Luglio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli ultimi dati sull’inflazione offrono il potenziale per un “maggiore rialzo” nel rally del mercato azionario

Gli ultimi dati sull’inflazione offrono il potenziale per un “maggiore rialzo” nel rally del mercato azionario

Dopo un inizio difficile nel 2024, gli ultimi dati sull’inflazione potrebbero significare più carburante per l’attuale rally del mercato azionario.

“La riduzione dell’inflazione rimane uno dei fattori chiave alla base del rally del mercato azionario”, ha scritto in una nota ai clienti Julian Emanuel, che guida la strategia azionaria, derivati ​​e quantitativa presso Evercore ISI.

Domenica, Emanuel ha alzato il suo obiettivo di prezzo di fine anno per l’S&P 500 (^GSPC) a 6.000 da 4.750. Emanuel ha citato una traiettoria di inflazione promettente e i “primi inning” del trading con intelligenza artificiale quando ha spostato l’obiettivo di fine anno al massimo. livello a Wall Street.

L’indice S&P 500 e il Nasdaq (^IXIC) hanno registrato quattro chiusure record consecutive la scorsa settimana, poiché gli investitori hanno digerito dati sull’inflazione più deboli del previsto sia per i prezzi al consumo che per quelli all’ingrosso.

Jonathan Golub, capo stratega azionario statunitense presso la banca d’investimento UBS, che detiene uno dei più alti obiettivi di fine anno per l’S&P 500 a 5.600, ritiene che i dati sull’inflazione di questa settimana e cosa potrebbero significare per eventuali tagli dei tassi di interesse “offrono il potenziale di più… dall’inflazione.” “Al rialzo” rispetto alle aspettative di fine anno.

La fiducia di Golub sta crescendo mentre l’inflazione mostra il suo progresso più significativo verso l’obiettivo del 2% della Fed dall’inizio dell’anno. Ciò sta alimentando le speranze di tassi di interesse più bassi e spingendo al ribasso i rendimenti dei titoli del Tesoro, che hanno rappresentato un notevole ostacolo per le azioni nell’ultimo anno.

L’indice dei prezzi al consumo (CPI) di maggio ha mostrato che l’indice dei prezzi alla produzione “core”, che esclude le categorie alimentari ed energetiche volatili, è aumentato dello 0,2% nel mese, il valore più basso da giugno 2023. Nel frattempo, l’indice dei prezzi alla produzione “core” è aumentato (l’indice dei prezzi alla produzione PPI , che esclude le categorie alimentari ed energetiche, è rimasto invariato a maggio rispetto al mese precedente, al di sotto delle aspettative degli economisti per un aumento dello 0,3%.

READ  La repressione dell'MTA arresta 44 truffatori che devono quasi 1 milione di dollari di parcelle

Combinando i diversi parametri, gli economisti ritengono che ciò indichi una lettura positiva della misura di inflazione preferita dalla Fed all’interno dell’indice delle spese per consumi personali (PCE) alla fine di questo mese.

L’economista della Bank of America Stephen Juneau ha scritto che l’indice dei prezzi alla produzione di giovedì supporta la loro opinione secondo cui “la deflazione è il percorso più probabile da seguire” e indica un rapporto “A+” per le spese principali per i consumi personali per maggio. La Bank of America stima che le spese principali per i consumi personali siano aumentate dello 0,16% su base mensile a maggio.

“I dati CPI e PPI di maggio sono favorevoli alla nostra opinione secondo cui la Fed taglierà i tassi entro la fine dell’anno”, ha scritto Juneau. “Riteniamo che i recenti dati sull’inflazione sottostimino notevolmente la probabilità che la Fed aumenti i tassi di interesse e riteniamo che i dati sul mercato del lavoro suggeriscano che anche la probabilità di rapidi tagli dei tassi sia bassa.

“Un ciclo di allentamento a partire da settembre rimane possibile, soprattutto se l’inflazione immobiliare diminuirà ulteriormente nei prossimi due mesi”.

I dati sull’inflazione sembrano aver rallegrato gli investitori alla luce dell’ultimo Riepilogo delle proiezioni economiche (SEP) della Fed, che ha mostrato che l’aspettativa media di un taglio dei tassi è scesa a un solo taglio nel 2024. I mercati stanno ora scontando un taglio dei tassi più duro. tagli. Quest’anno stavano entrando nella settimana.

Alcuni attribuiscono questo al momento del rilascio dei dati. Il rapporto sull’IPC è arrivato poche ore prima che la Fed pubblicasse il suo rapporto – e mentre il presidente della Fed Jerome Powell ha osservato che i funzionari sono autorizzati a modificare le loro previsioni dopo il rilascio dei dati economici, “la maggior parte delle persone non lo fa”.

READ  "Emergenza petrolifera": lavora da casa e guida più lentamente, afferma IEA

Inoltre, la richiesta della Fed era ravvicinata, con un solo funzionario a favore di un taglio invece di due. Tra la ristretta maggioranza e il secondo dato positivo sull’inflazione della settimana dopo la conclusione della riunione della Fed, gli strateghi di Wall Street ritengono che le previsioni della Fed potrebbero in realtà essere superate.

“Onestamente allora [the inflation data] “Quello che è successo una settimana fa, penso che sia stato probabilmente sufficiente a tenere un paio di persone in più sul carro dei due tagli dei tassi”, ha detto giovedì David Kelly, capo stratega della gestione patrimoniale globale di JPMorgan, in una tavola rotonda con i media.

Kelly ha affermato che gli ultimi dati confermano che l’inflazione sta lentamente scendendo verso l’obiettivo del 2% della Fed. Kelly ha affermato che, a meno che l’economia americana non subisca uno shock inaspettato tale da cambiare il suo corso, “l’atterraggio morbido continuerà”.

FILE - Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell parla durante una conferenza stampa presso la Federal Reserve Bank a Washington, 1 maggio 2024. Mercoledì 12 giugno 2024, la Fed concluderà la sua riunione finale rilasciando una dichiarazione politica, aggiornando le sue politiche economiche e previsioni sui tassi di interesse e tenendo una conferenza stampa con Powell.  (Foto AP/Susan Walsh, file)

Si riserva il diritto di cambiare idea sull’abbassamento dei tassi di interesse? Il presidente della Federal Reserve Jerome Powell (AP Photo/Susan Walsh) (Agenzia di stampa)

Josh Schaeffer è un giornalista di Yahoo Finance. Seguitelo su X @_joshschafer.

Clicca qui per un’analisi approfondita delle ultime notizie sul mercato azionario e degli eventi che muovono i prezzi delle azioni.

Leggi le ultime notizie finanziarie e commerciali da Yahoo Finanza