Dicembre 4, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Il presidente ucraino arruola riservisti, ma esclude per il momento una mobilitazione generale

Il presidente ucraino arruola riservisti, ma esclude per il momento una mobilitazione generale

Il 22 febbraio 2022 il presidente ucraino Volodymyr Zelensky incontra i leader di entità e gruppi parlamentari a Kiev, in Ucraina. Servizio stampa presidenziale ucraino / Dispensa tramite Reuters Attenzione Editori – Questa immagine è fornita da una terza parte.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

KIEV (Reuters) – Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha dichiarato martedì che stava applicando la coscrizione obbligatoria dei riservisti per un periodo speciale, ma ha escluso una mobilitazione generale dopo che la Russia ha annunciato che avrebbe spostato le sue forze nell’Ucraina orientale.

Una delle peggiori crisi di sicurezza in Europa degli ultimi decenni è emersa dopo che il presidente russo Vladimir Putin ha riconosciuto l’indipendenza di due regioni dell’Ucraina orientale. Entrambi confinano con la Russia e sono sotto il controllo dei combattenti sostenuti dalla Russia dal 2014.

L’Ucraina ha accusato la Russia di aver rovinato i colloqui di pace per porre fine al conflitto di otto anni nell’Ucraina orientale e ha resistito alle richieste di Mosca di abbandonare la sua ambizione di aderire alla NATO.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

In un discorso televisivo, Zelensky ha affermato che stava ancora cercando vie diplomatiche per uscire dalla crisi e ha accolto con favore la volontà della Turchia di partecipare ai colloqui multilaterali, ma ha affermato che l’Ucraina non cederà alcun territorio alla Russia.

Zelensky, rivolgendosi al suo Paese dopo una riunione multipartitica in Parlamento, ha annunciato il programma “Patriottismo economico”, che includeva lo stimolo della produzione interna e la riduzione dell’imposta sul valore aggiunto sulla benzina.

READ  Decine ancora i dispersi mentre il bilancio delle vittime delle inondazioni in Sud Africa sale a 443

“Non c’è bisogno di una mobilitazione generale oggi. Abbiamo bisogno di rifornire urgentemente l’esercito ucraino e altre formazioni militari”, ha affermato.

“In qualità di comandante in capo delle forze armate ucraine, ho emesso un decreto sul reclutamento di riservisti durante un periodo speciale”, ha detto.

“Dobbiamo aumentare la prontezza dell’esercito ucraino per tutti i possibili cambiamenti nella situazione operativa”, ha affermato.

Zelensky ha pubblicamente criticato le ambasciate straniere e gli uomini d’affari ucraini per aver lasciato l’Ucraina per motivi di sicurezza e ha rinnovato il suo appello affinché le aziende rimangano ferme.

“Dovrebbero rimanere tutti in Ucraina. Le loro istituzioni si trovano sul territorio ucraino, che è protetto dal nostro esercito”, ha affermato.

L’Ucraina e i paesi occidentali hanno a lungo accusato la Russia di istigare il conflitto nell’Ucraina orientale e di inviare truppe e armi pesanti per sostenere i separatisti dal 2014. Mosca ha negato da tempo di farlo e ha chiesto a Kiev di tenere colloqui diretti con i leader separatisti la cui legittimità non è riconosciuta da Ucraina. .

“Ieri la Federazione Russa ha riconosciuto l’indipendenza delle quasi-entità nei territori ucraini temporaneamente occupati”, ha detto Zelensky.

“Oggi ha ratificato i cosiddetti ‘Accordi’ e ha dato il permesso al Presidente della Russia di utilizzare le forze armate all’estero. Questo è nel Donbass. Sul territorio dell’Ucraina. La parola ‘non ci siamo’ è stata sostituita dal funzionario ‘Siamo ancora qui'”.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Natalia Zenets e Mathias Williams) Montaggio di Howard Guler

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.