Maggio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli Stati Uniti possono ora impossessarsi dei beni statali russi.  Come funziona?

Gli Stati Uniti possono ora impossessarsi dei beni statali russi. Come funziona?

Washington (AFP) – Grandi Stati Uniti Pacchetto di aiuti per l'Ucraina Altri alleati firmati mercoledì dal presidente Joe Biden consentono anche all’amministrazione di fare lo stesso Sequestro di beni statali russi Esistente negli Stati Uniti e utilizzato a beneficio di Kiev.

Ciò potrebbe significare altri 5 miliardi di dollari in aiuti per l’Ucraina, provenienti dalle partecipazioni già congelate della banca centrale russa negli Stati Uniti. Le confische saranno attuate secondo le disposizioni del Repo Act, che è l'abbreviazione di Legge sulla ricostruzione della prosperità economica e delle opportunità per gli ucraini, Che è stato incorporato nel disegno di legge sugli aiuti.

Ma è improbabile che gli Stati Uniti sequestrino i beni senza l’approvazione degli altri membri del G7 e dell’Unione Europea.

Qual è la differenza tra congelamento e sequestro?

Gli Stati Uniti e i loro alleati congelarono immediatamente 300 miliardi di dollari in proprietà straniere russe all’inizio dell’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca. Questo denaro è rimasto inutilizzato – soprattutto nei paesi dell’UE – mentre la guerra continuava. Ma quasi 5 miliardi di dollari sono negli Stati Uniti

I beni congelati sono disabilitati e non sono accessibili a Mosca, ma sono ancora di proprietà della Russia. Sebbene i governi possano generalmente congelare le proprietà senza difficoltà, la conversione di tali proprietà in beni confiscati che possono essere venduti all’Ucraina richiede un ulteriore livello di procedure giudiziarie, compresa la base giuridica e il giudizio in tribunale.

Per più di un anno, funzionari di diversi paesi hanno dibattuto sulla legalità della confisca del denaro e del suo invio in Ucraina.

Quanto velocemente potrebbe accadere?

La nuova legge statunitense prevede che il presidente e il Dipartimento del Tesoro inizino a identificare l’ubicazione delle attività russe negli Stati Uniti entro 90 giorni e presentino un rapporto al Congresso entro 180 giorni. Un mese dopo tale periodo, al presidente sarà consentito “sequestrare, confiscare, trasferire o altrimenti possedere” qualsiasi bene sovrano dello stato russo, compresi eventuali interessi, all’interno delle giurisdizioni statunitensi.

READ  Il papa colpisce il potente vescovo russo per essere il portavoce di Putin

Ma gli Stati Uniti vogliono continuare a consultarsi con gli alleati globali e a lavorare insieme, il che probabilmente rallenterà il processo.

Il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan ha detto mercoledì che la questione sarà un argomento importante quando i leader del G7 si incontreranno in Italia il prossimo giugno, aggiungendo che “l'ideale è che noi tutti ci muoviamo insieme”.

Cosa possono fare gli Stati Uniti con questi soldi?

Biden ha un margine di manovra per decidere come spendere i soldi per l’Ucraina, ma deve consultarsi con gli altri membri del G7 prima di agire.

La legislazione afferma che “qualsiasi sforzo da parte degli Stati Uniti per sequestrare e riutilizzare i beni sovrani russi” deve essere intrapreso insieme agli alleati internazionali, tra cui il G7, l’Unione Europea a 27 nazioni e altri paesi come parte di uno sforzo coordinato.

I politici, tra cui il segretario al Tesoro Janet Yellen, hanno affermato che è improbabile che gli Stati Uniti agiscano senza il sostegno degli alleati del G7.

“Il Congresso ha compiuto un passo importante in questo sforzo approvando il Repo Act, e nelle prossime settimane continuerò le discussioni approfondite con i nostri partner del G7 su un percorso collettivo da seguire”, ha affermato Yellen dopo l'approvazione del disegno di legge.

L’Europa si impadronirà anche dei beni russi?

L'Unione Europea ha già iniziato ad accantonare i profitti straordinari generati dai beni congelati della banca centrale russa. Il sindacato stima che gli interessi su quel denaro potrebbero far risparmiare circa 3 miliardi di euro (3,3 miliardi di dollari) ogni anno.

“I russi non saranno molto contenti. La somma di denaro, 3 miliardi di dollari all’anno, non è eccezionale, ma non è insignificante”. Lo ha detto ai giornalisti a marzo.

READ  La Cina allenta le regole del coronavirus dopo le proteste diffuse sui blocchi

Tuttavia, alcuni leader europei hanno espresso esitazione nel portare avanti un piano per sequestrare formalmente le risorse russe in Europa.

Lo ha detto la presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde Ciò è avvenuto durante un evento del Council on Foreign Relations All’inizio di questo mese, ha affermato che il sequestro dei beni russi è “qualcosa che dovrebbe essere considerato con molta attenzione” e potrebbe “iniziare a violare l’ordine giuridico internazionale”.

Quali sono i rischi?

I critici della legge sui pronti contro termine affermano che usare la finanza globale come arma contro la Russia potrebbe danneggiare la posizione del dollaro USA come valuta dominante nel mondo.

Un sequestro dei beni della Russia potrebbe indurre paesi come la Cina – il maggiore detentore di titoli del Tesoro americano – a determinare che non è sicuro detenere le proprie riserve in dollari statunitensi.

IL La Heritage Foundation ha criticato i conservatori Sequestrare beni russi, tra le altre cose, per indebolire il sistema finanziario globale denominato in dollari, affermando che ciò “esporrebbe la già fragile economia a conseguenze e rischi non intenzionali per i quali gli Stati Uniti non erano preparati”.

Le autorità russe hanno avvertito che la nuova legge minerebbe il sistema finanziario globale.