Luglio 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il petrolio è in calo a causa dell’incertezza sulla crescita economica cinese

Il petrolio è in calo a causa dell’incertezza sulla crescita economica cinese

(Reuters) – I prezzi del petrolio sono scesi lunedì poiché le domande sull’economia cinese hanno superato i tagli alla produzione dell’OPEC+ e il settimo calo consecutivo del numero di piattaforme petrolifere e di gas operanti negli Stati Uniti.

Il greggio Brent è sceso di 54 centesimi, o dello 0,7%, a 76,07 dollari al barile alle 15:49 GMT, mentre il greggio US West Texas Intermediate ha perso 64 centesimi, o dello 0,9%, a 71,14 dollari. I volumi degli scambi sono stati scarsi a causa delle festività negli Stati Uniti.

Entrambi i contratti si sono conclusi la scorsa settimana con guadagni superiori al 2%.

“L’economia (cinese) sta attraversando forti venti contrari”, ha affermato Tamas Varga, analista petrolifero di BVM. “Il mercato immobiliare non si è ripreso dalla crisi dello scorso anno ea maggio le vendite al dettaglio e la produzione industriale sono state inferiori alle aspettative”.

Diverse grandi banche hanno abbassato le loro previsioni per la crescita del PIL cinese nel 2023 dopo che i dati di maggio della scorsa settimana hanno mostrato che la ripresa post-COVID nella seconda economia mondiale sta vacillando.

È ampiamente previsto che la Cina riduca i suoi tassi di prestito di riferimento martedì, dopo un simile taglio dei prestiti a medio termine la scorsa settimana per sostenere una fragile ripresa economica.

Jorge Leon, vicepresidente senior di Rystad Energy, ha affermato che il traffico stradale globale è diminuito nelle ultime settimane, il che potrebbe anche indicare un rallentamento della crescita e l’impatto sui prezzi del petrolio.

“Molto dipenderà dalla performance economica della Cina nella seconda metà di quest’anno e dall’efficacia delle misure di stimolo recentemente annunciate dal Paese, e dalla capacità degli Stati Uniti e dell’Europa di evitare un rallentamento economico a causa dell’aumento dei tassi di interesse”, ha scritto Lyon. Nota di ricerca.

READ  Perché la guida di FMC è un monito per tutti i ceppi agricoli, anche per i monasteri indomabili

Tuttavia, la produttività della raffineria cinese a maggio è salita al secondo totale più alto mai registrato, contribuendo ad aumentare i guadagni della scorsa settimana, e le società energetiche statunitensi hanno ridotto il numero di piattaforme petrolifere e di gas naturale in funzione per la settima settimana consecutiva per la prima volta da allora. Poi. luglio 2020.

Anche l’aumento delle esportazioni di petrolio iraniano ha influenzato i prezzi. Le esportazioni e la produzione di petrolio greggio dell’Iran hanno raggiunto livelli record nel 2023 nonostante le sanzioni statunitensi, secondo i consulenti, i dati sulle spedizioni e una fonte vicina alla questione, aggiungendosi alle forniture globali quando altri produttori limitano la produzione.

L’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio (OPEC) e gli alleati, inclusa la Russia, hanno concordato questo mese un nuovo patto per la produzione di petrolio e l’Arabia Saudita, il principale produttore del gruppo, si è impegnata a ridurre significativamente la produzione a luglio.

Segnalazione di Nia Williams nella Columbia Britannica Segnalazione aggiuntiva di Ahmed Ghaddar a Londra, Katya Golubkova a Tokyo ed Emily Chao a Singapore Montaggio di David Goodman, Kirsten Donovan

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.