Febbraio 22, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

L’alleato di Putin offre all’Ucraina un pacchetto di aiuti salvavita

L’alleato di Putin offre all’Ucraina un pacchetto di aiuti salvavita

Il primo ministro ungherese Viktor Orban ha indicato che un pacchetto di 50 miliardi di euro (55 miliardi di dollari) da parte dell’Unione Europea per l’Ucraina potrebbe essere approvato se il suo paese ne fosse esentato.

Orban, alleato di lunga data del presidente russo Vladimir Putin, ha suggerito giovedì che l’Unione europea potrebbe aggirare l’opposizione del suo paese a un pacchetto quadriennale di aiuti finanziari per Kiev concludendo un accordo separato tra gli altri 26 membri del blocco, ha riferito Bloomberg.

Giorni prima aveva posto il veto al pacchetto di aiuti durante un vertice di due giorni a Bruxelles. La mossa è arrivata poco dopo che l’Unione Europea ha raggiunto un accordo sull’avvio dei negoziati di adesione con l’Ucraina.

“In molti settori non è possibile eludere la volontà dell’Ungheria”, ha detto giovedì Orban ai giornalisti a Budapest.

Il presidente russo Vladimir Putin appare con il primo ministro ungherese Viktor Orban a Pechino, Cina, il 17 ottobre 2023. Orban ha indicato che un pacchetto da 50 miliardi di euro da parte dell’Unione europea per l’Ucraina potrebbe essere approvato se il suo paese ne fosse esente.
Grigorij Sysoev/Pool/AFP/Getty Images

Il leader ungherese ha ripetutamente criticato l’invio di aiuti all’Ucraina per aiutare il Paese nella lotta contro l’invasione russa su larga scala, iniziata nel febbraio 2022.

Il 27 gennaio, Orban ha osservato che i paesi occidentali erano già “andati alla deriva” diventando partecipanti attivi alla guerra fornendo armi e denaro per aiutare Kiev. I paesi occidentali dovrebbero invece cercare “un cessate il fuoco e colloqui di pace”, ha detto alla radio statale ungherese.

READ  Kim Jong Un e sua figlia celebrano il 75esimo anniversario della fondazione della Corea del Nord. Xi e Putin mandano i loro saluti

Orban ha costruito forti legami economici e politici con la Russia, ma l’Ungheria ha condannato l’invasione russa dell’Ucraina e ha accettato una serie di pacchetti di sanzioni imposti dall’Unione Europea.

L’Ungheria ha rifiutato di fornire armi a Kiev, nonostante gli appelli del presidente ucraino Volodymyr Zelensky ai leader occidentali per forniture militari.

Il ministro della Difesa ungherese Krzysztof Szálai-Bobrovinsky ha dichiarato a febbraio che il suo Paese non vuole vedere un’escalation della guerra in Ucraina. Lui ha detto che l’Ungheria vuole rimanere dalla parte della pace e che fornisce aiuti umanitari agli ucraini che fuggono dalla guerra.

All’epoca disse: “Viviamo in tempi pericolosi”.

Il primo ministro irlandese Leo Varadkar ha detto ai giornalisti il ​​15 dicembre che l’Ucraina riceverà il pacchetto di aiuti da 50 miliardi di euro con o senza l’approvazione di Orban.

“È possibile che i 26 Stati membri forniranno i fondi su base bilaterale”, ha detto Varadkar. “Un po’ di tempo e spazio durante il Natale potrebbero aiutare.”

Il primo ministro olandese Mark Rutte ha dichiarato a Politico di essere “abbastanza fiducioso” che i leader dell’UE possano raggiungere un compromesso all’inizio del 2024.

Orban ha dichiarato a gennaio di ritenere che i paesi dell’UE che hanno promesso o fornito armi all’Ucraina “non solo sono in pericolo, ma sono già stati invasi”.

“Se inviate armi, se finanziate l’intero budget annuale di una delle parti in guerra, se promettete sempre più armi, sempre più armi moderne, potete dire quello che volete. Non importa quello che dite, siete in una posizione per dire quello che vuoi. Guerra”, ha detto.

Hai informazioni su una notizia internazionale che Newsweek dovrebbe trattare? Hai una domanda sulla guerra russo-ucraina? Raccontacelo a Worldnews@newsweek.com.