Luglio 21, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il Giappone si lamenta delle richieste di molestie da parte della Cina per il rilascio dell’acqua a Fukushima

Il Giappone si lamenta delle richieste di molestie da parte della Cina per il rilascio dell’acqua a Fukushima

Una vista della centrale nucleare di Fukushima Daiichi dopo che ha iniziato a rilasciare acqua radioattiva trattata nell’Oceano Pacifico, vista dal vicino porto di pescatori di Okido nella città di Nami, prefettura di Fukushima, Giappone, 25 agosto 2023. REUTERS/Tom Bateman /Foto d’archivio Ottenere i diritti di licenza

TOKYO (Reuters) – Il Giappone ha dichiarato lunedì di aver ricevuto diverse telefonate moleste “estremamente sfortunate”, molto probabilmente dalla Cina, dopo che l’acqua radioattiva della centrale nucleare di Fukushima si è riversata nell’Oceano Pacifico.

L’ambasciata cinese a Tokyo ha affermato di aver ricevuto chiamate moleste anche dal Giappone.

Il Giappone ha iniziato giovedì a drenare l’acqua in un passo importante verso lo smantellamento della centrale di Fukushima, che ha subito tre fusioni dopo essere stata colpita da uno tsunami nel 2011 nel peggior disastro nucleare al mondo dai tempi di Chernobyl 25 anni fa.

“Molte telefonate moleste che si ritiene provengano dalla Cina si stanno verificando in Giappone,” hanno detto durante un briefing regolare il capo segretario di gabinetto Hirokazu Matsuno e il portavoce principale del governo. “Questi sviluppi sono molto sfortunati e siamo preoccupati.”

Il ministero degli Esteri giapponese ha affermato che tali richieste hanno spinto il vice ministro degli Esteri Masataka Okano a convocare l’ambasciatore cinese.

Un portavoce del ministero degli Esteri cinese ha detto che il ministero non era a conoscenza della questione quando gli è stato chiesto delle accuse di molestie in una regolare conferenza stampa lunedì.

Ma l’ambasciata cinese a Tokyo ha rilasciato una dichiarazione affermando di aver fatto rimostranze ferme al Giappone riguardo al fatto che l’ambasciata e i consolati cinesi in Giappone ricevono “un gran numero di chiamate inquietanti dal Giappone”.

READ  I leader mondiali tengono una riunione di emergenza mentre un missile "di fabbricazione russa" uccide due persone in Polonia

L’ambasciatore Wu Jianghao ha affermato, secondo una dichiarazione dell’ambasciata, che le chiamate hanno causato “gravi interferenze con il normale lavoro dell’ambasciata e dei consolati”.

Il ministero degli Esteri giapponese ha dichiarato in un comunicato che le chiamate moleste si sono verificate anche presso le strutture giapponesi in Cina e ha esortato il governo a garantire la sicurezza dei cittadini giapponesi.

Il primo ministro Fumio Kishida ha affermato che il governo ha chiesto “fortemente” a Pechino di esortare i suoi cittadini ad agire “con calma e responsabilità” dopo aver segnalato episodi di lancio di pietre contro una scuola giapponese e l’ambasciata giapponese.

Un funzionario della città ha detto che giovedì il consiglio comunale di Fukushima ha iniziato a ricevere chiamate con il codice cinese +86, e il numero di tali chiamate ha superato le 200 il giorno successivo, inondando le linee telefoniche e interrompendo il normale lavoro dei dipendenti comunali.

Nello stesso giorno, ha aggiunto, le scuole primarie e medie della città, situata a 60 km a nord-ovest della fabbrica inattiva, hanno ricevuto 65 chiamate simili.

Ha detto che una persona che ha chiamato ha commentato: “Perché state rilasciando acqua inquinata nell’Oceano Pacifico, che è un mare per tutti?”

I media locali hanno riferito che anche altri comuni, hotel e ristoranti hanno ricevuto tali chiamate.

Un dirigente di una catena di ristoranti giapponese ha affermato che le filiali nel centro di Tokyo ricevono frequenti chiamate da persone che parlano cinese dal numero +86. Il dirigente, che ha parlato a condizione di anonimato per timore di ulteriori molestie, ha detto che la società ha denunciato l’incidente alla polizia.

READ  Il premier israeliano incontra Putin per discutere dell'Ucraina

In Cina, giovedì una pietra è stata lanciata contro una scuola giapponese nella città costiera di Qingdao, secondo il consolato generale del Giappone nella città.

Interrogato sull’incidente di Qingdao e sulle chiamate moleste, il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha difeso il primato della Cina nel mantenere gli stranieri al sicuro.

“La Cina ha sempre salvaguardato la sicurezza, i diritti e gli interessi legittimi dei cittadini stranieri in Cina in conformità con la legge”, ha affermato Wang.

Il gestore dell’impianto di Fukushima, Tokyo Electric Power Corporation (T9501.T) (Tepco), filtra l’acqua contaminata per rimuovere l’isotopo, lasciando solo il trizio, un isotopo radioattivo dell’idrogeno difficile da separare.

La Cina ha affermato che il Giappone non ha dimostrato che l’acqua sarebbe sicura e ha emesso un divieto generale su tutti i prodotti acquatici provenienti dal Giappone.

(Segnalazione di Kiyoshi Takenaka e Maki Shiraki a Tokyo e Martin Pollard a Pechino; Segnalazione di Mohamed per The Arabic Bulletin) Montaggio di Jacqueline Wong, Mark Heinrichs, Raju Gopalakrishnan e Nick McPhee

I nostri standard: Principi di fiducia per Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Martin è un corrispondente politico e generale (cinese) con sede a Pechino. In precedenza ha lavorato come reporter televisivo e giornalista video e parla fluentemente mandarino e francese.