Ottobre 2, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

I tassi ipotecari sono saliti al di sopra del 6% per la prima volta dal 2008

I tassi ipotecari sono saliti al di sopra del 6% per la prima volta dal 2008

Con il persistere dei timori per l’inflazione, i tassi ipotecari sono saliti a oltre il 6% questa settimana, il loro punto più alto dalla fine del 2008 e più del doppio del livello di un anno fa, aumentando la pressione sui budget dei potenziali acquirenti e allentando la calda situazione abitativa. Mercato.

I tassi ipotecari sono in aumento dall’inizio dell’anno poiché la Federal Reserve ha ribadito il suo impegno ad aumentare il suo tasso di interesse chiave per domare i prezzi al consumo elevati. Con inflazione residua ostinatamente alto Ad agosto, la Fed dovrebbe aumentare nuovamente il tasso sui fondi federali quando si riunirà la prossima settimana. lei ha Tariffe già aumentate 2,25 punti percentuali in quattro misure da maggio.

I tassi ipotecari non seguono direttamente il tasso di interesse chiave della Federal Reserve, come fanno le carte di credito, ma ne sono influenzati. Invece, tendono a tracciare il rendimento dei Treasury a 10 anni, che sono guidati dalle aspettative di inflazione e dalle aspettative sull’azione della Fed.

“Il mercato immobiliare è il più sensibile alla politica della Fed”, ha affermato Lawrence Yun, capo economista presso la National Association of Realtors. “L’inflazione elevata richiede che la Fed sia più aggressiva di quanto si pensasse in precedenza, quindi l’ampio mercato obbligazionario, compreso il mercato dei mutui, ha risposto”.

Il tasso medio dei mutui a 30 anni, il mutuo ipotecario più popolare, era del 6,02% a partire da giovedì, Ho citato Freddy Mac, in aumento rispetto al 5,89% della settimana precedente. Il tasso di prestito simile è stato in media del 2,86% nella stessa settimana del 2021.

L’aumento dei prezzi aiuterà a raffreddare il mercato immobiliare, ma il numero di case in vendita non è ancora sufficiente per soddisfare la domanda, ha affermato in una nota Sam Khater, capo economista di Freddie Mac.

“Ciò indica che mentre è probabile che i cali dei prezzi delle case continuino, non dovrebbero essere significativi”, ha affermato.

Il tasso ipotecario a tasso fisso a 30 anni può sembrare particolarmente elevato data la sua storia recente; Era del 3,72% all’inizio del 2020 e ha trascorso la maggior parte degli ultimi due anni a meno del 3%. Tuttavia, da una prospettiva più ampia, i tassi sono stati in media di circa il 7,8% nell’ultimo mezzo secolo, secondo Freddie Mac, che ha iniziato a monitorare i costi dei prestiti nel 1971. All’inizio degli anni ’80, i tassi si sono allungati a due cifre, ben oltre il 18% nel 1981. .

READ  L'accordo di Elon Musk per l'acquisto di Twitter è in pericolo

Ma la combinazione di tassi ipotecari elevati e prezzi delle case gonfiati ha notevolmente limitato ciò che i potenziali acquirenti possono permettersi, spingendo molti di loro fuori dal mercato.

Con il 10% di acconto attivo casa media Il prezzo è indicato Nel database su Realtor.com, i pagamenti mensili tipici dei mutui sono ora di circa $ 2.352, in aumento del 66 percento rispetto ai $ 1.416 dell’anno scorso, tenendo conto dell’aumento dei prezzi delle case e dei tassi di interesse.

E ciò non tiene conto di altre spese, come i costi di chiusura potenzialmente elevati, insieme alle tasse sulla proprietà, all’assicurazione del proprietario della casa e all’assicurazione sui mutui, che sono spesso richieste per acconti inferiori al 20%.

Glen Kellman, CEO di Redfin Real Estate Broker, ha dichiarato: annunciato a giugno Ridurrà circa l’8% della sua forza lavoro a causa della riduzione della domanda. “È solo un mercato molto poco trafficato. È difficile mettere insieme accordi”.

Tassi più elevati sono stati certamente un fattore trainante, ma anche le incerte prospettive economiche hanno giocato un ruolo. “Alcune persone hanno deciso: non posso comprare una casa”, ha detto Kellman. “Altri sono sconvolti: ‘Sono preoccupato per il mercato azionario'”. Mi preoccupo per il mio lavoro e per l’economia in generale. “

La domanda è diminuita rapidamente. Secondo un rapporto, le domande di mutuo sono rimaste in gran parte piatte nella settimana terminata il 9 settembre, in aumento dello 0,2% rispetto alla settimana precedente. Dati dell’Associazione dei banchieri ipotecari. Ma gli ordini sono diminuiti di circa il 29% rispetto all’anno precedente.

READ  Le vendite di Citigroup hanno colpito i mercati azionari europei con un "rapido crollo"

Anche la domanda di rifinanziamento è in calo: le richieste di rifinanziamento del mutuo per la casa sono diminuite di circa il 4% rispetto alla scorsa settimana, ma dell’83% rispetto alla stessa settimana dell’anno prima.

Ha detto che le vendite di case sono diminuite del 13% su base annua finora Salma Heib, capo economista presso CoreLogic, una società di analisi dei dati immobiliari. “Ulteriori aumenti dei tassi ipotecari, superiori al 6 per cento, su un mutuo a tasso fisso di 30 anni aggraveranno le sfide di accessibilità economica”, ha affermato.

La signora Hebb ha affermato che anche la crescita dei prezzi delle case è rallentata, ma l’attuale “ricalibrazione” è un risultato positivo di tassi più elevati. “Tutte queste erano le conseguenze previste dell’inasprimento delle condizioni finanziarie e del miglioramento dei mercati immobiliari in futuro”, ha affermato.

Ci possono essere altri effetti a catena. Poiché le vendite di case diminuiscono, più persone continueranno ad affittare, il che può portare a costi di affitto più elevati.

“L’aumento degli affitti sta mettendo a dura prova l’inflazione dei prezzi al consumo”, ha affermato Yun della National Association of Realtors. “In un certo senso, almeno nel breve termine, l’aumento dei tassi di interesse aumenterà l’inflazione.

E se tassi più elevati indurranno più proprietari di case a rimanere a casa, non disposti a scambiare mutui a prezzi accessibili con quelli più costosi, lo stock di case potrebbe ridursi ulteriormente. “Solo aumentando in modo significativo l’offerta di case, appartamenti e proprietà, i prezzi delle case e gli affitti saranno sotto controllo”, ha aggiunto Yoon.