Novembre 28, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L'Ucraina inizia l'evacuazione volontaria da Kherson: vice primo ministro |  Notizie della guerra tra Russia e Ucraina

L’Ucraina inizia l’evacuazione volontaria da Kherson: vice primo ministro | Notizie della guerra tra Russia e Ucraina

L’Ucraina inizierà a evacuare le persone che desiderano lasciare la città meridionale di Kherson, recentemente liberata, e le aree circostanti, ha annunciato il vice primo ministro Irina Vereshuk, citando i danni alle infrastrutture causati dalle forze russe che hanno reso la vita molto difficile ai residenti.

Funzionari hanno detto che la notizia dell’evacuazione è arrivata quando i missili russi avrebbero colpito un deposito di petrolio a Kherson sabato notte, la prima volta che un deposito di carburante nella città è stato preso di mira da quando la Russia si è ritirata più di una settimana fa.

Sabato, Vereshchuk ha detto che un certo numero di persone aveva espresso il desiderio di allontanarsi da Kherson e dall’area intorno a Mykolaiv, 65 km (40 miglia) a nord-ovest.

“È possibile nei prossimi giorni”, ha detto in una conferenza stampa televisiva a Mykolaiv quando le è stato chiesto quando sarebbero iniziate le evacuazioni da Kherson.

Vereshok ha detto che il governo ha già fatto i preparativi necessari per l’evacuazione. Ha aggiunto che tra coloro che volevano andarsene c’erano gli anziani e le persone colpite dai bombardamenti russi.

Questa è solo un’evacuazione volontaria. “Al momento, non stiamo parlando di sgombero forzato”, ha detto Verichuk.

Ma anche in caso di evacuazione volontaria, lo Stato è responsabile del trasporto. Le persone devono essere portate nel luogo in cui trascorreranno l’inverno.

Ha aggiunto che il governo aveva diverse opzioni di evacuazione, una delle quali utilizzava Mykolaiv come punto di transito prima che le persone venissero inviate a ovest verso parti più sicure del paese.

Ad agosto, Vereshchuk ha affermato che l’Ucraina ha pianificato di espandere il numero di aree in prima linea in cui l’evacuazione dei civili sarebbe obbligatoria, poiché queste aree potrebbero essere occupate e avrebbero anche problemi di riscaldamento durante i mesi invernali ucraini.

READ  Biden incontrerà il principe ereditario saudita senza la presenza del re perché non si è impegnato a denunciare l'omicidio di Khashoggi

I vigili del fuoco sul posto hanno riferito all’agenzia di stampa Associated Press che sabato due missili hanno colpito un deposito di carburante a Kherson.

Anton Gerashchenko, consigliere del governo ed ex viceministro del ministro degli Interni ucraino, ha pubblicato un breve video su Twitter che mostra apparentemente un fumo denso che si alza dopo che sabato sono state segnalate potenti esplosioni a Kherson.

“La Russia continua il suo terrore quotidiano”, ha scritto.

Le autorità ucraine hanno accusato le forze russe di aver distrutto le infrastrutture vitali di Kherson prima di ritirarsi all’inizio di questo mese.

Le autorità locali hanno anche detto all’Associated Press che quando le forze russe hanno lasciato l’area della città di Kherson, hanno rubato autopompe e ambulanze, e i vigili del fuoco hanno detto che ora stavano cercando risorse per rispondere a razzi e altri attacchi.

Il presidente Volodymyr Zelensky e altri funzionari hanno accusato la Russia di tentare di destabilizzare il paese distruggendo centrali elettriche nel tentativo di congelare la popolazione e costringere milioni di ucraini a fuggire verso ovest, creando una crisi di rifugiati per l’Unione europea.

Il ministero dell’Energia ucraino ha dichiarato sabato che la fornitura di elettricità del paese è sotto controllo nonostante la continua ondata di attacchi della Russia alle infrastrutture di generazione di energia.

READ  Il capo della CIA dice che 15.000 russi uccisi nella guerra in Ucraina, Putin in buona salute

Gli attacchi missilistici russi hanno paralizzato quasi la metà del sistema energetico ucraino e le autorità di Kiev hanno affermato venerdì che era possibile un arresto completo della rete elettrica della capitale.

Una vista mostra il centro di Leopoli senza elettricità dopo che le infrastrutture civili vitali sono state colpite dagli attacchi missilistici russi in Ucraina il 15 novembre 2022. [Vladyslav Musiienko/Reuters]

“Vi assicuriamo che la situazione dell’approvvigionamento energetico è difficile, ma è sotto controllo”, ha affermato il ministero dell’Energia in un comunicato.

Il ministero ha affermato che le autorità di tutto il paese hanno deciso di interrompere l’alimentazione elettrica per aiutare gli sforzi di riparazione e ha esortato le famiglie a ridurre il consumo di energia di almeno il 25%.

Maxim Timchenko, capo della DTEK, la più grande compagnia energetica privata del paese, ha affermato che le forze armate, l’industria energetica e il personale ucraini stanno facendo miracoli per mantenere le forniture e le persone non dovrebbero lasciare il paese.

“Ecco perché non c’è bisogno di lasciare l’Ucraina oggi”, ha detto sabato in una dichiarazione della società.

Sempre sabato, il primo treno in nove mesi da Kiev a Kherson è arrivato in città dopo aver lasciato la capitale ucraina venerdì notte, un viaggio reso possibile solo dal ritiro della Russia.

La rete ferroviaria ucraina, Ukrzaliznytsia, ha detto che 200 passeggeri hanno viaggiato sul treno, soprannominato “Train to Victory”, che è stato dipinto con disegni eclettici da artisti ucraini. I biglietti sono stati venduti come parte di una raccolta fondi.