Agosto 8, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Classifica 2022 Rocket Mortgage Classic, punteggi: Tony Fino domina nella sua seconda vittoria consecutiva

Classifica 2022 Rocket Mortgage Classic, punteggi: Tony Fino domina nella sua seconda vittoria consecutiva

Dall’inizio del Rocket Mortgage Classic del 2022, non è stata messa in atto alcuna idea per la performance dei postumi di una sbornia di Tony Finau. Dopo aver vinto il 3M Open la scorsa settimana in modo convincente, l’americano è stato di nuovo al Detroit Golf Club firmando i round 64-66-65-67 in rotta verso la sua quarta vittoria al PGA Tour e la sua terza in meno di un anno.

Sebbene sia diventato il primo giocatore dopo Brendon Todd nel 2019 a vincere in settimane consecutive durante la stagione regolare, le due vittorie non potrebbero essere diverse. Beneficiario del crollo di Scott Percy al TPC Twin Cities, la carica a nove di Finau insieme a un po’ di fortuna è stata sufficiente per spingerlo nel circuito del vincitore del Minnesota a 26 sotto il par.

Niente è stato così fortunato con la sua performance record a Detroit. Ogni aspetto del suo gioco stava sparando a tutti i livelli e non è stato fino alla buca 11 di domenica che ha sperato nella Presidents Cup con il suo primo spauracchio della settimana. Finau ha perforato 64 buche senza far cadere un proiettile, soffocando il campo poiché i falli dei suoi avversari sono stati amplificati di dieci.

Con un gruppo di inseguitori composto da artisti del calibro di Patrick Cantlay e Cameron Young per iniziare il round finale, è lecito suggerire che una versione precedente di Finau avrebbe sentito il caldo. Tuttavia, come abbiamo visto con Xander Schauffele all’inizio di quest’estate, è incredibile come solo due settimane possano cambiare la nostra percezione di un giocatore.

READ  Rapporto e punti salienti del Gran Premio dell'Arabia Saudita 2022: Charles Leclerc guida Max Verstappen all'apertura della sessione di allenamento saudita 2022

Molti stavano aspettando che Finau scoprisse tutto il suo potenziale e questa settimana potrebbe aver compiuto 26 anni. Quando inizia a giocare sui green, può far sembrare il gioco facile e senza stress come chiunque altro nel tour.

Al giorno d’oggi, la giovinezza è il nome del gioco. Ogni stagione, un volto nuovo e fresco entra in scena e senza sforzo sul più grande palcoscenico del golf. Ci sono Scotty Scheffler, Colin Morikawa, Will Zalatores e Cameron Young solo per citarne alcuni, e per quelli dalla parte sbagliata dei 30 rende la finestra molto più breve.

Mentre la sua vittoria al Rocket Mortgage Classic segna la fine della sua regolare stagione 2021-22, arriva con l’inizio del prossimo capitolo della sua carriera di Finau. carriera da vincitore. Un round di playoff simile alla competizione Cantlay dell’anno scorso è stato scritto la scorsa settimana, ma perché fermarsi qui. La sua vittoria è arrivata in due dei campi più deboli nel 2022, ma data la sua capacità di essere all’altezza dell’occasione nei principali tornei, nel caso qualcuno sarebbe sorpreso se Finau riuscisse a costruire un tale slancio nel 2023 e minacciare seriamente una certa giacca verde ad aprile . Voto: A+

Di seguito è riportata un’analisi del resto della classifica per il Rocket Mortgage Classic 2022

T2. Taylor Pendrith (-21): Sfortunatamente per il debuttante 31enne, i nervi erano lì presto e spesso la domenica. Non sembrando mai molto a suo agio nel round finale, Pendrith si è presentato alla pari perché non è stato in grado di trasformare le possibilità dell’uccello in nessuno dei 5. In ritardo di due colpi su Finau, il pilota ha continuato a tradire il canadese poiché ha commesso un errore in due direzioni. In quello che è stato solo l’inizio della sua terza rimonta da quando è tornato da un infortunio alla costola, ha impressionato Pendrith ed è arrivato quarto consecutivo nel suo 15esimo campionato dei giocatori. Ha fatto carne tritata da questi punti corti nella sua campagna iniziale e dovrebbe sempre essere considerato in quelle circa 7.200 iarde. Grado: A

T2. Patrick Cantlay (-21): Una delle più grandi sorprese della stagione è il fatto che Cantlay sia ancora senza una vittoria da solista. Ha iniziato l’ultimo round molto lontano da Pendrith e Finau poiché giovedì è stato lento a uscire dai cancelli con un 2 meno di 70. Tuttavia, la sua esibizione al Rocket Mortgage Classic è stata un’altra chiamata ravvicinata come PGA Tour in carica giocatore. Nell’anno in corso 10 dei primi 10 posti – due dei quali sono stati sconfitti ai playoff – in sole 16 partenze. Entrando nei playoff della FedEx Cup in una buona posizione per difendere la sua corona, dovrà ricreare la magia post-stagione dell’anno scorso per avere il più grande giorno di paga dell’anno nel Tour Championship. Grado: A-

T2. Cameron Young (-21): Il potenziale vincitore del PGA Tour di quest’anno si è ritrovato in una situazione familiare domenica. Lasciando i due co-leader di quattro colpi, Young non è stato in grado di eguagliare il suo ultimo round del campionato Open e invece si è fermato per la maggior parte del suo round e alla fine ha firmato per un 4-under 68. Pur non essendo in grado di minacciare di guidare, ha ancora una volta ha giocato la sua parte in prima pagina nella classifica di Billboard, come ha fatto con una regolarità impressionante per tutta la stagione giovanile. In tutto, ora ha sette podi e la saggezza convenzionale suggerisce che una vittoria importante è proprio dietro l’angolo. Grado: A-

T20. Will Zlatoris (-13): Passa un’altra settimana in cui Zalatoris fa a meno della sua prima vittoria al PGA Tour. Dopo aver firmato i round 70-71 e aver ridotto il numero, il produttore Wake Forest ha trovato il suo gioco durante il fine settimana e si è fatto strada tra i primi 20 round di 69-65. Allo stato attuale, Zalatoris giocherà nel Wyndham Championship e forse un ritorno in North Carolina lo spingerà nella cerchia dei vincitori. Avrebbe dovuto migliorare su e intorno al green poiché si è classificato al di fuori dei primi 50 in entrambe le metriche di gioco corto e quindi ha mancato un’ottima palla in mostra. grado B