Aprile 17, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

In una rara telefonata, il ministro della Difesa russo mette in guardia il suo omologo francese dall’invio di forze in Ucraina

In una rara telefonata, il ministro della Difesa russo mette in guardia il suo omologo francese dall’invio di forze in Ucraina

MOSCA (AP) – Il ministro della Difesa russo ha messo in guardia la sua controparte francese dallo schieramento di truppe in Ucraina in una rara telefonata mercoledì e ha indicato che Mosca è pronta a partecipare ai colloqui per porre fine al conflitto. Conflitto.

Sergej Shoigu Il ministro della Difesa francese Sebastien Lecornu ha informato che se Parigi darà seguito alle sue dichiarazioni sulla possibilità che ciò accada Invio di una forza militare francese in Ucraina“Creerà problemi alla stessa Francia”, secondo una dichiarazione del Ministero della Difesa russo. Non lo ha spiegato.

La conversazione è avvenuta sulla scia delle dichiarazioni del presidente francese Emmanuel Macron dello scorso febbraio, in cui affermava che questa era una possibilità Invio di forze occidentali in Ucraina Non può essere escluso.

Questa chiamata rappresenta il primo contatto di questo tipo tra i ministri della Difesa russo e francese dall'ottobre 2022.

Shoigu ha sottolineato “la disponibilità di Mosca al dialogo sull'Ucraina”, sottolineando che il ciclo di colloqui di pace previsto a Ginevra sarebbe “privo di significato” senza la partecipazione della Russia. Lui ha aggiunto che i possibili negoziati futuri potrebbero basarsi su un progetto di documento che è stato discusso durante i colloqui con la Russia. L'Ucraina negozia a Istanbul nel marzo 2022.

Secondo quanto riferito dai media, la bozza, negoziata a Istanbul settimane dopo l'invio di forze da parte di Mosca in Ucraina, prevedeva che l'Ucraina avrebbe abbandonato il suo tentativo di aderire alla NATO e sarebbe rimasta neutrale. Non è stato raggiunto alcun accordo finale e i colloqui sono rapidamente falliti.

Il Ministero della Difesa russo ha inoltre affermato, nella sua dichiarazione alla telefonata di mercoledì, che Lecorno ha espresso le sue condoglianze per l'incidente Il 22 marzo attentato ad una sala da concerto alla periferia di Mosca Ciò ha provocato la morte di 145 persone nell’attacco più mortale sul territorio russo degli ultimi decenni.

READ  Il presidente italiano Berlusconi afferma che Putin è stato "spinto" nella guerra in Ucraina

Il presidente russo Vladimir Putin e i suoi funzionari hanno cercato di collegare l'Ucraina e l'Occidente all'attacco nonostante le forti smentite di Kiev, la rivendicazione di responsabilità da parte di un affiliato dello Stato islamico e l'avvertimento anticipato degli Stati Uniti a Mosca riguardo a un attacco imminente.

Il ministero della Difesa russo ha affermato che durante la chiamata Lecornu ha cercato di convincere Shoigu che l’Ucraina e i suoi alleati occidentali non avevano nulla a che fare con il raid nella sala da concerto, ma Shoigu ha insistito sul fatto che Mosca aveva “informazioni sul coinvolgimento ucraino nell’organizzazione dell’attacco terroristico. “

“Il regime di Kiev non fa nulla senza l'approvazione dei suoi operatori occidentali”, ha detto a Licorno Shoigu, citato dal ministero. E ha aggiunto: “Speriamo che i servizi speciali francesi non siano coinvolti in questo”.