Gennaio 29, 2023

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Esclusivo: gli Stati Uniti impongono sanzioni a un uomo d'affari turco, citando legami con la Forza Quds iraniana

Esclusivo: gli Stati Uniti impongono sanzioni a un uomo d’affari turco, citando legami con la Forza Quds iraniana

WASHINGTON (Reuters) – L’amministrazione Biden giovedì ha schiaffeggiato le sanzioni contro l’importante uomo d’affari turco Setke Ayan e la sua rete di società, accusandolo di aver agito come facilitatore per vendere petrolio e riciclare denaro per conto delle Guardie rivoluzionarie iraniane.

Il Dipartimento del Tesoro ha affermato in una dichiarazione riportata per la prima volta da Reuters che le società Ayan hanno stipulato contratti di vendita internazionale di petrolio iraniano, organizzato spedizioni e aiutato a riciclare i proventi e a trattenere la fonte di petrolio iraniano per conto della Forza Quds iraniana, un braccio delle Guardie rivoluzionarie iraniane .

La dichiarazione affermava che “Ayaan ha stipulato contratti commerciali per vendere petrolio iraniano per centinaia di milioni di dollari ad acquirenti” in Cina, Emirati Arabi Uniti ed Europa, aggiungendo che ha poi trasferito i proventi alla Forza Quds.

Sono stati nominati anche il figlio e partner di Ayan Bahauddin Ayan, Kasim Oztas, e altri due cittadini turchi coinvolti nella sua rete di affari, insieme a 26 società tra cui l’ASB Group of Companies, una holding con sede a Gibilterra e una nave.

Non è stato possibile raggiungere immediatamente Ayan, Ibn Bahauddin e Oztas per un commento. Il gruppo ASB di Ayan Group e il dipartimento delle comunicazioni della Turchia non hanno risposto immediatamente alle richieste di commento.

Il Tesoro ha congelato tutti i beni statunitensi di quelli identificati e generalmente impedisce agli americani di fare affari con loro. Sono soggetti a sanzioni anche coloro che effettuano determinate transazioni con quelle specificate.

Le azioni degli Stati Uniti arrivano in un momento in cui le relazioni tra Stati Uniti e Turchia sono state tese per una serie di questioni, tra cui una lite sulla politica siriana e l’acquisto da parte di Ankara di sistemi di difesa aerea russi.

READ  I sondaggi di opinione mostrano che il leader kazako si sta dirigendo verso una grande vittoria alle elezioni

Recentemente, Washington ha avvertito la Turchia di astenersi dal lanciare un’incursione militare nel nord della Siria dopo che Ankara ha detto che si stava preparando per una possibile invasione di terra contro le Unità di protezione del popolo curdo siriano (YPG), che considera terroristiche ma costituiscono la maggior parte delle forze armate sostenute dagli Stati Uniti. Siriani. Forze Democratiche (SDF).

Washington sta perseguendo sanzioni radicali contro l’Iran e sta cercando modi per aumentare la pressione mentre gli sforzi per rilanciare l’accordo nucleare del 2015 con Teheran vacillano.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha cercato di negoziare il ritorno dell’Iran all’accordo nucleare dopo che l’ex presidente Donald Trump si è ritirato dall’accordo nel 2018.

L’accordo del 2015 ha limitato l’attività di arricchimento dell’uranio dell’Iran, rendendo più difficile per Teheran sviluppare armi nucleari in cambio della revoca delle sanzioni internazionali. L’Iran nega il suo desiderio di acquisire armi nucleari.

(Segnalazione di Humeyra Pamuk e Daphne Psalidakis); Segnalazione aggiuntiva di Ezgi Erkoyun; Montaggio di Don Durfey e Howard Goller

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.