Luglio 19, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La diagnosi di Re Carlo ha facilitato i lunghi tempi di attesa per le cure contro il cancro nel Regno Unito

La diagnosi di Re Carlo ha facilitato i lunghi tempi di attesa per le cure contro il cancro nel Regno Unito

LONDRA (AP) – Per Anna Gittins, tre mesi avrebbero segnato la differenza tra la vita e la morte.

La preside della scuola elementare di Hereford, nell’Inghilterra occidentale, è rimasta scioccata nello scoprire di avere un cancro del colon-retto in stadio avanzato nel 2022. Ma quando ha chiamato l’ospedale locale, le è stato detto che nessuno avrebbe potuto vederla per tre mesi “a causa dell’elevata domanda”. E il declino delle capacità dei medici senior”.

“Mi è stato diagnosticato un cancro all'intestino al quarto stadio, che si era diffuso al fegato. “Non ho tre mesi di attesa”, ha detto, usando un altro termine per il cancro del colon-retto. Aveva solo 46 anni.

Gittins ha ricevuto assistenza sanitaria privata e da allora è stato sottoposto a intervento chirurgico e chemioterapia. “Mi considero molto fortunata, ma ci sono molte persone che morirebbero inutilmente quando un trattamento immediato le avrebbe aiutate”, ha detto. “Questo non è giusto. Non in un paese come il nostro.”

Gittins è tra le migliaia di persone malate di cancro che sono state deluse Servizio sanitario nazionale in Gran Bretagnaun'istituzione un tempo rispettata Ora è ampiamente considerato come in una grave crisi A causa di anni di finanziamenti insufficienti e di personale insufficiente.

I tempi di attesa per la diagnosi e il trattamento del cancro in tutto il Regno Unito sono peggiorati negli ultimi anni e si stanno avvicinando a livelli record – e gli esperti dicono che troppi tumori vengono diagnosticati troppo tardi. Gli esperti avvertono che il peso del cancro aumenterà con l’invecchiamento della popolazione del paese.

Il recente annuncio da parte dei funzionari di palazzo che al re Carlo III era stato diagnosticato un cancro ha evidenziato la questione. I funzionari non hanno detto che tipo di cancro abbia Charles, ma è stato scoperto di recente Procedura correttiva per l'ingrossamento della prostata.

La decisione del monarca 76enne di condividere pubblicamente la sua diagnosi di cancro è stata ampiamente apprezzata e gli esperti hanno affermato che è servita a ricordare con forza che il cancro colpisce una persona su due nel Regno Unito. La notizia ha scatenato un “effetto Re Carlo” che ha portato immediatamente a un aumento delle visite ai siti web di informazione e supporto sul cancro a livello nazionale.

READ  Shane MacGowan: tributi al "Maggiore" al funerale di Tipperary

Ma molti non potevano fare a meno di confrontare il trattamento rapido ricevuto da Charles, pochi giorni dopo la sua diagnosi, con le prestazioni dei cittadini britannici negli ospedali pubblici.

I funzionari della sanità pubblica puntano a che il 75% dei pazienti con sospetto cancro ricevano una diagnosi entro quattro settimane dal consulto urgente da parte di un medico. Dicono anche che l'85% dei malati di cancro deve attendere meno di due mesi per il primo trattamento antitumorale.

Ma l’ultima volta che tutti questi obiettivi relativi ai tempi di attesa sono stati raggiunti in Inghilterra è stato il 2015, dicono gli esperti, e i ritardi sono peggiori nelle aree più povere del paese come l’Irlanda del Nord.

Secondo il centro di ricerca indipendente Nuffield Trust, nel Regno Unito un paziente su tre attende più di due mesi per iniziare il trattamento dopo un ricovero urgente per una valutazione del cancro. In totale, secondo Radiotherapy UK, 225.000 persone hanno aspettato troppo a lungo dal 2020.

Il tasso di sopravvivenza per i tumori comuni nel Regno Unito è costantemente inferiore a quello dei paesi con sistemi sanitari universali e spesa sanitaria pubblica pro capite simili, Rapporto recente Trovato dall'organizzazione benefica Cancer Research UK.

A parte i tempi di attesa più lunghi, le persone malate di cancro nel Regno Unito hanno ricevuto anche meno chemioterapia e radioterapia rispetto a paesi come Canada, Australia, Danimarca e Norvegia. Un altro studio dell'ente di beneficenza Egli ha detto.

“È molto preoccupante che siamo sottotrattati nel Regno Unito rispetto a paesi simili. Per il cancro ai polmoni, ad esempio, il 28% dei pazienti riceve la chemioterapia nel Regno Unito”, ha affermato Nasser Al-Turabi, direttore delle prove e dell'implementazione presso Cancer Research UK. In Norvegia la percentuale è del 45%.

READ  Adornano "Black Panther: Wakanda Forever"

Al-Turabi ha sottolineato la mancanza di investimenti sia in attrezzature che in personale specializzato negli ultimi 15 anni, che ha portato il Regno Unito a classificarsi all’ultimo posto tra 36 paesi sviluppati in termini di numero di macchine per TAC e risonanza magnetica.

“Sappiamo che abbiamo una popolazione che invecchia, ma non esiste alcun impegno specifico da parte del governo per soddisfare la domanda che sappiamo sta arrivando”, ha affermato. “Non possiamo nemmeno fornire prenotazioni online per gli appuntamenti di screening. L'infrastruttura digitale ha 20 anni.”

Cathy McAllister, sopravvissuta al cancro, è così frustrata dall'inefficienza del servizio sanitario nazionale che decide di riqualificarsi per diventare un'attivista di sensibilizzazione sul cancro.

L'ex dirigente del marketing di Belfast, Irlanda del Nord, ha affermato di aver aspettato almeno due mesi per iniziare il trattamento dopo che le è stato diagnosticato un cancro del colon-retto in stadio avanzato nel 2019. Ha aggiunto che è stata in grado di assicurarsi una scansione di follow-up dopo il trattamento solo perché ha continuato a inseguirlo con i capi dell'ospedale.

“È solo un'attesa in ogni fase”, ha detto McAllister, 53 anni. “Ti aspetti che il cancro sia una priorità, e non appena vedi un medico, ti abbracceranno e ti prenderai cura di te.” , ma non lo sei. Sei solo un altro numero perché sono così stressati. “

La cura del cancro non è l’unica parte del servizio sanitario nazionale in crisi. Milioni di persone hanno difficoltà a prenotare appuntamenti dal medico di famiglia o dal dentista, i reparti di emergenza degli ospedali sono regolarmente sopraffatti e un numero record di persone è bloccato in liste d’attesa per trattamenti di routine.

La pandemia di Covid-19 ha esacerbato la situazione, ma il servizio sanitario nazionale – un’enorme istituzione che impiega più di un milione di persone – ha lottato a lungo per far fronte alla riduzione dei finanziamenti pubblici e alla crescente aspettativa di vita. Molti attribuiscono la crisi alle politiche di austerità Dai successivi governi conservatori, che hanno tagliato i budget per la sanità, l’assistenza sociale e l’istruzione durante i loro 14 anni al potere.

READ  Rob Schneider sostiene che la cultura dell'annullamento è "finita" dopo che una commedia stand-up è stata fischiata per battute offensive

In risposta a una domanda sui ritardi nella cura del cancro, NHS England ha affermato che a più persone viene diagnosticato il cancro in una fase iniziale come mai prima d’ora e che sono disponibili più opzioni di trattamento. Ha affermato in una dichiarazione che nell’ultimo anno, quasi 3 milioni di persone hanno ricevuto screening per il cancro salvavita, rispetto a 1,6 milioni di dieci anni fa.

Il primo ministro Rishi Sunak, che ha fatto della riduzione dei tempi di attesa una delle principali priorità, ha accusato una serie di attese senza precedenti. A causa dello sciopero di medici e infermieri Per mancanza di progressi.

Decine di migliaia di medici hanno lasciato il lavoro più volte dalla fine del 2022 per protestare contro il deterioramento delle condizioni e chiedere salari migliori, che secondo i sindacati non tengono il passo con la crescente inflazione. Il mese scorso, i medici in formazione hanno scioperato per sei giorni, lo sciopero più lungo di questo tipo nella storia del servizio sanitario nazionale.

McAllister, un sopravvissuto al cancro, vuole che la cura del cancro sia un punto focale prima delle elezioni generali britanniche, previste per quest'anno. Invita il governo a sviluppare un piano contro il cancro e a dedicare al cancro la stessa attenzione e urgenza che hanno dedicato alla pandemia di COVID-19.

“È scioccante che ogni volta che si verificano tempi di attesa per i malati di cancro, questi vengano quasi ignorati. Siamo diventati un po' insensibili a queste statistiche”, ha detto. “Abbiamo bisogno che le persone si alzino e dicano: 'Non è abbastanza buono.'”