Febbraio 2, 2023

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Putin insiste che il 99,9% dei russi è disposto a “sacrificare tutto”

presidente russo Il presidente russo Vladimir Putin Ha detto che il 99,9 per cento dei russi sarebbe disposto a sacrificare la propria vita per il bene del paese durante l’invasione in corso dell’Ucraina da parte di Mosca.

Putin ha parlato della questione durante un’intervista con il giornalista Pavel Zarubin durante il giorno di Natale, Radio Russia-1 da Mosca. Il leader russo si è detto rassicurato dall’impegno del suo popolo negli ultimi mesi e “durante l’intera storia dell’esistenza della Russia”, secondo un rapporto dell’agenzia di stampa statale Tass di domenica.

“Per la maggior parte – il 99,9% – dei nostri compatrioti, la nostra gente che è pronta a sacrificare tutto per il bene della Patria, questo non mi sembra insolito”, ha detto Putin. Ma mi assicura ancora una volta che la Russia è un paese speciale e ci sono persone speciali.

E quando è stato messo sotto pressione contro coloro che agiscono in contrasto con i suoi obiettivi, il presidente russo li ha respinti, dicendo che non erano “veri patrioti”, ma ha affermato il loro diritto alla “libertà di scelta”.

Il presidente russo Vladimir Putin durante la messa di Natale. Il leader russo ha dichiarato durante un’intervista del giorno di Natale che il 99,9 per cento dei russi è disposto a sacrificare la propria vita per il paese a causa dell’invasione in corso dell’Ucraina da parte di Mosca.
MICHAEL KLEMENTEV/RIA Novosti/AFP via Getty Images

“Non c’è nulla di sorprendente nel fatto che alcune persone non si siano comportate come veri patrioti”, ha detto Putin. “Perché in ogni società ci sono sempre persone che pensano ai propri interessi, cioè ai propri piani. E, a dire il vero, non li giudico. Ognuno ha libertà di scelta”.

READ  Il presidente ucraino Zelenskyj esorta all'unità europea. I riservisti russi hanno subito pesanti perdite

Sebbene il leader russo non abbia specificato quali comportamenti considerasse contraddittori rispetto ai suoi piani, la Russia stava affrontando una notevole ondata di diserzioni tra i suoi sforzi per mobilitare le forze a favore. la sua invasione dell’Ucraina. Alla fine di settembre, di fronte a gravi battute d’arresto militari, Putin ha annunciato la prima mobilitazione parziale della Russia dalla seconda guerra mondiale nel tentativo di rafforzare i ranghi del suo esercito.

in risposta, Più di 370.000 uomini russi sono fuggiti dalle loro case Entro il 4 ottobre negli stati vicini per evitare la coscrizione. Il solo Kazakistan ha affermato all’epoca di aver visto circa 200.000 persone entrare nei suoi confini per questo motivo, mentre altri si sono diretti anche in Finlandia, Georgia e Mongolia. Cercato da Newssettimana Hanno anche rilevato un aumento del traffico a 6 miglia di distanza diretto alla Georgia il giorno dopo che Putin ha annunciato la mobilitazione.

“Ciò a cui stiamo attualmente assistendo sono sforzi di mobilitazione molto disordinati e impopolari che sono praticamente destinati a fallire”, ha affermato Joel Heckman, vicedirettore del Programma transatlantico di difesa e sicurezza presso il Center for European Policy Analysis (CEPA). precedente dichiarazione a Newssettimana. “Mentre centinaia di migliaia di russi giovani e sani fuggono attraverso i confini della Russia, ci sono segnalazioni di migliaia di uomini anziani con numerosi problemi di salute trasportati nei centri di reclutamento più vicini”.

Nonostante questo passo indietro, il Cremlino ha dichiarato entro la fine di ottobre che i suoi sforzi per mobilitare 300.000 nuove truppe si erano concretizzati. Tuttavia, il caos ha continuato a rovinare lo sforzo, con segnalazioni di uomini inviati in prima linea con poco o nessun addestramento o equipaggiamento.

READ  Terremoto in Indonesia: la ricerca è in corso mentre un terremoto di magnitudo 5.6 uccide dozzine a West Java

Newssettimana Contatta gli esperti di politica estera per un commento.