Maggio 25, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Basterà ottenere un voto di fiducia per salvare Hamza Yusuf?

Basterà ottenere un voto di fiducia per salvare Hamza Yusuf?

Il primo ministro scozzese Humza Yousaf trascorre il fine settimana lottando per la sua vita politica.

Si prevede che il leader del Partito nazionale scozzese farà una serie di annunci politici nei prossimi giorni nel tentativo di raccogliere consensi.

Elaborerà piani per creare posti di lavoro, affrontare il cambiamento climatico e migliorare i servizi pubblici, ha detto a BBC News.

Youssef potrebbe dover affrontare due voti di sfiducia la prossima settimana, uno contro se stesso e uno contro il suo governo.

Youssef ha detto di essere determinato a concentrarsi sulle “priorità della gente”.

Il Primo Ministro ha già affrontato critiche interne al suo stesso partito per l'impatto dell'approccio del Partito Verde alla politica economica e sociale sull'SNP e sul Paese.

Youssef lo sa, e il suo tentativo di riprendere il controllo della narrazione da cui rischia di allontanarsi è iniziato venerdì a Dundee.

Sarebbe dovuto essere a Glasgow per tenere un discorso sul tema “Il mercato del lavoro in una Scozia indipendente”.

Invece, Youssef stava vagando per un cantiere edile, cercando di sembrare determinato mentre indossava un elmetto e una giacca ad alta visibilità.

Fonte immagine, Immagini Getty

Commenta la foto, Hamza Yousaf ha visitato un cantiere edile a Dundee venerdì mattina

Il Primo Ministro mi ha detto: “Se chiedi alla gente riguardo agli alloggi, è una delle questioni più importanti a portata di mano”.

Ma al momento non sono i cittadini a dover essere convinti. Tra i politici dell'opposizione al Parlamento scozzese.

Ci sono 63 membri dell'SNP a Holyrood. Ci sono 65 seggi dell'opposizione.

Se Youssef riuscisse a convincere uno o tutti i potenti sette membri dei Verdi a cambiare idea sull’opporsi a lui, potrebbe riuscire a sopravvivere.

Fonte immagine, Immagini Getty

Commenta la foto, I Verdi scozzesi hanno fortemente criticato Humza Yousaf per aver posto fine all’accordo di condivisione del potere

L'altra opzione per lui è ottenere il sostegno di Ash Regan, suo ex rivale per la leadership dello Scottish National Party, che è passato al partito di Alba di Alex Salmond in ottobre.

La signora Reagan ha fissato il prezzo del suo sostegno, ed è in aumento.

In primo luogo, ha chiesto la formazione di un governo competente, una rinnovata attenzione all’indipendenza e il lavoro per proteggere “la dignità, la sicurezza e i diritti delle donne e dei bambini”, in riferimento al dibattito di genere al centro di molti dei problemi di Youssef.

La signora Regan ha poi aggiunto all'elenco le misure per salvaguardare il futuro della raffineria di Grangemouth nel Firth of Forth.

Youssef sta scrivendo ai leader di Holyrood di tutti i partiti, offrendosi di tenere incontri per discutere come “far funzionare un governo di minoranza”.

“Cortesia professionale”

Parlando a BBC News, la signora Reagan sembrava suggerire che ciò non sarebbe bastato.

Ha anche rivelato di non aver avuto una sola conversazione con Youssef da quando lui l'ha sconfitta nella competizione per la leadership la scorsa primavera.

Spiegazione video, Ash Regan dice di non parlare con Humza Yousaf da più di un anno

Youssef aveva descritto la partenza del suo ex rivale dal Partito nazionale scozzese come “una perdita non particolarmente grande”.

Parlando alla BBC Radio Scotland, Gillian MacKay, membro del Partito dei Verdi per la Scozia centrale, ha difeso l’accordo di condivisione del potere originariamente raggiunto sotto Nicola Sturgeon nel 2021.

Ha aggiunto: “Ciò che il Primo Ministro ci sta dicendo è: siete stati eliminati, ma possiamo rimanere amici?”

“In realtà sono molto turbata”, ha detto la signora MacKay, sembrando piangere. “Non vogliamo essere in questa posizione, ma questo è il Primo Ministro che ci ha messo qui.”

In Youssef c'è stato un accenno di qualcosa di vicino al rimorso in tutto questo sentimento, quando mi ha detto che simpatizzava con i co-leader del Partito dei Verdi, Patrick Harvey e Lorna Slater, che aveva espulso dal suo gabinetto, costando loro i posti ministeriali. .

Mi ha detto che “non intendeva turbarli”, aggiungendo che capiva perché erano così arrabbiati.

La sua lettera a loro contiene delle scuse?

“Inferno elettorale”

In ogni caso, i canali secondari tra il SNP e i partiti di opposizione sono già aperti.

Il volante e la manovrabilità sono perfetti.

Dopo il crollo dell’accordo Boathouse, lo descrisse come “un patto faustiano che ci avrebbe portato alle porte dell’inferno elettorale”.

Come avrebbe potuto vincere contro personaggi del calibro di Ewing, della signora Reagan e dell'ex ministro delle finanze del Partito nazionale scozzese Kate Forbes, che aveva sconfitto di poco per diventare leader, rivolgendosi allo stesso tempo all'ala sinistra del suo partito e ai Verdi?

Per dirla in modo più schietto: dopo una settimana di tumulti, come può sopravvivere a lungo anche se ottiene per poco il voto di fiducia?

La risposta, secondo un’altra fonte vicina a Youssef, è dura: “Non può”.