, i Verdi del MSP sono rimasti seduti in silenzio con la testa chinata mentre Youssef difendeva il record bipartisan del governo.

Il leader del Partito conservatore scozzese Douglas Ross ha accusato il Primo Ministro di “farsi prendere dal panico prima che il Partito estremista dei Verdi potesse liberarsi di lui” e ha detto che avrebbe presentato un voto di sfiducia al Primo Ministro.

Non è ancora noto se i Verdi sosterranno Ross nel voto di sfiducia, che avrà luogo al più presto la prossima settimana.

Ross ha detto che Yousuf “ha abbandonato la piattaforma su cui si trovava”, aggiungendo: “Afferma che ora è un nuovo inizio, ma in realtà è l'inizio della fine. Hamza Yousuf non è un primo ministro zoppo?”

“Deboli, divisi e incompetenti”

Il leader laburista scozzese Anas Sarwar ha detto che è ora di “porre fine a questo circo” e ha chiesto le elezioni.

“Le sfide che il nostro Paese deve affrontare non sono mai state così grandi, ma il governo scozzese non è mai stato così povero e la sua leadership non è mai stata così debole”, ha affermato.

“Il popolo scozzese può vedere che l'SNP ha perso la strada: debole, diviso e incompetente. Ha messo il partito a spese del Paese”.

Anche i liberaldemocratici scozzesi hanno affermato di volere le elezioni.

Harvey ha detto al Parlamento che l'SNP non può più fare affidamento sui voti dei Verdi in Parlamento, e ha chiesto a Youssef chi secondo lui fosse più felice: Ross, il ribelle dell'SNP Fergus Ewing o Alex Salmond, l'ex leader dell'SNP e primo ministro che guida… Ora la festa dell'Alba.

Ha detto: “Su chi di loro pensano di poter contare adesso per ottenere la maggioranza in Parlamento?”

Spiegazione video, Il potere decisionale in Parlamento “è nelle mani del partito ALBA”.

L'ex candidata alla leadership dell'SNP Kate Forbes – una critica aperta alla partnership SNP-Verdi – ha dichiarato di essere eletta presidente. L’ampia tenda rappresenta la nazione”.

Ha aggiunto: “Tra tutte le opinioni divergenti nel Partito nazionale scozzese su questa decisione [the Bute House Agreement] Da parte del Segretario di Stato, di cui alcuni erano felicissimi e altri frustrati, faremmo bene a ricordare i nostri obiettivi principali: servire il popolo scozzese, porre fine alla disuguaglianza, sradicare la povertà, governare bene e lottare per la prosperità, come altri indiani nazioni.

La deputata dell'SNP Joanna Cherry, un'altra critica dell'accordo Boathouse, ha affermato che la conclusione dell'accordo rappresenta una “enorme opportunità” per ripristinare l'agenda dell'SNP nel governo.

Ha pubblicato su

L'ex primo ministro scozzese e leader dell'ALBA Alex Salmond ha affermato che Humza Yousaf ha reso l'ALBA Ash Reagan “il movimento comunitario più potente nel parlamento scozzese”.

Parlando alla BBC dopo il fallimento dell'accordo di condivisione del potere tra il Partito nazionale scozzese e i Verdi, Salmond ha detto che il Primo Ministro è riuscito a sconvolgere tutti i partiti di opposizione a Holyrood.

La signora Regan, l'unico membro LGBT di Alba, sta scrivendo al Primo Ministro esponendo le sue preoccupazioni sulle priorità del governo scozzese e chiedendo se ci sono aree in cui il suo partito e l'SNP possono lavorare insieme, prima di qualsiasi voto di fiducia.

Il governo nazionale scozzese non è in grado di garantire la vittoria di Youssef nel voto di fiducia, che dovrebbe svolgersi la prossima settimana.

Se tutti gli MSP dell’opposizione unissero le forze contro il Primo Ministro, questi perderebbe.

A rigor di termini, questo voto non è vincolante, ma politicamente sarebbe costretto a dimettersi in un modo o nell'altro.

Il Parlamento avrà poi 28 giorni per concordare un successore, altrimenti verranno indette elezioni anticipate.

Come può il signor Youssef evitare questo scenario?

Se i Verdi si calmassero nel corso della prossima settimana e scegliessero di astenersi piuttosto che votare contro – o se qualcuno dei membri dell’opposizione MSP potesse essere convinto a cambiare la propria posizione.

L’SNP ha 63 MSP. I loro avversari hanno ricevuto 65 voti. Un passaggio al governo potrebbe risultare in un pareggio poiché ci si aspetterebbe che il Presidente (l’equivalente del Presidente della Camera dei Comuni) non sostenga alcun cambiamento.

Si prevede che Ash Regan, MSP di Alba, scriva al Primo Ministro delineando i termini del suo sostegno.

Senza il suo voto, o senza che almeno due membri del MSP si astengano dal voto o dall’inazione, la sopravvivenza politica di Hamza Yusuf sarà in serio dubbio.

READ  I golpisti del Gabon nominano il generale Brice Olegoy Nguema come nuovo leader