Luglio 15, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Leader di Hong Kong sulle nuove misure di proprietà, attrarre talenti stranieri

Leader di Hong Kong sulle nuove misure di proprietà, attrarre talenti stranieri

John Lee, amministratore delegato di Hong Kong, arriva per tenere il suo discorso politico al Consiglio legislativo di Hong Kong il 19 ottobre 2022.

Paolo Giovani | Bloomberg | Getty Images

L’amministratore delegato di Hong Kong John Lee mercoledì ha annunciato l’intenzione di attrarre talenti e investimenti nell’hub finanziario asiatico che ha perso Migliaia di residenti dall’inizio dell’epidemia.

Nel suo primo discorso politico da quando è entrato in carica a luglio, Lee ha affermato che il governo stanzierà 30 miliardi di dollari di Hong Kong (3,8 miliardi di dollari) per attirare le aziende nella città e lancerà un cosiddetto programma per i migliori talenti “per invogliare i talenti a perseguire la loro carriera a Hong Kong”.

“Negli ultimi due anni, la forza lavoro locale si è ridotta di circa 140.000. Oltre a coltivare e trattenere i talenti locali, il governo cercherà in modo proattivo talenti nel mondo”, Secondo il testo ufficiale del suo intervento.

Hong Kong Indice Hang Seng È leggermente avanzato nei primi scambi, ma ha rinunciato ai guadagni prima del discorso. L’ultima volta è stato scambiato in ribasso dell’1,9% dopo essere sceso brevemente del 2%.

Attirare talenti stranieri

Le persone con uno stipendio annuo di circa $ 318.000 o più e i laureati delle prime 100 università del mondo che hanno avuto tre anni di esperienza lavorativa negli ultimi cinque anni avranno diritto a un permesso di due anni per “esplorare opportunità a Hong Kong.”

Lee ha affermato che gli stranieri che entrano a Hong Kong nell’ambito di programmi di attrazione di talenti, acquistano proprietà residenziali e diventano residenti permanenti, potranno richiedere il rimborso dell’imposta di bollo dell’acquirente e della nuova tassa di bollo residenziale per la loro prima proprietà.

crisi abitativa

Centro finanziario asiatico

Lee ha anche annunciato misure volte a rafforzare la competitività di Hong Kong come centro finanziario, inclusa l’agevolazione della quotazione di alcune società della città.

Ha affermato che l’Hong Kong Exchange and Clearing Company esaminerà le regole di quotazione nel suo consiglio di amministrazione principale il prossimo anno “per facilitare la raccolta di fondi per le società high-tech che non hanno ancora soddisfatto i requisiti di guadagni e storia commerciale”.

Il governo svilupperà anche il settore tecnologico.

Il nostro obiettivo è attrarre almeno 100 persone o attori ad alto potenziale [innovation and technology] Le aziende dovrebbero avviare o espandere la propria attività a Hong Kong nei prossimi cinque anni”, ha affermato, aggiungendo che potrebbe portare a 10 miliardi di dollari di Hong Kong in investimenti e creazione di posti di lavoro.

Qual è il rapporto di Hong Kong con la Cina?

Politica Covid

Per quanto riguarda le politiche COVID, Lee ha affermato che il suo governo sta “facendo del suo meglio per discutere con la terraferma per cercare la ripresa dei normali viaggi transfrontalieri in modo graduale e ordinato”.

“Il nostro primo obiettivo è implementare una ‘quarantena inversa’ a Hong Kong, nota anche come ‘quarantena pre-partenza’, in cui i viaggiatori si mettono in quarantena a Hong Kong prima di dirigersi verso la terraferma.

Hong Kong era una colonia britannica prima di essere ceduta alla Cina nel 1997 per essere governata secondo il quadro “un paese, due sistemi”. A Hong Kong sono stati promessi 50 anni di autonomia e ha libertà che altre città cinesi non hanno, compresi i diritti elettorali limitati.

Hong Kong ha revocato la quarantena obbligatoria per i viaggiatori il mese scorso, dopo quasi due anni di misure di controllo alle frontiere legate al Covid. I viaggiatori devono ancora sottoporsi a più test Covid e monitorare la propria salute all’arrivo.

Lee, fedele a Pechino, è stato l’unico candidato alle elezioni di maggio a sostituire il suo predecessore, Carrie Lam. Circa 1.500 membri della Commissione elettorale in gran parte pro-Pechino hanno votato e Lee ha ottenuto 1.416 voti per diventare il leader supremo di Hong Kong.

Jihye Lee e Lee Ying Shan della CNBC hanno contribuito a questo rapporto.

READ  Il governo lancia un'offerta legale per impedire alle indagini Covid di vedere i WhatsApp di Johnson