Luglio 15, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

La Corte Suprema del Guatemala partecipa alle elezioni e sospende la pubblicazione dei risultati ufficiali

La Corte Suprema del Guatemala partecipa alle elezioni e sospende la pubblicazione dei risultati ufficiali

CITTÀ DEL GUATEMALA (AP) – La più alta corte del Guatemala ha sospeso la pubblicazione dei risultati elettorali ufficiali, concedendo un’ingiunzione temporanea a 10 partiti che contestano i risultati del voto del 25 giugno.

Nella tarda serata di sabato, la Corte costituzionale ha convocato una nuova udienza per riesaminare le divergenze contestate in non più di cinque giorni.

Sandra Torres e Bernardo Arevalo sono emersi da un campo di quasi due dozzine di candidati presidenziali al primo turno di votazioni. Con nessuno dei due che si avvicinava alla soglia del 50%, avrebbero dovuto competere in un ballottaggio il 20 agosto per determinare il prossimo presidente del Guatemala.

Arévalo, in particolare, del Seed Movement Progressive Party è stata una sorpresa, poiché non stava effettuando sondaggi tra i principali candidati. Torres, la candidata del partito conservatore UNE, sta facendo la sua terza candidatura alla presidenza.

In sostanza, il tribunale vuole confrontare i conteggi messi in atto nel sistema elettorale con quelli negli stessi seggi elettorali per assicurarsi che corrispondano. Se necessario, il tribunale ha dichiarato che ordinerà un nuovo conteggio dei voti contestati.

L’avvocato costituzionale Alejandro Balsils ha affermato che un riconteggio dovrebbe essere evitato a favore del processo. I comitati temporaneamente formati che contano i voti in ogni seggio elettorale il giorno delle elezioni sono quelli che devono essere contati.

In termini pratici, significa che una settimana dopo le elezioni, i risultati rimangono non ufficiali per il presidente, il vicepresidente, tutti i seggi al Congresso e centinaia di uffici eletti locali in tutto il paese.

Tra i partiti che hanno contestato i risultati c’erano tre candidati che erano leader dei sondaggi prima del giorno delle elezioni, ma che alla fine hanno ottenuto meno dell’8% dei voti ciascuno. Tuttavia, il partito di Torres ha anche chiesto una revisione dei numeri delle votazioni.

READ  Le forze sudcoreane hanno sparato colpi di avvertimento dopo che i soldati nordcoreani hanno attraversato il confine

Decine di persone hanno manifestato davanti al tribunale sabato notte, chiedendo che i loro voti siano rispettati e non determinati dai tribunali.

Arevalo era tra loro e ha detto: “Con il popolo non permetteremo loro di frodare la volontà del popolo guatemalteco”.