Maggio 25, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Biden parla con Netanyahu mentre gli israeliani sembrano vicini a un grande attacco a Rafah

Biden parla con Netanyahu mentre gli israeliani sembrano vicini a un grande attacco a Rafah

Washington (AFP) – Il pres Joe Biden Ha nuovamente esortato il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu Contro l’attacco lanciato lunedì contro la città di Rafah, a sud della Striscia di Gaza Sembrava che si stesse avvicinando A un’operazione militare su larga scala per eliminare gli attivisti di Hamas.

Ma poco dopo che Israele ha annunciato di aver ordinato a circa 100.000 palestinesi di iniziare l’evacuazione da Rafah, Hamas ha dichiarato in un comunicato di aver accettato la proposta di cessate il fuoco egiziano-qatariana che va avanti da sette mesi. La guerra con Israele a Gaza.

Il portavoce dell’esercito israeliano, l’ammiraglio Daniel Hagari, ha detto che Israele continuerà le sue operazioni a Gaza mentre i funzionari delibereranno sulla proposta di cessate il fuoco accettata da Hamas. Il gabinetto militare israeliano ha votato all’unanimità a favore dell’operazione militare a Rafah, ma continuerà gli sforzi per il cessate il fuoco.

L’esercito israeliano ha anche affermato di aver effettuato “attacchi mirati” contro Hamas a est di Rafah. La natura degli scioperi non è stata immediatamente nota, ma la mossa sembra mirata a mantenere la pressione mentre i colloqui proseguono.

Lunedì i funzionari dell’amministrazione Biden hanno continuato a esprimere preoccupazione agli israeliani sul fatto che un’importante operazione militare nelle aree densamente popolate di Rafah sarebbe disastrosa.

Lunedì, i funzionari della Casa Bianca hanno anche espresso particolare preoccupazione per i recenti attacchi a Rafah – anche se non sembrano essere l’attacco su larga scala che Netanyahu sta minacciando, secondo una persona che ha familiarità con il pensiero dell’amministrazione e che non è stata autorizzata a commentare pubblicamente.

Il portavoce della sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby, ha detto che Biden è stato informato della risposta di Hamas. Il direttore della CIA William Burns, che era in Qatar per i colloqui sugli ostaggi con i funzionari regionali, stava discutendo la dichiarazione di Hamas con gli alleati nella regione. Kirby ha rifiutato di discutere i limiti di ciò che Hamas dice di aver accettato.

READ  Gli scioperi uccidono almeno 17 persone a Zaporozhye dopo l'esplosione del ponte in Crimea: le ultime notizie dall'Ucraina

“Bill Burns sta esaminando questa risposta. Ne sta parlando con gli israeliani”, ha detto Kirby ai giornalisti. “E vedremo dove andrà a finire. Si spera che ciò porti presto al rilascio effettivo di questi ostaggi.

Nei giorni scorsi funzionari egiziani e di Hamas avevano affermato che sarebbe avvenuto un cessate il fuoco Una serie di fasi Durante la quale Hamas rilascerà gli ostaggi in suo possesso in cambio del ritiro delle forze israeliane da Gaza.

Gli alti funzionari dell’amministrazione Biden stanno pubblicamente esercitando pressioni su Hamas affinché accetti quella che hanno descritto come una generosa offerta da parte degli israeliani che porterebbe anche a una tregua prolungata e al rilascio dei prigionieri palestinesi detenuti nelle carceri israeliane e forse aprirebbe la strada a una fine permanente. per il conflitto attuale.

La Casa Bianca ha affermato che Biden, in una telefonata di lunedì mattina con Netanyahu, ha confermato le preoccupazioni americane sull’invasione di Rafah, dove più di un milione di civili provenienti da altre parti di Gaza si stanno rifugiando a causa della guerra scatenata da Israele. Attacco di Hamas il 7 ottobre L’aggressione israeliana contro Israele ha portato alla morte di oltre 34mila palestinesi e alla miseria nella Striscia di Gaza.

Biden ha detto a Netanyahu che crede ancora che raggiungere un cessate il fuoco con Hamas sia il modo migliore per proteggere la vita degli ostaggi israeliani tenuti a Gaza, hanno detto i funzionari. Israele afferma che Hamas tiene circa 100 ostaggi e i resti di più di altri 30 a Gaza.

L’appello dei leader è arrivato prima che Hamas annunciasse di aver accettato la proposta di cessate il fuoco.

READ  La Corte Suprema israeliana annulla le riforme giudiziarie

“Il presidente è stato ancora una volta fermo questa mattina nel dire che non supportiamo le operazioni di terra a Rafah”, ha detto Kirby.

Gli ultimi sviluppi arrivano quando Biden ha ospitato lunedì il re giordano Abdullah II per un pranzo privato alla Casa Bianca per discutere della guerra e dei colloqui sugli ostaggi. Lo ha detto l’ambasciata giordana a Washington in un post sui social media

Domenica Netanyahu ha respinto le pressioni internazionali per fermare la guerra a Gaza In un discorso infuocato Segnando l’annuale Giorno della Memoria dell’Olocausto del paese, dichiarando che “se Israele dovrà restare da solo, Israele resterà da solo”.

Ha detto in inglese: “Dico ai leader mondiali: nessuna pressione o decisione da qualsiasi forum internazionale impedirà a Israele di difendersi”. “Non accadrà più adesso.”

Lunedì l’esercito israeliano ha ordinato a circa 100.000 palestinesi di iniziare l’evacuazione RafaIl che suggerisce che un’invasione di terra potrebbe essere imminente e complica ulteriormente gli sforzi per mediare un cessate il fuoco.

Le tensioni sono aumentate domenica quando Hamas ha lanciato razzi contro le forze israeliane di stanza al confine con Gaza, vicino al principale passaggio di Israele verso Israele. Consegna di aiuti umanitariIl risultato è l’uccisione di quattro soldati. Nel frattempo, secondo un ospedale, gli attacchi aerei israeliani su Rafah hanno ucciso 22 persone, tra cui bambini e due neonati.

Netanyahu ha anche informato Biden che garantirà che il valico di Kerem Shalom tra Gaza e Israele rimanga aperto per la consegna di aiuti umanitari, secondo la Casa Bianca.

Funzionari israeliani la settimana scorsa Ha informato i funzionari dell’amministrazione Biden sul piano di evacuazione Civili palestinesi in vista di una possibile operazione, secondo i funzionari americani a conoscenza della questione.

READ  Blu e bianco, una nuova speranza, l'Unione, si presenterà come una lista comune nella votazione di novembre

I funzionari, a cui non è stato permesso di commentare pubblicamente e hanno chiesto l’anonimato per parlare di questo delicato scambio, hanno affermato che il piano presentato in dettaglio dagli israeliani non ha cambiato l’opinione dell’amministrazione americana secondo cui procedere con un’operazione a Rafah avrebbe esposto molti civili palestinesi innocenti. Al pericolo. rischio.

Il segretario stampa del Pentagono, il generale Pat Ryder, ha detto che il segretario alla Difesa Lloyd Austin aveva precedentemente sottolineato con il ministro della Difesa israeliano Yoav Galant che Israele aveva bisogno di un “piano credibile” per evacuare questi civili e preservare gli aiuti umanitari. Ryder ha detto che Austin ha visto “concetti” da parte degli israeliani riguardo al loro piano per un’operazione a Rafah, “ma non c’è nulla di dettagliato in questa fase”.

Funzionari israeliani hanno affermato che coloro a cui era stato ordinato di evacuare si sarebbero spostati da parti di Rafah a una vicina zona umanitaria dichiarata da Israele. Le mie condoglianzeUn accampamento temporaneo sulla costa.

___

Gli scrittori dell’Associated Press Tara Cobb a Washington e Joseph Federman a Gerusalemme hanno contribuito al reportage.