Luglio 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

I piani di Rishi Sunak per limitare gli studenti stranieri al controllo dell’immigrazione: relazione

I piani di Rishi Sunak per limitare gli studenti stranieri al controllo dell’immigrazione: relazione

Il governo Sunak ha promesso di ridurre l’immigrazione netta nel Regno Unito. (un file)

Il primo ministro britannico Rishi Sunak prenderà in considerazione “tutte le opzioni”, compresa la riduzione del numero di studenti stranieri, nel suo tentativo di ridurre drasticamente la crescente immigrazione netta nel Regno Unito, secondo il Rapporto della BBC.

Citando un portavoce di Downing Street, il rapporto afferma che Sunak prenderà in considerazione restrizioni per gli studenti stranieri che cercano titoli di studio “di bassa qualità” e portano persone a carico. Tuttavia, il portavoce non ha specificato quale sia il punteggio di “bassa qualità”.

Gli ultimi dati dell’Office for National Statistics (ONS) di questa settimana hanno suscitato le preoccupazioni del governo britannico per un aumento dell’immigrazione, che ha mostrato un massiccio aumento del numero di migranti. L’immigrazione netta nel Regno Unito è passata da 173.000 nel 2021 a 504.000 quest’anno, con un aumento di 331.000.

Gli studenti stranieri, in particolare gli indiani che per primi hanno conquistato la Cina per ottenere la maggior parte dei visti per studenti, hanno contribuito enormemente a questo aumento.

Il portavoce di Sunak ha detto venerdì: “Stiamo esaminando tutte le opzioni per assicurarci che il sistema di immigrazione funzioni. Il primo ministro è pienamente impegnato a ridurre i numeri complessivi”.

Ma controllare il numero degli immigrati limitando il numero degli studenti stranieri è un compito difficile. Il rapporto afferma che le università britanniche dipendono da tasse più alte rispetto agli studenti internazionali per compensare il denaro, poiché perdono facendo pagare tasse più basse per gli studenti britannici, e alcune università rischiano persino il fallimento se vengono imposte restrizioni ai cosiddetti titoli di bassa qualità.

READ  I paesi del G7 concordano di fissare un tetto massimo per il prezzo del petrolio russo

Quello Organizzazione studentesca guidata dalla comunità indiana Venerdì ha esortato il governo a cancellare gli studenti internazionali dalle statistiche sull’immigrazione del paese. Sanam Arora, Head of National Indian Students, ha dichiarato: “Gli studenti che si trovano temporaneamente nel Regno Unito non dovrebbero essere considerati immigrati. Gli studenti internazionali, di cui gli indiani sono il gruppo più numeroso, generano 30 miliardi di sterline di profitti netti per l’economia del Regno Unito”. e la Alumni Association (NISAU) nel Regno Unito.

Il governo di Sunak ha promesso di ridurre l’immigrazione netta nel Regno Unito con il ministro dell’Interno indiano Suela Bravermann In precedenza si erano lamentati del fatto che gli studenti indiani trascorressero più tempo nel paese. “Sono preoccupato per l’adozione di una politica di immigrazione di frontiera aperta con l’India perché non penso che sia ciò per cui la gente ha votato con la Brexit. Guarda l’immigrazione in questo paese: il gruppo più numeroso di persone che sono rimaste oltre sono gli immigrati indiani”, ha detto.

Video in primo piano della giornata

“Rahul Gandhi impegnato con Yatra, nessuna visione del Gujarat”: Hardik Patel a NDTV