Giugno 24, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Mentre la Russia avanza, la NATO sta valutando la possibilità di inviare addestratori in Ucraina

Mentre la Russia avanza, la NATO sta valutando la possibilità di inviare addestratori in Ucraina

I membri della NATO sono vicini all’invio di truppe in Ucraina per addestrare le forze ucraine, una mossa che rappresenterebbe un ulteriore offuscamento della precedente linea rossa e potrebbe trascinare gli Stati Uniti e l’Europa direttamente in guerra.

La carenza di manodopera dell’Ucraina ha raggiunto un punto critico e la sua posizione sul campo di battaglia è seriamente peggiorata nelle ultime settimane mentre la Russia accelera la sua avanzata per trarre vantaggio dai ritardi nelle spedizioni di armi statunitensi. Di conseguenza, i funzionari ucraini hanno chiesto alle loro controparti americane e della NATO di aiutare ad addestrare 150.000 nuove reclute vicino alla linea del fronte per un dispiegamento più rapido.

Finora gli Stati Uniti hanno respinto tale proposta, ma il generale Charles Brown Jr., presidente dei capi di stato maggiore congiunti, ha dichiarato giovedì che lo spiegamento di addestratori da parte della NATO sembra inevitabile. “Ci arriveremo prima o poi, col tempo”, ha detto.

Ha detto che qualsiasi sforzo all’interno dell’Ucraina in questo momento metterebbe “a rischio un gruppo di addestratori della NATO” e probabilmente significherebbe decidere se utilizzare preziose difese aeree per proteggere gli addestratori piuttosto che infrastrutture critiche ucraine vicino al campo di battaglia. Il generale Brown ha informato i giornalisti a bordo del suo aereo mentre si recava a partecipare a una riunione della NATO a Bruxelles.

Come parte della NATO, gli Stati Uniti sarebbero vincolati dal trattato NATO a difendere qualsiasi attacco agli addestratori, che potrebbe trascinare l’America in guerra.

La Casa Bianca insiste che non invierà truppe americane, compresi gli addestratori, sul terreno in Ucraina, una posizione confermata giovedì da un funzionario dell’amministrazione. L’amministrazione ha inoltre esortato gli alleati della NATO a non inviare le loro truppe.

READ  3 generali russi licenziati a causa di lotte militari

Ma a febbraio, il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato che “nulla dovrebbe essere escluso” quando si tratta di inviare truppe occidentali in Ucraina. Da allora Macron ha raddoppiato le sue dichiarazioni, anche dopo che alti diplomatici statunitensi gli hanno chiesto di smettere.

Il governo estone non ha escluso la possibilità di inviare truppe nell’Ucraina occidentale per assumere ruoli nelle retrovie che potrebbero consentire alle forze ucraine di andare al fronte, ha detto il consigliere per la sicurezza nazionale estone. Lo ha detto questa settimana.

Il ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis Ho sostenuto la posizione di Macron In un’intervista con The Guardian la scorsa settimana. “Le nostre forze hanno addestrato gli ucraini in Ucraina prima della guerra, quindi un ritorno a questa tradizione potrebbe essere fattibile”, ha detto.

L’esercito americano ha addestrato le forze ucraine in Polonia, Germania e Stati Uniti, ma il ritiro delle truppe dall’Ucraina richiede molto tempo. I funzionari americani ora ammettono che l’attuale addestramento condotto dalle forze ucraine non è sufficiente e che hanno bisogno di un addestramento migliore e più rapido per respingere l’attacco russo previsto quest’estate.

Gli Stati Uniti stavano aiutando a gestire un programma di addestramento della NATO a Yavoriv, ​​nell’Ucraina occidentale, ma le forze americane furono ritirate da lì all’inizio della guerra.

L’addestramento americano e alleato non ha sempre avuto successo. Prima del contrattacco ucraino della scorsa estate, i soldati americani addestravano in Germania le unità ucraine nella guerra di manovra, nello sminamento e in altri compiti. Ma imparare a usare carri armati, artiglieria e fanteria in modo coordinato è difficile, soprattutto nel breve periodo di 12 settimane. Ad aggravare il problema, gli ucraini si trovano ad affrontare un campo di battaglia molto diverso e più intenso rispetto a quello combattuto dalle forze statunitensi negli ultimi anni.

READ  Guerra russo-ucraina: civili evacuano lo stabilimento Mariupol Azovstal | notizie di guerra tra Russia e Ucraina

I funzionari militari riconoscono che lo spostamento dell’addestramento in Ucraina consentirà agli istruttori americani di raccogliere più rapidamente informazioni sulle innovazioni in corso in prima linea ucraina, il che potrebbe consentire loro di adattare la propria formazione.

Il mese scorso, la NATO ha chiesto al generale Christopher Cavoli, comandante supremo della NATO in Europa, di trovare un modo in cui l’alleanza potrebbe fare di più per aiutare l’Ucraina, mitigando così i rischi. Una possibilità potrebbe essere l’addestramento delle forze ucraine a Lviv, vicino al confine occidentale del paese con la Polonia, ha detto mercoledì un funzionario americano.

Ma la Russia ha già bombardato Leopoli, anche qualche settimana fa, quando i missili da crociera russi hanno colpito le infrastrutture critiche della città.

Alcuni funzionari affermano che un gran numero di nuove reclute ucraine potrebbero essere inviate nei vasti campi di addestramento in Germania e Polonia.

Ma dal punto di vista logistico, ciò richiederebbe il trasporto delle truppe nelle aree di addestramento dell’esercito americano a Grafenwoehr, in Germania, sottoponendole a complesse manovre volte a insegnare loro la guerra con armi combinate, e poi inviando le truppe per quasi 1.600 miglia via Lviv e poi Kiev per schierarsi nella zona. prime linee.

“Ricordate, quando la Russia ha invaso per la prima volta la Crimea nel 2014, abbiamo inviato un numero crescente di truppe in Ucraina per addestrare le forze ucraine nell’Ucraina occidentale, e abbiamo continuato a ruotarle fino al 2022, quando ci siamo spaventati e le abbiamo ritirate”, ha detto Evelyn Farkas. , ex alto funzionario del Pentagono per l’Ucraina durante l’amministrazione Obama. “Nessuno dovrebbe sorprendersi che ora, con la carenza di manodopera sul fronte ucraino, i membri della NATO e la leadership dell’alleanza stiano pensando a come aiutare nuovamente da dietro”.

READ  Putin ospita il leader della Bielorussia, definendo un fallimento il contrattacco ucraino

Altri alleati della NATO, tra cui Gran Bretagna, Germania e Francia, stanno creando appaltatori della difesa in Ucraina per aiutare a costruire e riparare sistemi d’arma vicino alla zona di combattimento – quello che i funzionari militari hanno descritto come un approccio “fix-forward”. Attuali ed ex funzionari della difesa statunitense hanno affermato che la Casa Bianca sta ora rivedendo il divieto di consentire agli appaltatori della difesa statunitense di entrare in Ucraina, sebbene un piccolo numero di loro sia già stato autorizzato, sotto le autorità del Dipartimento di Stato, a lavorare su sistemi d’arma specifici come il Patriot. difese aeree.

“C’è un elemento di cattiva condotta degli alleati nel fatto che stiamo fornendo grandi quantità di attrezzature occidentali all’Ucraina, ma non diamo loro le risorse per mantenerle”, ha affermato Alexander S. Vindman, un tenente colonnello dell’esercito in pensione di origine ucraina. Combattente americano veterano.