Luglio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La Banca d’Inghilterra sospende i rialzi storici dei tassi di interesse mentre l’inflazione nel Regno Unito diminuisce

La Banca d’Inghilterra sospende i rialzi storici dei tassi di interesse mentre l’inflazione nel Regno Unito diminuisce

Matthew Horwood/Getty Images

La Banca d’Inghilterra non ha escluso un altro aumento dei tassi di interesse.


Londra
CNN

La Banca d’Inghilterra ha temporaneamente sospeso i suoi interessi storici Campagna di rialzo dei tassi di interesse per la prima volta in quasi due anni giovedì, dopo che l’inflazione è scesa inaspettatamente in agosto.

La decisione lascia il costo di indebitamento principale per le banche commerciali del Regno Unito al 5,25% – il livello più alto dal febbraio 2008 dopo la più lunga serie di aumenti dei tassi di interesse di riferimento in almeno un secolo. Anche la Fed ha mantenuto invariati i tassi di interesse MercoledìCome ha fatto giovedì la Banca centrale svizzera.

La notizia fornirà un po’ di sollievo alle famiglie britanniche che lottano per ottenere un reddito Rimborso del mutuoCiò potrebbe portare a una riduzione dei tassi ipotecari nelle prossime settimane.

La decisione di sospendere la votazione è arrivata sul filo del rasoio. Cinque membri del comitato di politica monetaria della Banca d’Inghilterra sono favorevoli al mantenimento del tasso attuale, mentre quattro membri sono favorevoli ad aumentarlo di un quarto di punto percentuale al 5,5%.

La banca centrale non ha escluso un altro aumento dei tassi di interesse e ha lasciato intendere che i costi di finanziamento dovrebbero rimanere elevati per un periodo prolungato per garantire un calo duraturo dell’inflazione.

Il governatore della Banca centrale Andrew Bailey ha dichiarato in una nota: “L’inflazione non ha ancora raggiunto il livello che dovrebbe essere e non c’è assolutamente spazio per l’autocompiacimento”. video Inviato alla banca sito web. “Vigileremo attentamente per vedere se saranno necessari ulteriori aumenti. Dovremo mantenere i tassi di interesse abbastanza alti per un periodo sufficientemente lungo da garantire che il lavoro venga portato a termine.”

READ  Powell si sta preparando a mantenere la Fed su un percorso più alto più a lungo

Nonostante questo tono duro, molti analisti non si aspettano ulteriori rialzi.

“Il lavoro della banca è finito”, ha affermato Paul Dales, capo economista britannico di Capital Economics. Ma ha aggiunto che i tassi di interesse rimarranno al livello attuale più a lungo di quanto gli investitori si aspettano.

Per le famiglie alle prese con l’aumento dei prezzi e l’aumento dei costi di finanziamento, la decisione della Banca d’Inghilterra rappresenterà un “enorme sollievo”, ha affermato Alice Hine, analista di finanza personale presso Bestinvest, una piattaforma di investimento online.

“La buona notizia è che i tassi di interesse potrebbero finalmente aver raggiunto il picco nell’attuale ciclo di inasprimento, offrendo ai consumatori un barlume di speranza che gli alti costi di finanziamento possano finalmente finire”, ha aggiunto.

La decisione, unita a migliori dati sull’inflazione, “aprirebbe la strada agli istituti di credito per effettuare ulteriori tagli ai tassi di interesse ipotecari nelle prossime settimane”, ha osservato Hina Budhia, partner di Knight Frank Finance, un broker ipotecario.

I tassi di interesse ipotecari nel Regno Unito sono diminuiti nelle ultime settimane, anche se rimangono ben al di sopra del livello di un anno fa. Giovedì il costo di un mutuo medio biennale era del 6,58%, secondo il sito di confronto di prodotti finanziari Moneyfacts. Ciò si confronta con un tasso del 4,24% lo scorso settembre e solo del 2,38% a settembre 2021.

Le probabilità di uno stop della Banca d’Inghilterra sono aumentate notevolmente mercoledì dopo che i dati hanno mostrato che i prezzi al consumo nel Regno Unito sono aumentati del 6,7% ad agosto rispetto all’anno precedente.

READ  8 milioni di prodotti per il bucato richiamati per il bucato a causa dei rischi di esposizione ai batteri

Gli economisti intervistati da Reuters si aspettavano che l’inflazione salisse al 7% – dal 6,8% di luglio – a causa dell’aumento dei prezzi del petrolio.

Secondo l’Ufficio per le statistiche nazionali, la sorpresa al ribasso è stata determinata dalla riduzione dei costi di sistemazione alberghiera e dei prezzi dei voli, nonché dall’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari a un ritmo inferiore rispetto ad agosto 2022.

Anche l’inflazione core, che esclude la volatilità dei costi alimentari ed energetici, e l’inflazione dei servizi hanno subito un brusco rallentamento, suggerendo che “è stato raggiunto un punto di flessione nell’inflazione core”, secondo Martin Beck, capo consigliere economico dell’EY ITEM Club.

Il recente rallentamento dell’attività economica nel Regno Unito e i segnali di debolezza del mercato del lavoro potrebbero portare a un ulteriore calo dell’inflazione.

Dopo un leggero aumento nel secondo trimestre, il PIL si è contratto dello 0,5% a luglio, con un calo della produzione nella maggior parte dei settori.

Sebbene i salari continuino ad aumentare a un ritmo record, i tassi di disoccupazione sono aumentati e il numero di posti di lavoro vacanti è sceso sotto il milione per la prima volta in due anni.

Nel frattempo, le insolvenze aziendali sono aumentate del 19% ad agosto rispetto a un anno prima, superando le 2.300, un livello superiore ai livelli osservati mentre erano in vigore le misure di sostegno del governo durante la pandemia, e anche superiore ai numeri pre-pandemia.

“C’è un’atmosfera di debolezza di fondo”, ha detto Dales di Capital Economics riguardo ai dati sul PIL di luglio. “Avrebbe senso che la crescita economica di fondo si indebolisse, dato che l’effetto frenante dei tassi di interesse più elevati dovrebbe ora accumularsi”.

READ  Il rally del mercato attende il rapporto sull'inflazione CPI, Fed dopo una brutta settimana; Ecco cosa fare