Febbraio 28, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il bilancio delle vittime del terremoto in Giappone aumenta mentre i soccorritori faticano a raggiungere i villaggi isolati |  Notizie sul terremoto

Il bilancio delle vittime del terremoto in Giappone aumenta mentre i soccorritori faticano a raggiungere i villaggi isolati | Notizie sul terremoto

Giovedì sono previste forti piogge, che aumenteranno il rischio di frane e complicheranno ulteriormente le operazioni di soccorso.

I soccorritori giapponesi continuano a cercare i sopravvissuti al terremoto di lunedì nella prefettura di Ishikawa, dove le autorità hanno avvertito che forti piogge, frane e frequenti scosse di assestamento potrebbero ostacolare i soccorsi.

Il governo regionale ha dichiarato mercoledì che 62 persone sono state confermate morte e più di 300 ferite, 20 delle quali erano in gravi condizioni.

Ha avvertito che il bilancio delle vittime potrebbe aumentare ulteriormente.

Il terremoto di magnitudo 7,6 ha colpito lunedì pomeriggio al largo della penisola di Noto, radendo le case a Suzu, sulla costa settentrionale, e scatenando incendi che hanno devastato parti della vicina città di Wajima. Ha portato anche a strade devastate, aumentando la sfida della ricerca e del salvataggio.

Il governo ha affermato che più di 31.800 persone si trovano nei rifugi.

“Sono trascorse più di 40 ore da quando si è verificato il disastro. Abbiamo ricevuto molte informazioni sulle persone che hanno bisogno di soccorso e ci sono persone in attesa di aiuto”, ha detto il primo ministro Fumio Kishida dopo una riunione della task force di emergenza.

“Le autorità locali, la polizia, i vigili del fuoco e altre unità operative stanno compiendo sforzi di salvataggio, mentre il numero del personale e dei cani da salvataggio viene rafforzato”.

Gli sfollati dalle loro case a Wajima si rifugiano in una serra [Kim Kyung-Hoon/Reuters]
Un residente attraversa la distruzione di Wajima.  Torri e cavi si trovano dall'altra parte della strada e ci sono detriti ovunque.  Ci sono due edifici in lontananza
Gli incendi hanno devastato parti di Wajima, uno dei luoghi più colpiti della penisola di Noto [Kyodo via Reuters]

Kishida ha detto che il governo centrale sta cercando di fornire assistenza via nave alle zone più colpite della penisola di Noto perché le strade sono diventate quasi impraticabili. Le forze di autodifesa giapponesi stanno anche utilizzando elicotteri per raggiungere villaggi isolati, ha riferito Kyodo News.

READ  Jill Biden si reca in Romania e Slovacchia in missione per sostenere i rifugiati ucraini

A complicare ulteriormente gli sforzi di soccorso, l’Agenzia meteorologica giapponese ha previsto forti piogge, che potrebbero aumentare il rischio di frane.

Il 90 per cento se n'è andato

A Suzu, il sindaco di Suzu Masuhiro Izumiya ha detto che “non c'erano quasi case in piedi”.

“Circa il 90 per cento delle case [in the town] “È stato completamente o quasi distrutto… La situazione è davvero catastrofica”.

L’autorità locale per i servizi pubblici ha affermato che quasi 34.000 famiglie sono rimaste senza elettricità nella prefettura di Ishikawa.

Molte città erano prive di acqua corrente.

L'US Geological Survey ha misurato la magnitudo del terremoto a 7,5, mentre la National Meteorological Agency ha stimato la sua magnitudo a 7,6 e ha emesso un grave allarme tsunami, che è stato successivamente revocato.

Il terremoto di lunedì è uno degli oltre 400 che hanno scosso la regione mercoledì mattina, secondo il Servizio Meteorologico Nazionale.

Due soldati giapponesi cercano di far uscire qualcuno dall'ultimo piano della loro casa distrutta.
Circa 1.000 soldati delle forze di autodifesa giapponesi furono schierati per assistere negli sforzi di salvataggio [Joint Staff Office of the Defence Ministry of Japan via Reuters]

Quattro delle placche tettoniche del mondo si incontrano in Giappone, rendendo il paese particolarmente vulnerabile ai terremoti.

Ne sono esposti a centinaia ogni anno, ma la maggior parte causa poco o nessun danno.

Anche se il bilancio delle vittime del terremoto di lunedì continua a salire, i rapidi allarmi pubblici, trasmessi tramite trasmissioni radiofoniche e telefoniche, e una risposta rapida da parte del pubblico e delle autorità sembrano aver limitato parte dell'impatto.

Le persone sono preparate e i piani di evacuazione e le forniture di emergenza sono disponibili, ha affermato Toshitaka Katada, professore dell’Università di Tokyo specializzato in disastri.

“Probabilmente non c'è nessun popolo sulla Terra così preparato ai disastri come i giapponesi”, ha detto all'agenzia di stampa Associated Press.

READ  Un atleta estremo spagnolo è emerso in pieno giorno dopo 500 giorni di vita in una grotta

Un rapporto del governo giapponese dello scorso anno affermava che il numero di terremoti nella regione della penisola di Noto è in costante aumento dal 2018.

Nel 2011 il Giappone nord-orientale è stato colpito da uno dei terremoti più forti mai registrati. Il terremoto sottomarino di magnitudo 9.0 ha innescato un enorme tsunami che ha spazzato via intere comunità e ha portato il disastro alla centrale nucleare di Fukushima. Almeno 18.500 persone furono uccise.