Settembre 21, 2023

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite si è aperta con un mondo in crisi, ma ha partecipato solo una delle cinque maggiori potenze mondiali

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite si è aperta con un mondo in crisi, ma ha partecipato solo una delle cinque maggiori potenze mondiali

Nazioni Unite – “Goccia dopo goccia, il veleno della guerra sta infettando il nostro mondo”, ha affermato il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres, aprendo l’incontro annuale a cui partecipano 193 paesi dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Con il mondo di fronte a lei Il maggior numero di conflitti violenti Dal 1945 – soffrendo le conseguenze dell’invasione russa dell’Ucraina nel 2022 e il conseguente aumento dei prezzi dei prodotti alimentari, nonché Registrare le temperatureDisastri climatici, numeri senza precedenti di migranti e richiedenti asilo che attraversano i confini in cerca di una vita migliore: l’agenda è scoraggiante.

Martedì il presidente Biden parlerà lì, ma i leader di quattro dei cinque membri permanenti con potere di veto nel Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite – Gran Bretagna, Francia, Russia e Cina – saranno vistosamente assenti. Quindi, fino a che punto possono sperare di arrivare le Nazioni Unite?

Dei 193 Stati membri dell’ONU, 145 invieranno i loro capi di Stato o di governo all’Assemblea Generale – ma dei cinque membri fondatori permanenti del Consiglio di Sicurezza, solo Biden sarà a New York questa settimana.

Il presidente cinese Xi Jinping e il presidente russo Putin partecipano raramente Personalmente (Entrambi si sono rivolti virtualmente alla manifestazione durante la pandemia.) Quest’anno il presidente francese Emmanuel Macron e il primo ministro britannico Rishi Sunak non hanno partecipato.

“Mentre Sunak (Regno Unito) e Macron (Francia) hanno una scusa” – Visite di re Carlo III FRANCIA QUESTA SETTIMANA — “Penso che la loro assenza sia indicativa di ciò”, ha detto a CBS News Richard Gowan, direttore delle Nazioni Unite per l’International Crisis Group. “Tuttavia, penso che l’Assemblea Generale sia una buona opportunità per Biden [U.S. Secretary of State Antony] Blinken lavorerà per rafforzare le relazioni degli Stati Uniti con i leader non occidentali durante l’assenza di Xi e Putin.

Molti esperti ritengono che la competizione tra Stati Uniti e Cina per gli alleati in quello che viene spesso definito il “Sud del mondo” abbia minato la capacità delle Nazioni Unite di riunire le parti per trovare soluzioni ai problemi collettivi più urgenti del mondo.

L’ambasciatrice americana alle Nazioni Unite Linda Thomas ha dichiarato: “Non vedo la prossima settimana come una competizione tra grandi potenze. Il nostro obiettivo è sostenere i paesi piccoli, far loro sapere che siamo impegnati nei loro confronti come lo siamo sempre stati. ” Greenfield ha detto ai giornalisti prima degli incontri.

Anche il primo ministro indiano Narendra Modi, che ha guidato il recente vertice regionale e si è recentemente recato in Cina, non sarà presente.

“Anche senza Xi e Modi alle Nazioni Unite, ci sono un buon numero di leader non occidentali che parleranno con forza a nome del mondo in via di sviluppo”, ha detto Guan, citando il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva, che dovrebbe usare il suo discorso. A dare una spinta decisiva per riequilibrare l’ordine globale è il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa, che probabilmente adotterà lo stesso approccio.

Ha anche affermato che anche i leader dei piccoli paesi possono avere un’influenza significativa nell’Assemblea Generale. Un esempio è il primo ministro delle Barbados Mia Mottley – potenziale candidata a prossimo segretario generale – che ha utilizzato la sua recente apparizione alle Nazioni Unite per chiedere riforme del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale.

“Le persone si aspettano che i loro leader trovino una via d’uscita da questo caos”, ha detto Guterres.

Il Segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres rilascia una dichiarazione presso la sede delle Nazioni Unite a New York City, il 18 settembre 2023.

Mike Segar/Reuters


L’invasione dell’Ucraina da parte della Russia e i continui bombardamenti sui civili saranno l’obiettivo principale dell’evento di quest’anno perché il presidente ucraino Volodymyr Zelensky sarà al centro della scena nella guerra in corso. Questo segue Mosca Annullamento dell’accordo sull’esportazione di grano sostenuto dalle Nazioni Unite Ciò ha causato crisi alimentari nei paesi in via di sviluppo.

Zelenskyj avrà molte opportunità per lanciare il suo appello al sostegno del mondo durante questo viaggio, anche alle Nazioni Unite e a Washington, dove si dirigerà. Incontra il presidente Biden Giovedì.

Zelenskyj In “60 Minutes” su CBS News domenica sulle atrocità subite dai civili nel suo paese.

Ha aggiunto: “Se l’Ucraina cade, cosa succederà tra dieci anni? Pensateci. Se l’Ucraina cade”. [the Russians] Arrivo in Polonia, quale sarà il prossimo passo? Terza Guerra Mondiale?” Ha detto Ge l’intervista. “Stiamo difendendo i valori del mondo intero. E questo è il popolo ucraino che sta pagando il prezzo più alto. Stiamo davvero lottando per la nostra libertà e stiamo morendo… Stiamo lottando per uno Stato nucleare che minaccia di distruggere.” il mondo.”


Volodymyr Zelenskyj: intervista di 60 minuti 2023

Zelenskyj ha anche insistito sul fatto che l’Ucraina non prenderebbe in considerazione la possibilità di cedere territori in cambio di un accordo di pace con la Russia.

Tuttavia, l’esperto delle Nazioni Unite Guan afferma che “Zelenskyj deve stare attento”, affermando che “anche coloro che simpatizzano con l’Ucraina vogliono vedere colloqui di pace il prima possibile”.

Un’altra questione urgente davanti alle Nazioni Unite in questo momento è lo sfollamento forzato di persone in tutto il mondo, che ha raggiunto quest’anno il nuovo record di 110 milioni di persone, causando un afflusso di rifugiati, ha detto domenica all’ONU l’Alto Commissario per i rifugiati Filippo Grandi. Quartier generale, rifugiati. Dall’Africa, dall’Asia e dall’America Latina.

Anche l’insicurezza alimentare è una delle priorità all’ordine del giorno, con l’aspettativa che il vertice di lunedì sugli obiettivi globali possa portare a nuovi impegni.

“Il numero di persone che non hanno abbastanza cibo a livello globale è ai livelli più alti della storia moderna”, ha affermato il Programma alimentare mondiale delle Nazioni Unite. Il suo amministratore delegato, Cindy McCain, ha affermato che 700 milioni di persone “non sanno quando – o se – mangeranno di nuovo”.

Non molti diplomatici si aspettano progressi questa settimana dalle Nazioni Unite.

“Dobbiamo dire no all’ostruzione del confronto, alle politiche di potere o ai doppi standard”, ha detto l’ambasciatore cinese all’ONU Zhang Jun. “Se la prossima Assemblea generale saprà impostare la giusta direzione e ricostruire la fiducia delle persone nelle Nazioni Unite, sarà più facile affrontare il problema tutte le altre questioni.” Notizie CBS domenica.

Alcuni esperti ritengono che la concentrazione presso le Nazioni Unite sia diventata più difficile che mai.

“Le Nazioni Unite sono alla deriva, ma non è colpa loro – ha detto Guan – Guterres ha un’agenda ambiziosa e ponderata per l’organizzazione, enfatizzando questioni come la regolamentazione dell’intelligenza artificiale e la lotta al cambiamento climatico”. “Ma le maggiori potenze che plasmano la diplomazia delle Nazioni Unite sono concentrate altrove, ed è difficile stringere accordi su problemi globali a lungo termine in un’era di guerre e crisi calde”.

In risposta a una domanda sul punto di vista degli Stati Uniti su come rendere le Nazioni Unite più efficaci, l’ambasciatore Thomas Greenfield ha dichiarato:

“Il nostro impegno è fermo: fare in modo che le Nazioni Unite, e in particolare il Consiglio di Sicurezza, siano attrezzati per raggiungere gli obiettivi della prossima generazione”.
“Il Consiglio di Sicurezza… non rappresenta il mondo che esiste oggi”, ha detto.

READ  Taiwan offre pagamenti in contanti ai cittadini nella "benedizione del nuovo anno"