Maggio 18, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Funzionari affermano che la Russia ha subito perdite nel fallito attraversamento del fiume

Funzionari affermano che la Russia ha subito perdite nel fallito attraversamento del fiume

Kiev, Ucraina (AFP) – Le forze russe hanno subito pesanti perdite in un attacco ucraino che ha distrutto un ponte che le boe stavano usando per tentare di attraversare un fiume a est, hanno detto funzionari ucraini e britannici, in un altro segno della lotta di Mosca per salvare la fine del la guerra. obliquo.

Nel frattempo, le autorità ucraine hanno aperto il primo processo per crimini di guerra Dal conflitto venerdì. L’imputato è un soldato russo catturato, accusato di aver sparato a morte un civile di 62 anni nei primi giorni della guerra.

Il processo è iniziato quando l’offensiva russa nel Donbass, il cuore industriale orientale dell’Ucraina, sembrava trasformarsi sempre più in una stridente guerra di logoramento.

Il comando aviotrasportato dell’Ucraina ha pubblicato foto e video di quello che ha affermato essere un ponte di barche russo distrutto sul fiume Seversky Donets e diversi veicoli militari russi distrutti o danneggiati nelle vicinanze. Il comando ha affermato che le sue forze “hanno sommerso gli occupanti russi”.

Il ministero della Difesa britannico ha affermato che la Russia ha perso “elementi corazzati manovrabili significativi” da almeno un battaglione tattico nell’offensiva all’inizio di questa settimana.

“Condurre attraversamenti fluviali in un ambiente conteso è una manovra estremamente rischiosa e parla della pressione a cui sono sottoposti i leader russi per far avanzare le loro operazioni nell’Ucraina orientale”, ha affermato il ministero nel suo aggiornamento quotidiano dell’intelligence.

In altri sviluppi, sono state sollevate domande sulla mossa della Finlandia e forse della Svezia di aderire alla NATO quando il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha affermato che il suo paese “non ha un’opinione positiva” sull’idea. Ha accusato la Svezia e altri paesi scandinavi di sostenere i militanti curdi e altri che la Turchia considera terroristi.

Erdogan non ha detto esplicitamente che avrebbe impedito ai due paesi di aderire alla NATO. Ma l’alleanza militare prende le sue decisioni all’unanimità, il che significa che ciascuno dei 30 stati membri ha il diritto di veto su chi può aderire.

READ  Aggiornamenti in tempo reale: la Russia invade l'Ucraina

L’allargamento della NATO sarebbe un duro colpo per il presidente russo Vladimir Putin, che è entrato in guerra in quello che ha descritto come un tentativo di contrastare l’avanzata dell’alleanza verso est. Ma l’invasione dell’Ucraina ha sollevato timori in altri paesi lungo il fianco della Russia che potrebbe essere il prossimo.

Con l’Ucraina che chiede più armi per scongiurare l’invasione, il funzionario degli affari esteri dell’Unione Europea ha annunciato l’intenzione di dare a Kiev altri 500 milioni di euro (520 milioni di dollari) per acquistare armi pesanti.

Il ministro della Difesa ucraino Oleksiy Reznikov ha affermato che le armi pesanti provenienti dall’Occidente ora in arrivo in prima linea – inclusi gli obici statunitensi da 155 mm – impiegheranno del tempo per invertire la tendenza a favore dell’Ucraina. Ha ammesso che non era in vista una rapida fine della guerra.

“Stiamo entrando in una nuova e prolungata fase della guerra”, ha scritto Reznikov in un post su Facebook. Ci aspettano settimane molto difficili. Quanti saranno? Nessuno può dirlo con certezza”.

La battaglia del Donbass ha trasformato villaggio dopo villaggio, avanti e indietro senza grandi scoperte su entrambi i lati e poco terreno raggiunto.

L’analista militare ucraino indipendente Oleh Zhdanov ha affermato che feroci battaglie si stavano svolgendo sul Siversky Donets vicino alla città di Severodonetsk. Ha detto che l’esercito ucraino ha lanciato contrattacchi ma non è riuscito a fermare l’avanzata russa.

“Il destino di gran parte dell’esercito ucraino è deciso: ci sono circa 40.000 soldati ucraini”, ha detto.

Il comandante dell’esercito ucraino per la regione di Luhansk nel Donbass ha dichiarato venerdì che le forze russe hanno aperto il fuoco 31 volte su aree residenziali il giorno precedente, distruggendo dozzine di case, principalmente nei villaggi di Hersk e Bobasnyanska, e un ponte a Rubijn .

miniatura del video di YouTube

Nel sud, i funzionari ucraini hanno affermato un altro successo nel Mar Nero, dicendo che le loro forze avevano preso d’assalto un’altra nave russa, sebbene non ci fossero conferme dalla Russia e non fossero state segnalate vittime.

READ  Cosa metterà a rischio l'economia globale se la Russia invaderà l'Ucraina

Oleksiy Aristovich, un consigliere presidenziale ucraino, ha detto che la nave logistica Vsevolod Bobrov è stata gravemente danneggiata ma non si crede che sia affondata quando è stata bombardata mentre cercava di consegnare un sistema antiaereo all’isola di Snek.

Ad aprile, l’Ucraina ha affondato il Moskva, un incrociatore missilistico guidato che era l’ammiraglia della flotta russa del Mar Nero. A marzo è stata distrutta una nave da sbarco.

Justin Crump, un ex comandante di carri armati britannici e ora consulente per la sicurezza, ha affermato che le perdite di Mosca l’hanno costretta a ridimensionare i suoi obiettivi. Disse che i russi dovevano usare unità assemblate frettolosamente che non si addestravano insieme ed erano quindi meno efficaci.

“Questo non sarà veloce. Quindi siamo stabili almeno nell’estate dei combattimenti. Penso che la parte russa sia molto chiara sul fatto che ci vorrà molto tempo. “

I pubblici ministeri ucraini stanno indagando su migliaia di possibili crimini di guerra. Diverse presunte atrocità sono emerse il mese scorso dopo che le forze russe hanno abbandonato il loro tentativo di impadronirsi di Kiev e si sono ritirate dall’altra parte della capitale, esponendo fosse comuni e strade disseminate di cadaveri.

Nel primo caso di crimini di guerra portato in giudizio, il sergente russo. Vadim Shishimarin, 21 anni, potrebbe essere incarcerato a vita se fosse condannato per aver sparato alla testa a un uomo ucraino attraverso il finestrino di un’auto aperto in un villaggio nella regione nord-orientale di Sumy il 28 febbraio, quattro giorni dopo l’invasione.

In una piccola aula di tribunale a Kiev, dozzine di giornalisti hanno assistito all’inizio dei procedimenti in tempo di guerra, che gli osservatori internazionali seguiranno da vicino per garantire che il processo fosse equo.

Indossando una felpa con cappuccio blu e grigia e pantaloni della tuta grigi, l’imputato si è seduto in una piccola gabbia di vetro durante il procedimento, che è durato circa 15 minuti e riprenderà mercoledì.

READ  Come l'Estonia vuole stare lontana dalla propaganda russa

A Shishimarin sono state poste una serie di domande, incluso se capisse i suoi diritti e se volesse un processo con giuria. Quest’ultimo ha rifiutato.

Il suo avvocato responsabile dell’Ucraina, Viktor Ovsyanikov, ha riconosciuto che il caso contro il soldato era solido e non ha indicato quale fosse la sua difesa.

Shishimarin, un membro di un’unità di carri armati catturata dalle forze ucraine, ha ammesso di aver sparato al civile in un video diffuso dal servizio di sicurezza ucraino, affermando di aver ricevuto l’ordine di farlo.

Mentre la guerra si trascina, gli insegnanti stanno cercando di ripristinare un certo senso di normalità dopo che i combattimenti hanno chiuso le scuole ucraine e sconvolto la vita di milioni di bambini.

A Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina, le lezioni si tengono in una stazione della metropolitana che è diventata la casa di molte famiglie. I bambini si sono uniti alla loro maestra Valerie Lecco attorno a un tavolo per conoscere la storia dell’arte, con disegni di ragazzi alle pareti.

“Aiuta a sostenerli mentalmente. Poiché la guerra è ora e molti hanno perso la casa… alcuni dei genitori delle persone stanno litigando ora”, ha detto Leko. Parzialmente tornando alle lezioni, “sentono che qualcuno li ama”.

La studentessa più anziana, Anna Fedoriyaka, ha assistito alle lezioni online di un professore sulla letteratura ucraina.

Ha detto che la connessione a Internet era un problema per alcuni. e “È difficile concentrarsi quando devi fare i compiti con le esplosioni vicino alla tua finestra”.

___

Yesica Fisch a Bakhmut, Yuras Karmanau a Lviv, Mstyslav Chernov a Kharkiv, Jari Tanner a Helsinki, Elena Becatoros a Odessa e altro personale di AP in tutto il mondo hanno contribuito a questo rapporto.

___

Segui la copertura dell’Associated Press sulla guerra in Ucraina: https://apnews.com/hub/russia-ukraine