Luglio 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Cerebras Systems firma un accordo per un supercomputer di intelligenza artificiale da 100 milioni di dollari con G42 degli Emirati Arabi Uniti

Cerebras Systems firma un accordo per un supercomputer di intelligenza artificiale da 100 milioni di dollari con G42 degli Emirati Arabi Uniti

20 luglio (Reuters) – Cerebras Systems ha dichiarato giovedì di aver firmato un accordo da quasi 100 milioni di dollari per fornire il primo di quelli che potrebbero essere nove supercomputer di intelligenza artificiale (AI) in collaborazione con il gruppo tecnologico G42 con sede negli Emirati Arabi Uniti.

L’accordo arriva mentre i fornitori di cloud computing di tutto il mondo cercano alternative ai chip di Nvidia Corp. (NVDA.O), leader di mercato nell’informatica di intelligenza artificiale i cui prodotti scarseggiano, grazie alla crescente popolarità di ChatGPT e altri servizi. Cerebras è una delle numerose startup che cercano di sfidare Nvidia.

Cerebras, con sede nella Silicon Valley, ha affermato che G42 ha accettato di acquistare tre di quelli che chiama i suoi sistemi Condor Galaxy, che costruirà tutti negli Stati Uniti per accelerare il suo lancio. Il primo sarà online quest’anno e altri due usciranno all’inizio del 2024.

Il CEO di Cerebras Andrew Feldman ha definito l’accordo l’inizio di una “partnership strategica” e ha affermato che le due società sono in trattative per un massimo di sei supercomputer aggiuntivi entro la fine del 2024.

Feldman prevede di trasferirsi negli Emirati Arabi Uniti per tre mesi per lavorare con G42 allo sviluppo del suo servizio di elaborazione basato su sistemi, definendolo “una rara opportunità per cambiare un mercato enorme”.

READ  Un'ondata economica sta per colpire e sarà fantastico per gli investitori

G42, con sede ad Abu Dhabi, un conglomerato tecnologico con nove società operative che includono data center e servizi cloud, afferma che prevede di utilizzare i sistemi Cerebras per vendere servizi di calcolo AI a società sanitarie ed energetiche. G42 ha raccolto 800 milioni di dollari dalla società statunitense di investimento tecnologico Silver Lake, che è sostenuta da Mudabala, il fondo patrimoniale dominante degli Emirati Arabi Uniti.

“Cerebras ha quello che chiamano un servizio di ‘guanto bianco’ che ci ha reso più facile” costruire sistemi di intelligenza artificiale sui propri dispositivi, ha detto a Reuters Talal Al-Qaisi, CEO di G42 Cloud.

“Ci sarà una certa capacità in eccesso che speriamo di vendere all’ingrosso con Cerebras ai clienti della comunità IA open source da molti luoghi in tutto il mondo, specialmente nell’ecosistema statunitense”.

Al-Qaisi di G42 Cloud ha rifiutato di commentare i termini dell’accordo.

Segnalazioni aggiuntive di Stephen Nelis a San Francisco e Crystal Ho a New York; A cura di Rashmi Aish

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Rapporti Crystal su capitale di rischio e startup per Reuters. Copre la Silicon Valley e oltre dal punto di vista del denaro e delle personalità, con particolare attenzione alle startup in fase di crescita, agli investimenti tecnologici e all’intelligenza artificiale. In precedenza ha coperto fusioni e acquisizioni per Reuters, raccontando storie sul finanziamento della SPAC da parte di Trump ed Elon Musk su Twitter. In precedenza, aveva riferito su Amazon per Yahoo Finance e i legislatori del Congresso hanno citato la sua indagine sulla pratica di vendita al dettaglio dell’azienda. Krystal ha iniziato la sua carriera nel giornalismo scrivendo di tecnologia e politica in Cina. Ha conseguito un master alla Nyu e le piace raccogliere il gelato al matcha tanto quanto le piace farsi uno scoop al lavoro.

READ  Gli Stati Uniti stanno spendendo 4 miliardi di dollari per elettrificare i porti statunitensi e ridurre le emissioni