Giugno 8, 2023

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Preparati a vedere di più sull’aurora boreale

Pennsylvania centrale. Inghilterra meridionale. Arizona.

L’aurora boreale si vede più spesso nelle regioni più settentrionali della Terra, ma negli ultimi mesi è stata visibile anche alle popolazioni più a sud. Gli scienziati affermano che questa non è una coincidenza, ma parte di una tendenza che consentirà a una fascia più ampia del mondo di avere un raro assaggio di questo fenomeno nei prossimi anni.

Le luci saranno visibili più a sud a causa di uno spostamento nei campi magnetici del sole, che ruotano su un ciclo di 11 anni. Questo fenomeno raggiungerà il picco nel 2025, durante la fase nota come massimo solare.

Shannon Schmoll, direttore dell’Abrams Planetarium presso la Michigan State University, ha affermato che l’espansione della visibilità delle luci, causata dall’attività nel campo magnetico del sole, è già iniziata.

L’aurora boreale, o aurora boreale, si crea quando il vento solare o le particelle cariche del sole interagiscono con il campo magnetico terrestre, sollevando gli atomi nell’atmosfera.

Ha detto che gli elettroni saltano a un livello di energia più alto e rilasciano luce – vista come l’aurora boreale – quando si stabilizzano di nuovo.

L’ossigeno nell’atmosfera produce una luce verde o rossa durante l’aurora boreale, mentre l’azoto provoca il blu.

Di solito, le aurore si vedono più facilmente in luoghi come la Scandinavia e il nord del Canada. Ogni inverno turisti da tutto il mondo affollano i siti artici, avventurandosi nelle notti innevate per scoprire questo fenomeno.

Ma negli ultimi mesi nell’emisfero settentrionale, gli avvistamenti delle luci sono aumentati più a sud.

READ  Si scopre che un razzo ha colpito la luna non proveniva da SpaceX. quindi, cos'è?

In una fredda domenica notte di febbraio, i cieli dell’Inghilterra meridionale e dell’Irlanda erano illuminati dall’aurora boreale. A marzo, potenti tempeste geomagnetiche hanno contribuito a renderlo visibile fino all’estremo sud degli Stati Uniti, come la Carolina del Nord e New York. Ad aprile sono stati avvistati in Arizona, California centrale, Ontario meridionale e Inghilterra.

Nell’emisfero australe, l’aurora boreale, o aurora boreale, di solito può essere vista dall’Antartide, dall’Australia e dall’Argentina meridionale. Anche la sua visione si espanse.

Oltre a creare un bellissimo spettacolo, gli scienziati sono interessati alle aurore perché intense tempeste geomagnetiche, che possono creare luci, possono anche danneggiare le reti elettriche, ha affermato Taylor Cameron, ricercatore del Canadian Hazard Information Service. L’ultima grave interruzione di questo tipo è stata nel 1989, che ha lasciato sei milioni di persone in Quebec senza elettricità.

Il dottor Cameron ha affermato che poiché i campi magnetici del sole si invertono su un periodo di 11 anni, questo ciclo va dal minimo solare al massimo solare. Gli esperti prevedono che il massimo solare sarà raggiunto nel 2025, il che significa che l’ovale aurorale, o la regione sulla Terra dove sono visibili le luci, si allargherà fino ad allora.

“Quando siamo nella parte più bassa del ciclo solare, il sole è molto tranquillo, praticamente non succede nulla”, ha detto il dottor Cameron. “E poi, al massimo, abbiamo molti brillamenti solari, molte espulsioni di massa coronale. Il sole è molto più attivo”.

Ha detto che l’attuale sessione è iniziata nel 2019.

Il dottor Cameron ha affermato che il ciclo solare è correlato al campo magnetico del sole, ma non influisce sulla sua temperatura. Contrariamente al ciclo di 11 anni del Sole, il campo magnetico terrestre si inverte ogni decine di migliaia di anni.

READ  La nuova immagine del sole è diversa da tutto ciò che abbiamo visto prima

Gli emisferi nord e sud possono raggiungere il massimo solare in momenti diversi, dato che possono essere fuori sincrono, ha affermato C. Alex Young, direttore associato della scienza nella divisione di scienze eliofisiche della NASA.

Il dottor Young ha affermato che la modellazione meteorologica spaziale, che combina dati reali e modelli informatici che ricreano la fisica dello spazio, consente agli scienziati di comprendere meglio l’aurora boreale.

Le stagioni migliori per osservare l’aurora boreale sono la primavera e l’autunno, soprattutto in prossimità degli equinozi.

“Questo è lo stesso momento in cui l’equatore è completamente piatto con il piano di rotazione del sole”, ha detto William Archer, scienziato di missione presso l’Agenzia spaziale canadese.

Il dottor Archer ha affermato che gli eventi solari-terrestri sono misurati dall’indice Kp, che è una scala da zero a nove. Più alto è il numero, più attiva è l’aurora boreale.

L’episodio dell’aurora boreale del mese scorso ha raggiunto un successo di otto volte. Per gli spettatori negli Stati Uniti centrali, ha detto, Kp dovrebbe essere di circa sette o più. Le aree più scure lontane dalle luci della città hanno la migliore visibilità.

Amy Hope, amministratore delegato di Aurora Region, una compagnia turistica dell’aurora boreale con sede nel Regno Unito, ha affermato che i viaggi per vedere l’aurora boreale spesso comportano la ricerca della vista perfetta.

In passato, ha affermato, Maximum Solar ha contribuito ad attirare l’attenzione dei viaggiatori. Da quando la finestra uditiva era stata allargata, la signora Hope aveva ricevuto lettere da amici in Scandinavia che avevano visto le luci dalle finestre della cucina. Anche durante il massimo solare, i gruppi turistici cercheranno la vista migliore.

READ  Il rover Mars fa una scoperta inaspettata e banale

“Ciò che crea dipendenza – in mancanza di una parola migliore – è che è diverso ogni volta”, ha detto la signora Hope.

Amministrazione nazionale oceanica e atmosferica Le previsioni a breve termine funzionano Con la posizione e l’intensità del crepuscolo.