Luglio 14, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Nonostante la loro perdita, i Bucks hanno “credenza” in ciò che hanno e in ciò che possono fare

Nonostante la loro perdita, i Bucks hanno “credenza” in ciò che hanno e in ciò che possono fare

MILWAUKEE — Più di un'ora dopo che i Milwaukee Bucks hanno perso la loro quarta partita consecutiva, una frustrante sconfitta per 122-109 contro i New York Knicks domenica in cui sono stati superati 72-48 nel secondo tempo, Giannis Antetokounmpo era seduto da solo nel suo armadietto. Uno spogliatoio tranquillo e quasi vuoto al Fiserv Forum contempla lo scivolone dei Bucks.

Quasi tutte le sere, Antetokounmpo tende ad essere uno degli ultimi giocatori a uscire dagli spogliatoi, dove Pat Connaughton metterà via alcuni armadietti o il fratello di Giannis, Thanasis Antetokounmpo, gli parlerà in greco. Domenica Giannis e Thanassis sono stati gli ultimi giocatori a uscire. C'è stata una piccola conversazione tra loro.

Quando Giannis Antetokounmpo ha finalmente parlato ai media, ha parlato dello spirito dei Bucks durante le loro lotte. Mentre rispondeva a una domanda sull'incapacità della sua squadra di trovare la giocata finale e di giocarla con gioia, si è ritrovato a porre e ad agire in una serie di domande retoriche.

“Quando è stata l'ultima volta che Malik ha fatto…” ha chiesto Antetokounmpo prima di recitare la celebrazione dei tre punti del compagno di squadra Malik Beasley.

“Quand'è stata l'ultima volta che Pat ha centrato un 3 e lo ha fatto…” ha chiesto Antetokounmpo prima di indicare il 3 e strofinarselo sul petto come fa Connaughton dopo un tiro forte dalla profondità.

“Quand'è stata l'ultima volta che Gay ha segnato un 3 e poi è tornato indietro e ondeggiava come…” ha chiesto Antetokounmpo mentre fingeva di crollare a terra come Jae Crowder.

“Quando è stata l'ultima volta che hai schiacciato su qualcuno e hai detto 'Ahhhhh!'” ha chiesto Antetokounmpo mentre fingeva di urlare a una folla immaginaria piena dopo un'enorme schiacciata.

“È come se stessimo seguendo i movimenti”, ha detto Antetokounmpo. “Dobbiamo ritrovare la nostra gioia.”

I Bucks hanno avuto difficoltà a raggiungere Joey ultimamente, poiché hanno perso sei delle ultime sette partite, ritrovandosi nella serie di sconfitte più lunga della stagione. I Bucks (47-31) sono ancora al secondo posto nella classifica della Eastern Conference, dove anche diverse altre squadre hanno faticato nel bel mezzo dei playoff della Eastern Conference. Ma i Knicks e gli Orlando Magic sono una partita dietro Milwaukee.

READ  I Warriors acquisiscono due scelte al draft firmando e scambiando Klay Thompson - NBC Sports Bay Area e California

Verso l'ultima settimana della stagione regolare, i Bucks stanno giocando alcune delle loro peggiori partite di basket, ma non hanno smesso di cercare di raddrizzare la nave prima della postseason e di lavorare verso il loro obiettivo finale di un campionato NBA.

Sabato, secondo fonti vicine all'incontro, l'allenatore dei Bucks Doc Rivers ha tenuto una sessione fotografica con i nove migliori veterani della squadra: Antetokounmpo, Damian Lillard, Khris Middleton, Brook Lopez, Beasley, Bobby Portis, Patrick Beverley, Connaughton e Crowder. . Durante quella sessione, a ogni giocatore è stata data la possibilità di esprimere la propria opinione e spiegare ciò che vedeva dal proprio punto di vista, nonché come credeva che la squadra dovesse lavorare altruisticamente come unità per andare avanti.

Una fonte ha descritto la sessione dicendo: “È solo l’inizio di queste conversazioni difficili e necessarie”.

Ma domenica contro i Knicks, i Bucks non sono riusciti a vincere. La partita è iniziata bene con i Bucks che hanno costruito un vantaggio a doppia cifra nel primo tempo, ma le cose sono rapidamente peggiorate.

Con 6:12 rimasti nel secondo quarto, Middleton ha lasciato il gioco dopo aver preso un duro tiro in faccia da Donte DiVincenzo dopo che la guardia dei Knicks aveva commesso fallo sul ferro. Sebbene il pugno di DiVincenzo non fosse intenzionale, quando atterrò sembrò colpire il viso di Middleton. Middleton iniziò immediatamente a sanguinare dalla bocca mentre si sedeva sul pavimento sotto il canestro dei Knicks.

“Chris è stato bravissimo all'inizio della partita; “È stato davvero bello”, ha detto Rivers dopo la partita. “Ti senti semplicemente male per lui. Quel ragazzo non riesce a prendersi una pausa. Voglio dire, quali sono le probabilità che tu entri in una partita e dici: 'Bene, stasera, avrò uno dei miei denti? messo fuori combattimento.”

“Sta vivendo una di quelle stagioni in questo momento, ma va bene così perché tutto può girare a suo favore. Pensavo che anche stasera fosse arrivato con grande spirito, quindi è stata sfortuna.

READ  Clemson finalmente fa il cambio QB e batte la Carolina del Nord per vincere il titolo ACC

Middleton non è tornato e ha lasciato l'arena subito dopo la partita per una visita d'emergenza dal dentista, secondo Rivers.

Perdere Middleton è stato un peccato, dato che domenica è stata la prima volta che i Bucks hanno avuto i loro tre grandi Antetokounmpo, Lillard e Middleton in campo insieme per iniziare una partita in più di una settimana e solo l'ottava volta che hanno iniziato una partita insieme sotto Rivers questo stagione. . In effetti, sono più vicine a sole sei partite, dato che Middleton ha lasciato due di quelle partite in anticipo – con una distorsione alla caviglia sinistra contro i Phoenix Suns il 6 febbraio e domenica sera contro i Knicks – a causa di un infortunio.

Se i Bucks troveranno un modo per raggiungere i playoff, avranno bisogno di un roster sano, ma dovranno anche costruire una migliore intesa tra i loro tre migliori giocatori offensivi.

“Abbiamo iniziato a lavorare su una coppia, ma eravamo solo io e Giannis”, ha detto Lillard del flusso offensivo dei Bucks sotto Rivers. “Dobbiamo essere in grado di far funzionare le cose quando ci siamo io, Khris e Giannis, e questo fa tutto parte del processo.

“Non puoi semplicemente pubblicarlo e dire: 'Fai questo', e tutto scorrerà senza intoppi. Abbiamo un nuovo allenatore in arrivo e ci sono cose che vuole fare e vuole che siano fatte in un certo modo.

Senza Middleton nel secondo tempo, l'attacco dei Bucks ha iniziato a rallentare e a ricorrere troppo spesso a giochi di isolamento, un problema regolare in questa stagione. Dopo aver assistito in 17 dei 20 canestri nel primo tempo, i Bucks hanno smesso di muovere la palla e la loro offensiva si è bloccata. Nei primi sei minuti del secondo tempo, i Bucks hanno segnato sei punti e un vantaggio di 11 punti nel primo tempo è svanito, e i Knicks hanno segnato rapidamente 20 punti portandosi in vantaggio 70-67 a 6:03 minuti dalla fine del terzo quarto. I Knicks non hanno ceduto il loro vantaggio e hanno mantenuto un comodo controllo durante l'ultimo quarto e mezzo verso la vittoria con 13 punti.

Nonostante le recenti difficoltà, i leader dei Bucks continuano a condividere positività e la loro fiducia interiore nella capacità di competere per un campionato in questa stagione non ha vacillato.

READ  Notizie sui 49ers: Kyle Shanahan dice che l'obiettivo è fare due partite di playoff in casa

“Voglio dire, per quanto folle possa sembrare, mi sento bene”, ha detto Lillard. “Ovviamente odio come sono passate le ultime due settimane, non importa quanto tempo ci vuole. È scomodo ed è frustrante quando perdiamo partite che dovremmo vincere e poi abbiamo una partita come stasera in cui iniziamo giocando bene e poi otteniamo un brutto terzo quarto e facciamo in modo che… I giocatori ci credano e poi controllino la partita, ma quando mi guardo intorno nello spogliatoio, mi sento bene.

“Vedo Giannis, Khris, Bobby, Brooke, Jay, Pat, Bess. Quando mi guardo intorno, ho una vera fiducia in ciò che abbiamo, nella nostra esperienza, da quanto tempo siamo qui. So che a volte fa buio Questo campionato è un campionato difficile. A volte ci sono “Momenti difficili. E penso che sia quello che è per noi. Quando succedono cose del genere, tutti diranno quanto sia brutto. Questo è il problema”. (o) “Devono farlo; Devono farlo. Ma quando continui a combattere in queste situazioni, non sai mai quando le cose cambieranno.

“Ecco perché devi restare unito, devi continuare a credere. E questi sono i momenti in cui scopri chi è la persona reale e chi non lo è, perché tutti diranno cose negative e quanto sono sbagliate e quanto sono brutte.” , e puoi piegarli o non piegarli. Questo è ciò che impareremo su noi stessi prima dei Playoff, in base all'esperienza che abbiamo ora.

Sebbene la positività e una forte convinzione siano cose buone da avere e mantenere, i Bucks dovranno cambiare rapidamente le cose perché i Boston Celtics, la migliore squadra della NBA, arriveranno in città martedì, e i Bucks ne hanno solo uno settimana rimasta nella stagione regolare. stagione per prepararsi alla postseason.

(Foto di Damian Lillard, Giannis Antetokounmpo, Doc Rivers: Patrick McDermott/Getty Images)