Giugno 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Lo Zambia approva un piano di alleggerimento del debito “pietra miliare” con la Cina e altri creditori

Lo Zambia approva un piano di alleggerimento del debito “pietra miliare” con la Cina e altri creditori

Ricevi aggiornamenti gratuiti sullo Zambia

La Cina e altri creditori hanno raggiunto un accordo per ristrutturare prestiti per miliardi di dollari allo Zambia, ponendo fine a una lunga situazione di stallo sul default del Paese africano nel 2020 che ha messo in luce una spaccatura tra Pechino e gli istituti di credito occidentali su come risolvere un’ondata di crisi del debito nel mondo in via di sviluppo. .

Venerdì il presidente dello Zambia Hakainde Hichilema ha elogiato il presidente cinese Xi Jinping per “averci aiutato a raggiungere questo importante traguardo” dopo che gli istituti di credito guidati dalla Cina hanno accettato di riorganizzare i prestiti per 6,3 miliardi di dollari, in un accordo che il governo del presidente francese Emmanuel Macron ha contribuito a sigillare Vertice globale sulla finanza e il clima A Parigi.

“Siamo pienamente consapevoli che c’è ancora molto lavoro davanti a noi”, ha aggiunto Hichilema, riflettendo sul fatto che lo Zambia deve ancora normalizzare i termini con ciascun prestatore bilaterale e concludere un accordo separato per ristrutturare altri 6,8 miliardi di dollari di debito privato.

Il secondo più grande produttore di rame dell’Africa è stato lasciato in un limbo finanziario e non è stato in grado di continuare ad accedere a un piano di salvataggio del Fondo monetario internazionale da 1,3 miliardi di dollari, mentre la Cina, il più grande creditore del paese, e altri istituti di credito hanno combattuto per mesi su una proposta per svalutare quasi la metà del valore di quasi 13 miliardi di dollari. del debito estero totale.

READ  Sette morti nel fuoco dell'istituto di difesa russo Russia

Sotto la pietra miliare, i prestatori bilaterali guidati dalla Cina hanno concordato un periodo di grazia di tre anni sui pagamenti degli interessi e sulle scadenze estese, aprendo la strada allo Zambia per riprendere i finanziamenti dal Fondo monetario internazionale e avviare colloqui con i creditori privati.

Insolitamente tra gli accordi di ristrutturazione del debito con i creditori ufficiali, l’accordo fornirà anche una minore riduzione del debito nel caso in cui l’economia dello Zambia andrà meglio del previsto nei prossimi anni.

“Questo accordo unico e innovativo stabilisce sia una linea di base che un trattamento di emergenza che verrà attivato automaticamente se la valutazione della performance economica e delle politiche dello Zambia migliora”, ha affermato Kristalina Georgieva, amministratore delegato del FMI.

Gli analisti hanno affermato che sono necessari maggiori dettagli su quanto la riduzione del debito riceverà effettivamente lo Zambia se la sua economia migliora.

L’accordo è stato un vantaggio diplomatico per Macron al vertice di Parigi che ha riunito i leader mondiali per discutere le riforme del sistema di prestito tra paesi ricchi e poveri.

L’accordo con lo Zambia aumenterà le speranze di altri paesi come il Ghana e l’Etiopia, che sono in trattative simili per la ristrutturazione del debito dominate dai prestiti dalla Cina. Pechino è diventata il più grande finanziatore del mondo in via di sviluppo nell’ultimo decennio.

La Cina è stata riluttante ad accettare svalutazioni dirette dei prestiti esteri dalle sue banche e, nel caso dello Zambia, ha suggerito che i finanziatori multilaterali per lo sviluppo come la Banca mondiale compiano il passo senza precedenti di aderire alla ristrutturazione.

READ  Un cucciolo di orca orfano fugge da un lago canadese dopo un mese di tentativi

Un investitore di debito coinvolto nei colloqui ha affermato che le banche di sviluppo probabilmente offriranno prestiti agevolati piuttosto che svalutazioni come un modo per aprire un accordo.

A causa delle preoccupazioni per la stabilità finanziaria interna, lo Zambia ha escluso dalla ristrutturazione le sue obbligazioni in valuta locale e persino le partecipazioni estere di quel debito. Giovedì il ministero delle Finanze ha dichiarato che i creditori ufficiali hanno acconsentito ad accettare la posizione.

L’investitore ha affermato che gli acquirenti stranieri di debito pubblico locale a Lusaka sembrano aver ridotto le loro partecipazioni da $ 3,2 miliardi a meno di $ 2 miliardi dalla fine dello scorso anno, tra i timori che il prestito interno possa essere incluso nella ristrutturazione, come nel caso del Ghana e Sri Lanka.

E il Ministero delle Finanze ha dichiarato lo scorso ottobre che il servizio di tali partecipazioni assorbirebbe circa l’80% dei fondi disponibili per estinguere i debiti esteri.

“Per la Cina, la fine dei giochi sembra essere una decisione di limitare le sue perdite finanziarie, diffondendo più ampiamente la colpa per la triste e insostenibile situazione in cui si trovano molte economie fortemente indebitate”, ha affermato Eswar Prasad, professore di economia alla Cornell University.

La società di investimento Lazard ha assistito lo Zambia nelle sue trattative con i creditori.