Febbraio 28, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il Pentagono pubblica una guida completa sulla limitazione dei danni ai civili

Il Pentagono pubblica una guida completa sulla limitazione dei danni ai civili

Ma le direttive arrivano anche in un momento critico per il Dipartimento della Difesa, nel mezzo di un tumulto internazionale per l’uso da parte di Israele di armi fornite dagli Stati Uniti per bombardare Gaza. È stato introdotto tramite un comunicato stampa giovedì prima di Natale, mentre cresceva la pressione sul presidente Joe Biden affinché riducesse gli aiuti militari a Israele.

“Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti sta stabilendo nuovi requisiti su come le forze americane proteggono i civili nei conflitti, proprio come Israele ha ucciso 20.000 civili a Gaza con le bombe statunitensi”, ha affermato Mark Garlasco, ex funzionario del Pentagono e consigliere militare della PAX, un’organizzazione per la protezione civile. . Organizzazione non governativa olandese.

Tuttavia, Garlasco e i rappresentanti delle organizzazioni umanitarie hanno elogiato Austin per aver fatto dell’iniziativa una priorità personale e per aver richiesto una riforma radicale che, secondo loro, porterà a un cambiamento reale. Hanno affermato che le nuove mosse aprono la strada al Dipartimento della Difesa per considerare i rischi per i civili come parte del processo di pianificazione operativa – anche prima che si verifichi un attacco militare – e per indagare e rispondere meglio agli incidenti quando si verificano danni civili.

Austin aveva inizialmente annunciato un piano per rivedere le direttive nell’autunno del 2022, tra le intense critiche al Pentagono per non essere riuscito a prevenire la morte di civili in Iraq, Siria e Afghanistan. Tra le rivelazioni più importanti del New York Times: A
Insabbiamento dello sciopero del 2019

In Siria sono state uccise decine di donne e bambini
Un fallito attacco di droni statunitensi

A Kabul, che ha portato all’uccisione di 10 persone innocenti a Kabul durante il ritiro dall’Afghanistan nell’agosto 2021.

READ  Le proteste contro il nuovo sistema di coscrizione militare dell'India diventano violente

“Questa politica rappresenta un gradito passo in avanti da parte delle forze armate statunitensi nel modo in cui conducono le operazioni militari”, ha affermato Garlasco, aggiungendo che “salverà vite civili ottenendo risultati operativi migliori per le forze armate statunitensi”.

La guida afferma che per la prima volta il Ministero della Difesa includerà informazioni esterne durante la pianificazione operativa e le indagini, comprese le informazioni provenienti dalla stampa e dalle organizzazioni non governative. Fino ad ora, il Dipartimento della Difesa ha fatto affidamento solo sulla propria intelligence.

L’obbligo di identificare gli ufficiali chiave per coordinare gli sforzi volti a limitare i danni civili garantisce che la questione riceva “un’attenzione continua a livello senior”, ha scritto Dan Stegall, direttore delle politiche di mitigazione e risposta dei danni civili del Dipartimento della Difesa.
articolo

Pubblicato giovedì.

Le nuove direttive richiedono inoltre che il Pentagono inizi a sviluppare, acquisire e schierare armi per contribuire a ridurre i danni ai civili, con particolare attenzione alle tecnologie emergenti come l’intelligenza artificiale e la realtà aumentata.

“Ciò catalizza gli sforzi del Dipartimento della Difesa per esplorare e sfruttare le tecnologie emergenti (possibilmente incluse l’intelligenza artificiale, l’apprendimento automatico, le tecnologie della realtà aumentata e altre tecnologie) per migliorare la consapevolezza del campo di battaglia, migliorare l’identificazione degli obiettivi e massimizzare l’efficacia delle operazioni militari”, ha affermato Stegall.

La sezione sulla fornitura di assistenza in materia di sicurezza agli alleati degli Stati Uniti manca di dettagli. La guida richiede ai comandi combattenti e all’Agenzia per la cooperazione e la sicurezza della difesa – che sovrintende all’invio di armi statunitensi a paesi stranieri – di condurre valutazioni per affrontare i registri di alleati e partner relativi ai danni ai civili e include un requisito per coloro che ricevono armi statunitensi. Ma non stabilisce i criteri in base ai quali ciò verrà giudicato.

READ  Il partito KCR avanza a Telangana, RJD guidato da Tejashwi Yadav in Bihar, BJP in UP

Annie Schell, direttrice del Centro per i civili in conflitto degli Stati Uniti, ha affermato che, pur accogliendo con favore la politica, si trattava solo di un primo passo.

“La vera misura del suo successo sarà nell’attuazione, e nel modo o se fornirà risultati per i civili – sia impedendo il ripetersi dei devastanti danni civili osservati nelle operazioni statunitensi negli ultimi 20 anni, sia fornendo, in ultima analisi, risposte e responsabilità ai cittadini. civili”. Ha detto che molti civili che sono stati danneggiati nelle operazioni precedenti stanno ancora aspettando il riconoscimento da parte del governo degli Stati Uniti.