Maggio 20, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Lo Starliner della Boeing si sta preparando per uno storico lancio di astronauti dopo un ritardo di anni

Lo Starliner della Boeing si sta preparando per uno storico lancio di astronauti dopo un ritardo di anni

Iscriviti alla newsletter scientifica Wonder Theory della CNN. Esplora l'universo con notizie di scoperte affascinanti, progressi scientifici e altro ancora.



CNN

Dopo anni di ritardi e una vertiginosa serie di contrattempi durante i voli di prova, la navicella spaziale Starliner della Boeing è finalmente pronta per il suo primo lancio con equipaggio.

La missione partirà dalla Florida il 6 maggio e trasporterà gli astronauti della NASA Sonny Williams e Butch Wilmore sulla Luna. Stazione Spaziale Internazionalesegnando quella che potrebbe essere una vittoria storica tanto attesa per l'assediato programma Starliner.

“La progettazione e lo sviluppo sono difficili, soprattutto con un veicolo spaziale umano”, ha detto Mark Nappi, vicepresidente e responsabile del programma Starliner della Boeing, durante una conferenza stampa giovedì. “Ci sono state una serie di cose sorprendenti lungo il percorso che abbiamo dovuto superare. … Ha sicuramente reso la squadra molto forte. Sono molto orgoglioso del modo in cui hanno superato ogni problema che abbiamo avuto e ci hanno portato fino a questo punto .”

I funzionari della Boeing e della NASA hanno deciso giovedì di procedere con il tentativo di lancio in meno di due settimane. Tuttavia, ha affermato Ken Bowersox, amministratore associato della NASA Direzione della missione delle operazioni spazialiHa sottolineato che il 6 maggio “non è una data magica”.

Ha aggiunto: “Lanceremo quando saremo pronti”.

In caso di successo, la nave Starliner si unirà La navicella spaziale Crew Dragon di SpaceX Nei viaggi di routine alla stazione spaziale, mantenendo la stazione orbitale piena di astronauti della NASA e delle sue agenzie spaziali partner.

Uno scenario del genere, in cui sia la Crew Dragon che la Starliner volano regolarmente, è uno scenario che l’agenzia spaziale statunitense attendeva da tempo.

“Questa è la storia in divenire”, ha detto l'amministratore della NASA Bill Nelson dell'imminente missione Starliner durante un volo del 22 marzo. Conferenza stampa. “Siamo ora nell’età d’oro dell’esplorazione spaziale”.

SpaceX e Boeing hanno sviluppato i loro veicoli sotto la supervisione della NASA Programma per l'equipaggio commerciale,Collegamento con appaltatori del settore privato. Fin dall'inizio l'agenzia spaziale mirava a far sì che le due società operassero contemporaneamente. Sia la navicella Crew Dragon che la navicella Starliner fungeranno da backup l'una per l'altra, dando agli astronauti la possibilità di continuare a volare, anche se problemi tecnici o altri contrattempi bloccano una navicella spaziale.

READ  Una città su Marte: la realtà uccide i sogni di insediamento nello spazio

Tuttavia, la NASA inizialmente non aveva previsto che la navicella spaziale Crew Dragon di SpaceX avrebbe operato da sola per circa quattro anni prima che lo Starliner di Boeing raggiungesse il suo primo volo di prova con equipaggio.

Nei primi giorni del programma, che Concesso Nei contratti SpaceX e Boeing del 2014, la NASA ha favorito Boeing – un partner stretto risalente alla metà del 20° secolo – rispetto a SpaceX, che l’agenzia federale considerava un Relativamente giovane e lunatico.

Visione di Boeing, SpaceX e NASA

Recentemente, nel 2016, la NASA stava pianificando il suo programma con l'idea che… Starliner batterà Crew Dragon sulla rampa di lancio.

Ma la corsa tra Boeing e SpaceX ha preso una svolta netta entro il 2020. È pieno di errori Un volo di prova dello Starliner l’anno precedente aveva costretto la NASA e i funzionari della Boeing a cercare di capire cosa fosse andato storto. Il veicolo Starliner non attraccò alla stazione spaziale durante quella missione a causa di problemi software, incluso un problema con l'orologio interno della navicella, che era Spento per 11 ore.

Nel frattempo, SpaceX ha fatto la storia nel maggio 2020 con il lancio del suo volo di prova Demo-2, che ha trasportato gli astronauti Bob Behnken e Doug Hurley in una missione di due mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale.

Da allora, il veicolo Crew Dragon di SpaceX ha effettuato voli di routine, trasportato astronauti della NASA e persino pagato clienti e turisti. La navicella spaziale ha finora effettuato 13 missioni con equipaggio in orbita.

Tuttavia, Boeing ha trascorso diversi anni alle prese con una serie di sfide, incluso un elenco di problemi rivelati nel 2022 durante il volo della navicella spaziale. Secondo volo di prova senza pilota. Anche la divisione aerei commerciali della Boeing ha dovuto affrontare una serie di scandali, incluso uno 737 Crisi massima Recenti problemi di controllo qualità sono stati evidenziati dopo l'esplosione del tappo di una porta durante un'operazione Volo dell'Alaska Airlines A gennaio, il che ha danneggiato il marchio dell'azienda.

I funzionari della NASA hanno persino ammesso, a un certo punto del 2020, di aver rivolto un maggiore controllo a SpaceX e ai suoi metodi non convenzionali, mentre i problemi con il veicolo Starliner della Boeing erano passati inosservati.

“Probabilmente non abbiamo coinvolto in questo processo così tante persone come avremmo dovuto”, ha detto Steve Stich, direttore del Commercial Crew Program della NASA, in una conferenza stampa del luglio 2020.

“Quando un fornitore (SpaceX) ha un approccio più nuovo rispetto a un altro, è spesso naturale per un essere umano dedicare più tempo a quell'approccio più nuovo, e potremmo non aver dedicato il tempo di cui avevamo bisogno con l'approccio più tradizionale (di Boeing).”

La divisione spaziale della Boeing opera separatamente dal suo team di aviazione commerciale, e i funzionari della NASA e del colosso aerospaziale statunitense si sforzano regolarmente di ottenere questa distinzione.

I funzionari della NASA hanno anche spiegato che stanno lavorando a stretto contatto con Boeing come mai prima d'ora, con dipendenti a terra presso le strutture Boeing che supervisionano alcune delle riparazioni che la società ha in atto prima del prossimo volo Starliner.

“Questa è una capacità importante per la NASA. Abbiamo firmato per farlo, e lo faremo e ci riusciremo”, ha detto Nappi giovedì. “Non ci penso in termini di ciò che è importante per Boeing per quanto ci penso in termini di ciò che è importante per questo programma.

Tuttavia, Boeing e la NASA avevano una lunga lista di problemi da affrontare.

Durante l'ultimo test di volo nel 2022, ad esempio, gli ingegneri hanno scoperto che le linee di sospensione nel tettuccio dello Starliner avevano una soglia di guasto inferiore a quanto inizialmente previsto.

Gli ingegneri della NASA e della Boeing hanno testato una soluzione a questo problema all'inizio di quest'anno, ma i paracadute rimarranno al centro della loro attenzione mentre lavorano su alcuni controlli dell'ultimo minuto prima del decollo, ha detto Stitch giovedì.

Parte del nastro utilizzato anche per proteggere i cablaggi elettrici si è rivelato infiammabile e, secondo Nappi, Boeing ha dovuto rimuovere e sostituire quasi un miglio di materiale.

La Boeing potrebbe dover riprogettare alcune valvole della navicella a causa di problemi di corrosione. Tuttavia, questo aggiornamento non dovrebbe essere implementato prima del secondo volo con equipaggio, previsto per il 2025, al più presto.

Per il volo inaugurale con equipaggio di maggio, Boeing utilizzerebbe invece “mitigazioni perfettamente accettabili” che impedirebbero alle valvole di bloccarsi, ha detto Nappi a marzo.

Starliner e sicurezza

Nonostante la lunga strada verso la piattaforma di lancio, le due persone al centro della prima missione Starliner con equipaggio – Williams e Wilmore, entrambi astronauti di lunga data della NASA – hanno detto quando sono arrivati ​​al sito di lancio di essere più fiduciosi che mai.

“Vogliamo che il pubblico pensi che sia facile, ma non lo è: è molto difficile”, ha detto Wilmore dopo essere arrivato giovedì al sito di lancio dello Starliner in Florida. “Non saremmo qui se non fossimo pronti. Siamo pronti. La navicella spaziale è pronta e le squadre sono pronte.”

Wilmore menzionato in A Conferenza stampa di marzo Non si aspetta che la navicella spaziale Starliner entri in alcuna “modalità di guasto”.

“Ma se succede qualcosa – poiché siamo tutti umani, non possiamo costruire le cose perfettamente – se succede qualcosa, abbiamo diverse modalità di downgrade”, ha detto durante la conferenza. Conferenza stampariferendosi a modalità che danno agli astronauti la possibilità di avere un maggiore controllo manuale del veicolo spaziale se qualcosa non va come previsto.

“Non saremmo seduti qui se non ci sentissimo – e lo diciamo alle nostre famiglie – fiduciosi in questo veicolo spaziale e nelle nostre capacità di controllarlo”, ha detto Williams durante un evento giornalistico a marzo.

“Ho piena fiducia non solo nelle nostre capacità e nelle capacità del veicolo spaziale, ma anche nel nostro team di controllo missione, che è pronto per la sfida”, ha aggiunto durante la conferenza stampa giovedì in Florida.