Luglio 13, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La guardia costiera cinese usa cannoni ad acqua su una nave filippina pochi giorni dopo che gli Stati Uniti sostengono Manila nel mare conteso

La guardia costiera cinese usa cannoni ad acqua su una nave filippina pochi giorni dopo che gli Stati Uniti sostengono Manila nel mare conteso

Forze armate delle Filippine

Fermo immagine dal video diffuso dalle Forze Armate delle Filippine.


Hong Kong
CNN

Sabato la guardia costiera cinese ha utilizzato cannoni ad acqua contro imbarcazioni filippine in un'area contesa nel Mar Cinese Meridionale, nell'ultimo di una serie di scontri navali tra i due paesi.

Le scaramucce arrivano pochi giorni dopo che il segretario di Stato americano Antony Blinken ha ribadito l'impegno di Washington a difendere l'accesso delle Filippine all'enorme corso d'acqua, che la Cina rivendica, scatenando crescenti scontri con i suoi vicini negli ultimi anni.

Secondo le forze armate filippine, un video dell’incidente mostrava una nave civile filippina che subiva “gravi danni” a causa di un cannone ad acqua.

Anche l'Agenzia France-Presse Accusato La guardia costiera cinese ha eseguito una “manovra pericolosa” attraversando la prua di una nave di rifornimento prima di utilizzare un cannone ad acqua.

La Cina ha poi installato barriere galleggianti “per impedire ulteriormente l’ingresso di qualsiasi nave”, ha affermato.

L'agenzia ha affermato che una nave della guardia costiera filippina, una nave della guardia costiera cinese e due navi della milizia marittima cinese “l'hanno ostacolata e circondata, isolandola dalla nave dei rifornimenti”.

La nave è stata “isolata dalla nave di rifornimento a causa del comportamento irresponsabile e provocatorio della Marina cinese, che ha mostrato disprezzo per la Convenzione sui regolamenti internazionali per la prevenzione delle collisioni in mare”, ha detto Guy Tarella, portavoce della Guardia costiera filippina. in una dichiarazione. posta Su X.

Pechino e Manila sono da tempo in competizione per Thomas Shoal II, che si trova a circa 200 chilometri (125 miglia) al largo dell'isola filippina di Palawan. Negli anni '90, le Filippine hanno messo a terra una vecchia nave da trasporto navale della Seconda Guerra Mondiale chiamata BRP Sierra Madre, per far valere le proprie rivendicazioni sull'area. La nave è ora per lo più un relitto arrugginito ed è presidiata da marines filippini di stanza a rotazione.

READ  Cene di Stato alla Casa Bianca in Kenya: Orchidee e Obama

Recentemente si sono verificati scontri quando le Filippine hanno tentato di rifornire le truppe nella Sierra Madre.

Le Forze Armate delle Filippine hanno affermato di essere riuscite a rifornire la Sierra Madre, anche se una delle navi coinvolte nell'operazione non è stata in grado di proseguire la sua rotta.

In posta Sul sito di social media cinese Weibo, la guardia costiera cinese ha affermato di aver adottato “misure di monitoraggio conformi alla legge” contro le navi filippine, che, a suo dire, erano “entrate illegalmente nelle acque adiacenti al Renai Reef”.

Ren'ai Reef è il nome che la Cina ha dato al Second Thomas Shoal, un'area che le Filippine chiamano Ayungin Shoal.

L’ultima situazione di stallo è arrivata appena quattro giorni dopo che il Segretario di Stato Blinken ha dichiarato in una conferenza stampa a Manila che gli Stati Uniti hanno un “fermo impegno” a difendere le Filippine nel Mar Cinese Meridionale.

Intervenendo in una conferenza stampa congiunta con la sua controparte filippina, Blinken ha affermato che gli alleati “hanno una preoccupazione condivisa per le azioni della Repubblica popolare cinese che minacciano la nostra visione condivisa di una regione indo-pacifica libera e aperta, compreso il Mar Cinese Meridionale. ” E nella zona economica esclusiva delle Filippine.

Blinken ha affermato che il Trattato di mutua difesa del 1951, in base al quale Washington si è impegnata a difendere Manila dagli attacchi, è “rigoroso” e “si estende agli attacchi armati contro le forze armate delle Filippine, le navi pubbliche e gli aerei – compresi quelli della guardia costiera – in qualsiasi evento.” luogo. Nel Mar Cinese Meridionale.”

READ  Il primo ministro britannico Sunak affronta una nuova votazione per occupare il seggio dopo le dimissioni di un parlamentare accusato di molestie

In Confronto Due settimane fa, una nave della Guardia costiera cinese ha utilizzato idranti contro una barca filippina, frantumandone il pannello di vetro e ferendo quattro marinai.