Luglio 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Xi incontra Putin durante il primo viaggio fuori dalla Cina dall’inizio del coronavirus

Xi incontra Putin durante il primo viaggio fuori dalla Cina dall’inizio del coronavirus

LONDRA/PECHINO (Reuters) – Xi Jinping lascerà la Cina per la prima volta in oltre due anni per un viaggio questa settimana in Asia centrale dove incontrerà il presidente russo Vladimir Putin, appena un mese prima della sua nomina. Posto come il leader cinese più potente dai tempi di Mao Zedong.

Il viaggio, il primo all’estero di Xi dall’inizio della pandemia di COVID-19, mostra che è fiducioso nella sua presa sul potere mentre si dirige per un terzo mandato e nel suo ruolo di leader globale in un momento di grande rinnovamento del potere. attrito.

Sullo sfondo della situazione di stallo della Russia con l’Occidente sull’Ucraina, la crisi di Taiwan e l’economia globale vacillante, Xi dovrebbe effettuare una visita di stato in Kazakistan mercoledì.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Il Kazakistan e il Cremlino hanno detto che il presidente cinese si incontrerà poi con Putin al vertice dell’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai nell’antica città di Samarcanda, sulla Via della Seta, in Uzbekistan. La Cina ha confermato la visita lunedì. Leggi di più

L’aiutante di politica estera di Putin, Yuri Ushakov, ha detto ai giornalisti la scorsa settimana che il presidente russo dovrebbe incontrare Xi al vertice. Il Cremlino ha rifiutato di fornire dettagli sui loro colloqui.

L’incontro darà a Xi l’opportunità di affermare la sua influenza mentre Putin potrà dimostrare l’inclinazione della Russia verso l’Asia; Entrambi i leader possono mostrare la loro opposizione agli Stati Uniti proprio mentre l’Occidente cerca di punire la Russia per la guerra in Ucraina.

ha affermato George Magnus, autore di “Red Flags”, un libro sulle sfide di Xi.

“In particolare, immagino che Xi sarebbe più preoccupato di come andrà la guerra di Putin e se Putin o la Russia si svilupperanno nel prossimo futuro, perché la Cina ha ancora bisogno di una leadership anti-occidentale a Mosca”.

READ  Notizie dall'Ucraina: le principali città polacche stanno finendo i posti per i rifugiati

La Russia ha subito la peggiore sconfitta della guerra la scorsa settimana, quando ha abbandonato la sua principale roccaforte nell’Ucraina nord-orientale. Leggi di più

L’approfondimento della partnership “senza confini” tra la superpotenza emergente della Cina e il gigante delle risorse naturali della Russia è uno sviluppo geopolitico a cui l’Occidente guarda con allarme.

Un tempo partner principale nella gerarchia comunista globale, dopo il crollo dell’Unione Sovietica nel 1991, la Russia è ora un partner minore di una Cina comunista in ascesa che dovrebbe superare gli Stati Uniti come la più grande economia del mondo nel prossimo decennio.

Nonostante le numerose contraddizioni storiche nella partnership, non vi è alcun segno che Xi sia pronto a rinunciare al suo sostegno a Putin nel confronto più serio della Russia con l’Occidente dal culmine della Guerra Fredda.

Invece, i due leader 69enni stanno lavorando per approfondire i legami. Il commercio tra Russia e Cina è aumentato di quasi un terzo nei primi sette mesi del 2022.

Alexander Korolev, docente senior di politica e relazioni internazionali presso l’Università del New South Wales, ha affermato che la visita “dimostra che la Cina è pronta non solo a continuare” gli affari come al solito “con la Russia, ma anche a mostrare un chiaro sostegno e ad accelerare la formazione di un’alleanza più forte tra Cina e Russia”. Sidney.

“Pechino è riluttante a prendere le distanze da Mosca anche se deve far fronte a gravi costi reputazionali e il rischio di diventare bersaglio di sanzioni economiche secondarie”.

primi undici

Il presidente russo Vladimir Putin partecipa a un incontro con il presidente cinese Xi Jinping a Pechino, Cina, il 4 febbraio 2022. Sputnik/Alexey Druzhinin/Cremlino tramite Reuters Attention Editors – Questa immagine è fornita da una terza parte.

Si prevede che Xi romperà con i precedenti al Congresso del Partito Comunista, che inizierà il 16 ottobre, e si assicurerà il suo terzo mandato di cinque anni come presidente. Leggi di più

READ  Elezioni olandesi: vince il partito di estrema destra di Wilders

Mentre Xi ha incontrato Putin di persona 38 volte da quando è diventato presidente della Cina nel 2013, non ha incontrato Joe Biden di persona da quando quest’ultimo è diventato presidente degli Stati Uniti nel 2021.

L’ultima volta che Xi ha incontrato Putin è stato a febbraio, poche settimane prima che il leader russo ordinasse un’invasione dell’Ucraina che ha provocato la morte di decine di migliaia di persone e seminato il caos nell’economia globale.

In quell’incontro di apertura delle Olimpiadi invernali, Xi e Putin hanno dichiarato la loro partnership senza frontiere, sostenendosi a vicenda negli scontri su Ucraina e Taiwan con la promessa di una maggiore cooperazione contro l’Occidente.

La Cina si è astenuta dal condannare l’operazione russa contro l’Ucraina o dal descriverla come una “invasione”, in linea con la posizione del Cremlino, che descrive la guerra come una “operazione militare speciale”.

“Il messaggio più grande in realtà non è che Xi sostenga Putin, perché era abbastanza chiaro che Xi sostiene Putin”, ha affermato il professor Steve Tsang, direttore del China Institute presso la School of Oriental and African Studies di Londra.

“Il segnale più grande è che lui, Xi Jinping, lascerà la Cina per la prima volta dall’epidemia in vista del Congresso del Partito. Se ci sono complotti contro di lui, allora accadranno i complotti. È chiaramente fiducioso che i complotti non accadano perché lui è fuori dal paese”.

Xi, figlio di un rivoluzionario comunista, ha lasciato la Cina l’ultima volta nel gennaio 2020, prima che il mondo entrasse in un blocco COVID. Leggi di più

Testa del Cremlino

Dopo che l’Occidente ha imposto le sanzioni più dure a Mosca nella storia moderna durante la guerra in Ucraina, Putin ha detto che la Russia si stava muovendo verso l’Asia dopo secoli in cui vedeva l’Occidente come un crogiolo di crescita economica, tecnologia e guerra. Leggi di più

READ  Putin ha incontrato proteste di piazza durante la sua visita in Armenia

Dipingendo l’Occidente come un’alleanza in declino dominata dagli Stati Uniti volta a vincolare – o addirittura distruggere – la Russia, la visione del mondo di Putin suona con quella di Xi, che presenta la Cina come un’alternativa all’ordine guidato dagli Stati Uniti nell’era del secondo dopoguerra.

Ushakov, aiutante di Putin, ha detto che l’incontro tra Xi e Putin sarebbe “molto importante”. Non ha fornito ulteriori dettagli.

Mentre l’Europa cerca di allontanarsi dalle importazioni di energia russe, Putin cercherà di aumentare le esportazioni di energia in Cina e in Asia.

Putin ha detto la scorsa settimana che è stata concordata un’importante rotta di esportazione di gas verso la Cina attraverso la Mongolia. Gazprom (GAZP.MM) Da anni studia la possibilità di costruire un nuovo importante gasdotto – Power Siberia 2 – che attraversi la Mongolia, portando il gas russo in Cina.

Trasporterà 50 miliardi di metri cubi di gas all’anno, circa un terzo di quello che la Russia vende normalmente all’Europa, o l’equivalente del volume annuale del Nord Stream 1.

L’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai, che raggruppa Russia, Cina, India, Pakistan e quattro paesi dell’Asia centrale, accetterà l’Iran, uno dei principali alleati di Mosca in Medio Oriente.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Scritto da Guy Faulconbridge. Rapporti aggiuntivi di Olsas Oysoff ad Almaty e Yu Lun Tian e Martin Quinn Pollard a Pechino; Montaggio di Raisa Kasulowski, Alexander Smith e Frank Jack Daniel

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.