Maggio 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Elon Musk: il veicolo spaziale fuori controllo di SpaceX ha lottato per autodistruggersi

Elon Musk: il veicolo spaziale fuori controllo di SpaceX ha lottato per autodistruggersi

Durante il suo breve primo volo più di una settimana fa, il gigantesco razzo spaziale costruito da SpaceX ha creato un inaspettato “uragano di roccia” al momento del lancio e diversi motori si sono guastati mentre si dirigeva verso l’alto prima di perdere il controllo.

Quindi, Elon Musk, il fondatore dell’azienda, ha dichiarato in un aggiornamento consegnato durante una chat vocale su Twitter sabato sera, che la fine della corsa è stata ancora più stressante di quanto avrebbe dovuto essere. Il comando di autodistruzione automatizzato non ha distrutto immediatamente il veicolo spaziale. Passarono invece 40 secondi prima che il missile esplodesse definitivamente.

Nonostante tutto ciò che è andato storto, il signor Musk ha considerato il lancio dell’astronave un successo.

“Ovviamente non è un successo completo, ma è comunque un successo”, ha detto.

Ha detto che lo scopo del volo di prova era “imparare molto, e noi abbiamo imparato molto” e che quest’anno sono previsti altri voli di prova.

Il veicolo spaziale, il più potente mai lanciato, è fondamentale per gli obiettivi di SpaceX di far volare gli umani su Marte, così come i piani della NASA di riportare gli astronauti sulla luna entro il 2025 come parte del programma Artemis.

Sebbene il razzo non sia arrivato nello spazio, “il risultato è stato più o meno quello che mi aspettavo e potrebbe aver leggermente superato le mie aspettative”, ha detto Musk, osservando che “ha abbandonato la piattaforma con danni minimi alla piattaforma”.

Allo stesso tempo, ha ammesso che il lancio è stato lanciato detriti su una vasta area Le nuvole di polvere risultanti hanno raggiunto una piccola città a miglia dalla rampa di lancio nella punta meridionale del Texas.

READ  Il Dow Jones è in anticipo sui minuti della Fed Il titolo Tesla è sceso a un nuovo minimo

Durante la discussione su Twitter, durata quasi un’ora, il signor Musk ha risposto a vaghe domande tecniche e ha fornito una cronologia dettagliata di ciò che è andato storto durante il volo di quattro minuti.

Tre dei 33 motori nella fase di potenziamento dell’astronave si sono spenti prima che il razzo lasciasse la rampa di lancio.

“Il sistema non pensava che fossero abbastanza sani da farli stare bene, quindi li ha bloccati”, ha detto Musk.

La perdita di tutti e tre i motori fece inclinare di lato l’astronave mentre si dirigeva verso l’alto. “Di solito non ci aspettiamo magri”, ha detto Musk. “In realtà dovrebbe andare verso l’alto.”

Ventisette secondi dopo il lancio, qualcosa è andato storto con uno dei motori – “si è verificata una sorta di azione vigorosa”, ha detto Musk – e ha danneggiato molti altri motori vicini.

“Il razzo ha continuato ad andare”, ha detto Musk. Erano trascorsi 85 secondi dall’inizio del volo, ha detto Musk, “dove le cose hanno davvero colpito l’elica”, quando il razzo ha perso la sua capacità di guidare la sua direzione puntando verso gli ugelli del motore.

Da quel momento in poi, il missile ha iniziato a volare senza controllo e ha continuato anche dopo l’ordine di arrivo.

“Ci è voluto molto tempo per fare a pezzi i carri armati”, ha detto Musk del sistema di terminazione del volo, che ha lo scopo di distruggere un missile fuori controllo. Il ritardo ha dimostrato la resilienza del razzo, che è rimasto intatto mentre cadeva.

“Sembra che i margini strutturali della vettura siano migliori di quanto ci aspettassimo”, ha detto Musk.

READ  Gli amministratori delegati della tecnologia mi dicono che sono stufi dei dipendenti viziati della Silicon Valley

Per il prossimo lancio, ha detto, potrebbero essere aggiunti altri esplosivi per garantire che “il missile esploda immediatamente se fosse necessario interrompere il volo”.

L’altra sorpresa inaspettata è stata la frantumazione del cemento sotto il razzo al momento del lancio.

La spinta inaspettata di 30 motori ha creato un “tornado di roccia” che ha sparso detriti su centinaia di acri e ha creato una gigantesca nuvola di polvere.

“Fondamentalmente una tempesta di sabbia artificiale”, ha detto Musk. “Ma non vogliamo farlo di nuovo.”

Invece dei 33 motori del razzo che sparano direttamente sul cemento sotto il razzo al decollo, verrà installata una grande piastra d’acciaio con raffreddamento ad acqua. Il signor Musk ha detto che il tablet non era pronto per il lancio la scorsa settimana.

Ha detto che le prossime riparazioni del razzo e della rampa di lancio sarebbero state pronte in sei-otto settimane. Tuttavia, la FAA, che regola i lanci di razzi, sta indagando sugli eventi del primo lancio e dovrà accontentarsi delle modifiche e dei miglioramenti di SpaceX prima che sia consentito un altro volo di Starship.

Il prossimo lancio tenterà di raggiungere gli obiettivi della prima missione: far sì che l’astronave si separi con successo dal booster e raggiunga lo spazio prima di orbitare attorno alla maggior parte del pianeta e atterrare nelle acque al largo delle Hawaii.

Il signor Musk non ha promesso il successo completo al secondo tentativo. Ha detto che si aspetta che quest’anno vengano lanciati altri quattro o cinque velivoli Starship. “Probabilmente avremo l’80% di possibilità di entrare in orbita quest’anno”, ha detto Musk. “Non voglio sfidare il destino, ma penso che ci sia quasi il 100% di possibilità di entrare in orbita entro 12 mesi”.

READ  Le case automobilistiche europee sono preoccupate per l'abilità delle auto elettriche cinesi al Motor Show di Monaco

Il signor Musk ha detto che SpaceX quest’anno ha speso “$ 2 miliardi” su Starship e non avrebbe avuto bisogno di ulteriori investimenti per sviluppare il razzo.

Uno degli usi principali dell’astronave sarà come lander lunare durante la missione Artemis III della NASA, che consiste nel portare gli astronauti sulla superficie lunare vicino al polo sud. Il signor Musk ha affermato con sicurezza che l’astronave sarà pronta prima di altri componenti come il razzo Space Launch System che la NASA sta costruendo. “Non saremo mai un fattore limitante”, ha detto.

Ha anche sottolineato le sfide tecniche che SpaceX sta cercando di superare nella produzione di un gigantesco veicolo spaziale che può essere rapidamente fatto atterrare ripetutamente, qualcosa di simile a un aereo a reazione.

“Questo è sicuramente un candidato per il problema tecnico più difficile che gli umani abbiano mai fatto”, ha detto Musk.