Maggio 20, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L’attività di streaming della Disney realizza un profitto nel suo primo rapporto finanziario dopo la sfida di Iger

L’attività di streaming della Disney realizza un profitto nel suo primo rapporto finanziario dopo la sfida di Iger

La Walt Disney Co. ha registrato una perdita nel secondo trimestre a causa di oneri di ristrutturazione e svalutazione, ma i suoi utili rettificati hanno superato le aspettative e la sua attività di streaming ha realizzato un profitto. Anche i parchi a tema hanno continuato a registrare buoni risultati e la società ha alzato le aspettative per quest’anno.

Mentre Disney ha dichiarato martedì che si aspetta che la sua attività di streaming complessiva diminuisca nel trimestre in corso a causa della sua piattaforma in India, Disney+ Hotstar, si aspetta che l’attività di streaming combinata sarà redditizia nel quarto trimestre e sarà un importante motore di crescita futura per l’azienda. L’azienda, con ulteriori miglioramenti della redditività nell’anno fiscale 2025.

Il business direct-to-consumer, che comprende Disney+ e Hulu, ha registrato un utile operativo trimestrale di 47 milioni di dollari rispetto alla perdita di 587 milioni di dollari dell’anno precedente. I ricavi sono aumentati del 13% a 5,64 miliardi di dollari.

Per il business combinato dello streaming, che comprende Disney+, Hulu ed ESPN+, le perdite operative nel secondo trimestre si sono ridotte a 18 milioni di dollari da 659 milioni di dollari, mentre i ricavi sono migliorati a 6,19 miliardi di dollari da 5,51 miliardi di dollari.

Gli abbonati principali di Disney+ sono aumentati di oltre il 6% nel secondo trimestre.

Tuttavia, il miglioramento dell’immagine della Disney per quanto riguarda lo streaming arriva mentre il suo business via cavo diminuisce. Questo segmento ha visto un calo dei ricavi dell’8% nell’ultimo trimestre.

“Guardando la nostra azienda nel suo insieme, è chiaro che le iniziative di trasformazione e crescita che abbiamo lanciato lo scorso anno hanno continuato a fornire risultati positivi”, ha affermato il CEO Bob Iger in una dichiarazione preparata.

Intervenendo durante la teleconferenza della Disney, Iger ha affermato che la società prevede di aggiungere una scheda ESPN a Disney+ entro la fine dell’anno, una manovra già eseguita con Hulu. Ciò consentirà agli abbonati statunitensi di accedere ad alcuni sport dal vivo e programmi in studio all’interno dell’app Disney+.

READ  Gli Stati Uniti stanno intensificando il giro di vite sulla criptovaluta con azioni legali contro Coinbase e Binance

ESPN, Fox e Warner Bros. lo hanno annunciato Scoperta Piano a febbraio per lanciare una piattaforma di streaming sportivo autunnale che includerà spettacoli di almeno 15 reti e tutti e quattro i principali campionati sportivi professionistici.

Iger ha anche detto che la società inizierà a prendere provvedimenti il ​​mese prossimo Condividi la password Per il servizio di live streaming in alcuni mercati, espanderà questa campagna a livello globale a settembre.

Sebbene la Disney offra contenuti in streaming di alta qualità, Iger ha affermato che la società deve ora concentrarsi sulla creazione della propria tecnologia, in modo simile a ciò che stanno facendo concorrenti come Netflix. Si prevede che queste azioni, inclusa la campagna per la password, miglioreranno i profitti.

È il primo rapporto finanziario da quando gli azionisti hanno rifiutato gli sforzi dell’investitore attivista Nelson Beltz Ottenere un posto nel consiglio di amministrazione della società il mese scorso, sostenendo fermamente Iger mentre cerca di rivitalizzare la società dopo un periodo difficile.

Alcuni investitori Disney potrebbero essersi aspettati di più dal rapporto trimestrale, ma “la società ha spostato le sue operazioni verso il suo modello di core business, che è di natura più conservativa”, ha affermato Thomas Montero, analista senior di Investing.com.

Montero si è concentrato sugli sforzi dell’azienda per rendere redditizia la sua divisione di live streaming.

“La più grande sorpresa della giornata è arrivata sotto forma di streaming, che alla fine è riuscito a realizzare un profitto – ben al di sopra delle aspettative – in un periodo di massiccio sciopero a Hollywood”, ha detto Montero. “Ciò suggerisce che forse un modello più globale, a basso costo, simile a Netflix, è la strada da percorrere in un’operazione che deve ripensare le sue prospettive di crescita nel suo insieme”.

READ  Il petrolio trattiene il fiato in attesa dei tagli alle forniture dell’OPEC+

I ricavi dei parchi a tema nazionali della Disney sono aumentati del 7%, mentre quelli dei parchi a tema esteri hanno registrato un aumento del 29%.

Ma la Disney ha ammesso di aver sofferto dell’aumento dei costi nei suoi parchi a tema durante il trimestre a causa dell’inflazione.

La società ha affermato che c’è stato un aumento della spesa da parte degli ospiti di Walt Disney World a causa dei prezzi più alti dei biglietti, mentre gli ospiti di Disneyland hanno aumentato la loro spesa a causa dei prezzi più alti dei biglietti e delle tariffe delle camere d’albergo.

All’estero, Disneyland Hong Kong ha beneficiato dell’apertura, nel mese di novembre, di Frozen World, una sezione del parco che comprende giostre ispirate ai celebri film “Frozen”.

Come molte destinazioni turistiche, la Disney continua ad adattarsi ai viaggi post-pandemia.

“Mentre i consumatori continuano a viaggiare in numero record e continuiamo a vedere una domanda sana, stiamo vedendo alcune prove di moderazione globale dal picco di viaggi post-Covid”, ha affermato il CFO Hugh Johnston durante la chiamata.

Nel periodo terminato il 30 marzo, la Disney ha perso 20 milioni di dollari, ovvero un centesimo per azione. Ciò si confronta con un profitto di 1,27 miliardi di dollari, o 69 centesimi per azione, un anno fa.

Gli oneri di ristrutturazione e svalutazione sono saliti a 2,05 miliardi di dollari rispetto ai 152 milioni di dollari dello stesso periodo dell’anno precedente.

Gli utili rettificati, escluse commissioni e altre voci, sono stati di 1,21 dollari per azione, superando facilmente gli 1,12 dollari per azione previsti dagli analisti intervistati da Zacks Investment Research.

READ  Le azioni aprono in rialzo dopo le sorprese dei dati sull’inflazione: notizie dal mercato azionario oggi

Disney ha affermato che, data la performance del secondo trimestre, ora ha un obiettivo di crescita dell’utile per azione rettificato per l’intero anno del 25%. In precedenza si aspettava una crescita di almeno il 20%.

Il fatturato della società con sede a Burbank, in California, è salito a 22,08 miliardi di dollari rispetto ai 21,82 miliardi di dollari dell’anno precedente, ma è stato leggermente inferiore alle stime di Wall Street di 22,13 miliardi di dollari.

Le vendite di contenuti e i ricavi da licenze sono diminuiti del 40% perché la Disney non ha rilasciato alcun titolo cinematografico significativo durante il secondo trimestre rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, che includeva l’uscita di “Ant-Man and the Wasp: Quantumania”. I risultati dello scorso anno sono stati aiutati anche dalla continua performance di “Avatar: The Way of Water”, che uscirà a dicembre 2022.

Martedì le azioni sono scese di oltre il 10%.

A febbraio, The Walt Disney Company ha dichiarato di aver effettuato “riduzioni significative dei costi” e di aver ridotto le spese di vendita, generali e di altro tipo di 500 milioni di dollari nel primo trimestre. Azienda Migliaia di posti di lavoro tagliati Nel 2023.

A marzo, gli alleati del governatore Ron DeSantis e della Disney hanno contattato A.J Colonia È in corso una battaglia presso il tribunale statale su come sarà sviluppato Walt Disney World in futuro dopo l’acquisizione del governo del parco divertimenti da parte del governatore della Florida.

Il mese scorso la Actors’ Equity Association ha dichiarato che gli artisti di Disneyland in California e il sindacato che li regola Hanno presentato una petizione Per il riconoscimento sindacale