Luglio 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Gli analisti del Draft NFL identificano 5 potenziali clienti che si adattano alla cultura dei Detroit Lions

Gli analisti del Draft NFL identificano 5 potenziali clienti che si adattano alla cultura dei Detroit Lions

Le bozze fittizie sono un punto fermo settimanale durante la bassa stagione e alcuni analisti di bozze della rete spesso coordinano le teleconferenze con i media insieme alla loro bozza finta più recente. Questo è stato il caso di Daniel Jeremiah della rete NFL E Matt Miller di ESPN Questa settimana, ognuno di loro ha trascorso del tempo condividendo i propri pensieri su potenziali clienti, diverse squadre della NFL, strategie di draft e una varietà di altri argomenti.

I media dei Detroit Lions di solito hanno una forte presenza in questi incontri fuori stagione e, di conseguenza, ci sono spesso molte domande riguardanti la squadra. Il tema comune riguardante i Lions in ciascuna di queste videoconferenze era incentrato sui giocatori che si adattavano non solo al roster, ma anche alla cultura consolidata di Detroit.

“Questa è la cosa grandiosa che hanno fatto a Detroit”, ha osservato Jeremiah. “Tutto il talento che hanno portato lì, penso che la cosa più importante che hanno fatto è stata avere una vera identità su chi sono e cosa fanno. Hanno impostato quella visione fin dall'inizio e sono andati e hanno trovato i ragazzi giusti.

Con la cultura consolidata e consolidata di Detroit, i Lions cercano costantemente di aggiungere giocatori che siano in linea con la loro visione e mentalità. Durante le teleconferenze condotte da Jeremiah e dai Miller, diversi potenziali giocatori furono identificati come “giocatori tipo Detroit Lions”, ma niente di più che Il cornerback del Missouri Ennis Raxestro.

“Rackstraw è il mio uomo” Ha detto Miller nella sua videoconferenza. “Questo è il mio progetto preferito quest’anno […] Se stai cercando un tipico giocatore tipo Detroit Lions, penso che l'atletismo sulla linea di mischia sia un ottimo placcatore anche nello spazio, soprattutto perché non è il ragazzo più grande. Probabilmente sarà alto 6 piedi, peserà 190 libbre, forse 195 se siamo fortunati. Non è un giocatore fisico straordinario se si guarda solo all'altezza, al peso e alla forza, ma sicuramente gioca come uno degli angoli più fisici di questo o di qualsiasi altro draft. È lassù con alcuni dei migliori cornerback che ho valutato giocando vicino alla linea di scrimmage e usando quella fisicità.

READ  Lo scambio di Chase Young con i 49ers ha provocato l'esilarante strambata di Charles Omenihu ad Arik Armstead – NBC Sports Bay Area e California

Le azioni di Rakestraw sono in aumento nella comunità dei draft, ma in questo momento si prevede che sarà disponibile alla fine del primo round, vicino al momento in cui i Lions avranno il cronometro sulla scelta n. 29 in generale.

“Penso che sia in quell'intervallo, sì”, ha detto Jeremiah. “È un po' più alto di così. Parlando con le squadre, so che sono un po' sopra di lui rispetto ad alcune squadre. La tenacia, la tenacia, l'aggressività con cui gioca, l'energia, la passione con cui gioca , sì, è adatto al 100% per Detroit.”

In La finta bozza di JeremiahRakestraw era fuori dal board alla scelta n. 22, quindi ha abbinato Black Zach Frazier, centro del West Virginia– che secondo Jeremiah si adatta perfettamente alla cultura di Detroit.

“Stavo dando loro Frazier più o meno per lo stesso motivo”, ha continuato Jeremiah. “Quando guardi il centro dal West Virginia, il ragazzo è un wrestler quattro volte campione di stato. È super, super fisico. Ha finito, ragazzi. Gioca con uno stile pessimo.” […] C'erano alcuni ragazzi quando eravamo a Baltimora a cui dicevamo di giocare come Raven e potevamo mettere le stelle rosse sui ragazzi che ritenevamo fossero il nostro tipo di giocatori. Ho appena menzionato Rakestraw. Direi Frasier. Entrambi questi ragazzi sono giocatori dei Detroit Lions.

Ai Lions piacerebbe scambiare per Rakestraw o un altro potenziale cliente? Jeremiah crede che questo potrebbe sicuramente accadere.

“Oh, sì, è del tutto possibile”, esclamò Jeremiah. “Non lo escluderei. Se pensi agli angoli e agli spigoli, penso che se riuscissero a ottenere uno dei primi tre, avrebbe senso. […] Se sei in curva, mi piace Tyrion Arnold. Se la Roma Udonze è il mio giocatore preferito nel draft, Tyrion Arnold (Alabama) È un secondo vicino. L'ho portato lì. Se inizia a spostarsi un po’, per quanto grande, veloce, istintivo e produttivo sia, è fluido. È un giocatore davvero bravo, un mix di fisicità, atletismo e affidabilità. Bravo ragazzo. Ho avuto l'opportunità di fargli visita un po'. Lui è una di quelle persone per me: sarebbe utile salire sempre di più se iniziasse a lasciarsi prendere la mano e magari ad essere aggressivo al riguardo. Si adatterà a loro come ho già detto con Rakestraw e Quinnyon Mitchell (Toledo). Quei tre ragazzi sarebbero per me obiettivi commerciali per quanto riguarda ciò che si adatta a Detroit.

READ  3 chiavi per la sconfitta per 87-72 della BYU n. 20 contro la n. 24 dell'Iowa

Jeremiah ha menzionato il cerchio come potenziale posizione bersaglio per i Lions e ha tirato in ballo un altro difensore del Missouri che veniva comunemente deriso a Detroit, poi lo ha paragonato a un difensore dei Saints con cui l'allenatore Dan Campbell e il coordinatore difensivo Aaron Glenn hanno familiarità.

(Dario Robinson“) Era un po' in quella situazione difficile in cui stavano cercando di capire se fosse stato nel Missouri 'sarà un ragazzo interno o un ragazzo esterno' perché è più grande,” ha osservato Jeremiah. “Cam Jordan è proprio il nome che dai lì in termini di tipo di corporatura. Ricordo che guardavo Cam Jordan al Cal allenarsi con ragazzi bravi e correre con ragazzi bravi perché era un atleta. (A Rakestraw), hai un 286 Un ragazzo da un peso che può davvero muoversi in quel modo; e penso che sia migliore dall'esterno quando è al limite. Può spingerti attraverso il petto con potenza. Può davvero chiudersi dal lato posteriore. Ho pensato che la vestibilità più ampia con lui fosse davvero lo hai aiutato a liberarlo, e tu l'hai visto Grande ciotola. Per me è come qualcuno che probabilmente andrà da qualche parte quando avrà vent'anni, e penso che se lo meriti.

Sebbene la scelta numero 29 non sia la posizione ideale per i Lions per acquisire un giocatore d'élite, i successi passati del direttore generale Brad Holmes hanno portato a un elenco consolidato che gli consente la libertà di selezionare il miglior giocatore per Detroit, indipendentemente dalla posizione. È lui che fa la scelta.

“Quando hai davvero costruito le fondamenta, puoi farcela”, ha detto Jeremiah riferendosi alla capacità dei Lions di adattarsi al miglior giocatore disponibile. “Quel draft (nel 2023) ha avuto successo grazie a ciò che hanno fatto e a ciò che Brad e quei ragazzi avevano fatto in precedenza per costruire la linea di scrimmage su entrambi i lati. Avevano un quarterback al suo posto. Hanno segnato un fuoricampo con il ricevitore largo. Le costose posizioni d'élite le avevano costruite, le fondamenta le avevano già e questo li ha liberati.

READ  Lionel Messi segna, Inter Miami batte Charlotte 4-0: AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

“È un grande vantaggio rispetto al resto del campionato in cui puoi correre indietro. Ovviamente il tight end arriva in casa. Puoi togliere il linebacker dalla palla. Puoi fare queste cose una volta costruite le basi. Personalmente continuo a farlo. credere che la cosa giusta da fare sia costruire le fondamenta e poi poter fare ciò che hanno fatto i Lions l'anno scorso.