Febbraio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Indagine sul Covid: Matt Hancock afferma che la chiusura anticipata avrebbe potuto mantenere aperte le scuole

Indagine sul Covid: Matt Hancock afferma che la chiusura anticipata avrebbe potuto mantenere aperte le scuole

Matt Hancock ha affermato che la chiusura delle scuole nel gennaio 2021 avrebbe potuto essere evitata se i ministri fossero intervenuti all’inizio dello scorso autunno.

L’ex ministro della sanità ha dichiarato all’inchiesta sul Covid che evitare un blocco ha portato all’adozione di misure più severe in seguito.

I messaggi WhatsApp dell’ottobre 2020 mostravano che era preoccupato che l’allora cancelliere Rishi Sunak stesse esercitando “pressioni” su Boris Johnson “a non fare ancora abbastanza”.

Ha anche accusato i leader locali di anteporre “la politica alla salute pubblica”.

Il deputato del West Suffolk ha osservato che i politici della Grande Manchester, come il sindaco Andy Burnham, sono stati “di fatto inutili” quando il governo ha cercato di mettere in atto restrizioni locali.

Questo è stato il secondo giorno dell’inchiesta in cui l’inchiesta ha ascoltato le prove del signor Hancock, che è stato ministro della sanità per gran parte della pandemia.

È stato costretto a dimettersi nel giugno 2021 dopo essere stato sorpreso a violare le regole di distanziamento sociale baciando la sua assistente, Gina Coladangelo.

Interrogato sull’incidente, ha riconosciuto che avrebbe potuto danneggiare la fiducia del pubblico nelle regole.

Maggiori informazioni su Covid e Inchiesta Covid

Le domande all’inizio della sessione di venerdì si sono concentrate sulle decisioni prese a partire da settembre 2020, quando i casi di Covid hanno cominciato ad aumentare dopo la pausa estiva.

I messaggi WhatsApp dell’ottobre 2020 mostrano che Hancock chiede al capo della funzione pubblica Simon Case informazioni su un incontro che sostiene sia stato “bloccato”.

Il signor Case ha risposto: “Rishi si è già rassegnato alla scelta che ha… La sua unica domanda (e una domanda giusta) riguarda la vendita al dettaglio non essenziale – dove chiaramente non abbiamo prove di trasmissione.

“Pensa che sia meglio fare qualcosa nelle scuole superiori (dove sappiamo che la trasmissione sta avvenendo) piuttosto che chiudere tutti i negozi (dove sappiamo che non sembra accadere)”.

Parlando con l’avvocato dell’inchiesta, Hugo Keith KC, Hancock ha respinto le ipotesi secondo cui ci fosse un compromesso tra considerazioni sanitarie ed economiche, affermando: “Se non blocchiamo ci saranno più morti e dovremo affrontare misure più severe”. .” Chiusura in futuro.”

Ha aggiunto: “Quindi, con il senno di poi, se avessimo intrapreso un’azione urgente nel settembre 2020, avremmo potuto evitare, ad esempio, la necessità di chiudere le scuole, cosa che alla fine abbiamo dovuto fare perché i casi erano così elevati entro gennaio”.

A gennaio la situazione era diventata così pericolosa che “doveva essere tirata ogni leva”, ha aggiunto Hancock.

C’è stata preoccupazione per l’impatto dannoso della chiusura delle scuole sui bambini, soprattutto su quelli provenienti da contesti svantaggiati.

All’inizio di quest’anno, i parlamentari avevano avvertito che potrebbero essere necessari 10 anni per ridurre il divario tra i bambini svantaggiati e gli altri bambini fino al livello in cui si trovava prima della pandemia.

A metà ottobre 2020, nel tentativo di rallentare la diffusione del virus, il governo ha introdotto un sistema a livelli, in cui sono state implementate regole diverse nelle regioni a seconda del numero di casi locali.

Ciò è dovuto al fatto che le restrizioni più severe non erano abbastanza forti, ha affermato, ma anche perché i negoziati con i leader locali hanno portato a ritardi e confusione.

Ha elogiato Joe Anderson, che all’epoca era sindaco di Liverpool, dicendo che erano stati in grado di lavorare insieme per mettere insieme un pacchetto di sostegno “efficace”.

Tuttavia, ha alzato le sopracciglia quando ha detto che il signor Anderson “purtroppo non è più con noi”, anche se l’ex sindaco è ancora vivo.

Anderson ha risposto pubblicando un messaggio sui social media: “Ho appena misurato il polso e sembra che io sia ancora qui e mi senta bene”.

Commenta la foto,

Andy Burnham ha fornito prove dell’inchiesta all’inizio della settimana

Paragonando Anderson ad altri leader locali, Hancock ha affermato che essi sono stati “poco costruttivi e in alcuni casi non effettivamente utili”.

Keith KC ha chiesto se questo fosse ciò a cui si riferiva l’ex consigliere scientifico capo Sir Patrick Vallance quando nelle sue memorie menzionava i “difficili negoziati a Manchester”.

Hancock ha affermato che le cose stanno così e ha sottolineato che i suoi commenti riguardavano la leadership locale, aggiungendo: “Non ho nulla in contrario con la meravigliosa città di Manchester”.

La Greater Manchester è stata posta in restrizioni di terzo livello il 20 ottobre, il che significa che pub e bar sono chiusi e la mescolanza domestica è limitata.

La decisione ha scatenato una disputa tra Burnham e il governo sull’importo del sostegno finanziario che dovrebbe essere fornito alla regione.

Rispondendo alle critiche, Burnham ha detto: “Questa potrebbe essere l’opinione del signor Hancock, ma ha torto.

“Il sindaco e dieci leader della Grande Manchester, compreso il leader conservatore, hanno trascorso lunghe ore cercando di negoziare un accordo con il governo… Sosteneteli”.

“Sedute di terapia”

All’inchiesta furono mostrate lettere in cui Hancock affermava di voler fare un annuncio particolare il più presto possibile, dicendo: “Trapelerà comunque – e gli scozzesi cercheranno di fare prima il loro annuncio”.

Ha detto alle indagini: “A volte, [she] “Lascerà la riunione e inizierà a comunicare la decisione, ad esempio, prima di quanto concordato.”

Ha detto di avere un buon rapporto con i ministri della sanità di Galles, Scozia e Irlanda del Nord e ha paragonato i loro incontri a “sessioni di terapia”.

La Sturgeon è apparsa all’inchiesta nel giugno di quest’anno, ma si prevede che comparirà nuovamente, con udienze pubbliche che proseguiranno fino al 2026.

Si prevede che Boris Johnson e Rishi Sunak forniscano prove all’inchiesta entro la fine dell’anno.