Maggio 20, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

“Il lavoro che deve essere fatto” dopo la sconfitta alle elezioni locali – Rishi Sunak

“Il lavoro che deve essere fatto” dopo la sconfitta alle elezioni locali – Rishi Sunak

  • Scritto da Sam Francis
  • Corrispondente politico, BBC News

Rishi Sunak ha respinto le richieste di cambiare rotta dopo gli scarsi risultati delle elezioni locali, sostenendo che può fare “progressi” con gli elettori prima delle elezioni generali.

Parlando per la prima volta da quando è stata resa nota l’entità delle perdite del Partito conservatore, il Primo Ministro ha definito “profondamente deludente” la perdita di 470 membri del consiglio.

I conservatori si leccano le ferite dopo una serie di sconfitte alle elezioni locali. Dopo lo spoglio dei voti finali di domenica, i conservatori hanno perso il controllo di 10 consigli, più di 470 seggi comunali e una perdita simbolica per il sindaco del West Midland Andy Street.

Il partito ha anche perso 10 commissari di polizia e criminali a favore dei laburisti, il che rappresenta un duro colpo per i conservatori se intendono concentrare la prossima campagna elettorale generale su legge e ordine.

Sembra aver riconosciuto per la prima volta che il suo partito potrebbe essere sulla buona strada per perdere la maggioranza, e Sunak ha detto che i risultati delle elezioni locali “suggeriscono che ci stiamo dirigendo verso un parlamento sospeso in cui il Labour sarà il partito più grande”.

I suoi commenti fanno eco all’analisi del famoso psicologo Professor Michael Thrasher per Sky News – che suggeriva che il Labour avrebbe vinto 294 seggi alle elezioni generali.

Questa previsione, respinta da alcuni esperti di sondaggi, ha utilizzato i risultati delle elezioni locali per stimare una stima nazionale della quota di voti nelle elezioni generali.

“Il Paese non ha bisogno di ulteriori compromessi politici, ma di azione. Noi siamo l’unico partito che ha un piano per realizzare le priorità della gente.

“So che gli ultimi anni sono stati difficili e capisco perché le persone sono frustrate.

“Perdere buoni consiglieri conservatori e un sindaco fantastico come Andy Street, che ha fatto così tanto bene per le West Midlands, è ovviamente profondamente deludente.

“C’è del lavoro da fare e ulteriori progressi da compiere, e sono determinato a riunirci come gruppo e mostrare al popolo britannico che stiamo realizzando risultati”.

Il Partito Laburista ha negato di voler stabilire alleanze con altri partiti per formare un governo nelle prossime elezioni generali previste nella seconda metà di quest’anno.

Parlando al programma domenicale della BBC con Laura Kuenssberg, il coordinatore elettorale laburista, Pat Macfadyen, ha detto che ora c’è un “senso di fiducia” nella possibilità che il suo partito possa vincere.

Ha elogiato gli “straordinari” risultati elettorali del partito, in particolare la vittoria nella corsa a sindaco del West Midlands, che “ha superato le nostre aspettative”.

“Quando le persone guardano al Labour adesso, possono vedere un partito cambiato rispetto a quello che era qualche anno fa”, ha detto McFadden.

“Un Partito Laburista che superi i test fondamentali di fiducia che gli elettori stanno cercando”.

Spiegazione video, GUARDA: Braverman dice che si rammarica di aver sostenuto Sunak come primo ministro

Parlando domenica, l’ex ministro dell’Interno Suella Braverman ha detto che il piano di Sunak “non funziona”.

“Non si può nascondere il fatto che questi sono stati risultati elettorali spaventosi per i conservatori”, ha detto Braverman alla BBC.

Ha aggiunto che Sunak deve “cambiare rotta” verso politiche più di destra per riconquistare gli elettori conservatori che sono stati “in sciopero”.

Nonostante le sue frequenti critiche al Primo Ministro, Braverman non ha chiesto la sostituzione di Sunak, affermando che sarebbe “impossibile” cambiare leader con l’avvicinarsi delle elezioni generali.

La Braverman è una delle tante voci conservatrici che si sono fatte avanti per difendere uno spostamento della politica a destra alla luce dei cupi risultati delle elezioni locali.

Miriam Kates, co-presidente del gruppo neoconservatore composto principalmente da parlamentari del “muro rosso”, della formazione del partito del 2019, ha affermato che il suo partito deve puntare su “patriottismo e sicurezza nazionale” per evitare di cadere nell’“abisso”. .

Scrivendo su The Telegraph, Kates ha invitato Sunak a ignorare le politiche che “servono l’élite internazionale” e a concentrarsi invece sulla riduzione significativa dell’immigrazione e sulla riforma delle leggi di pianificazione per incentivare l’edilizia abitativa.

Lord David Frost, capo negoziatore britannico sulla Brexit, ha affermato di ritenere che sia troppo tardi per salvare il Partito conservatore dalla “sconfitta elettorale alle prossime elezioni generali”.

Lord Frost ha affermato che per salvare il partito, Sunak deve produrre “più tagli alle tasse, più tagli alla spesa” e “un serio attacco al netto zero onere”.

Damian Green, presidente del gruppo di parlamentari conservatori One Nation, ha dichiarato: “Suggerire che ciò che dobbiamo fare è spostarci a destra è irrazionale di fronte agli elettori”.

Intervenendo al programma Westminster Hour della BBC Radio 4, l’ex primo segretario ha detto: “Vorrei solo notare i seggi che abbiamo perso negli ultimi giorni – abbiamo perso contro i partiti che erano alla nostra sinistra”.

Il leader del partito conservatore Richard Holden ha detto allo stesso programma che gli elettori volevano che il partito presentasse una “visione chiara per il Paese”.

“Voglio vedere tasse più basse, ma saranno implementate in modo sostenibile”, ha detto.

“Penso che sia troppo indulgente parlare con noi stessi e parlare di noi stessi in questo momento. Ogni volta che vado alla porta di casa, sono d’accordo con alcuni degli altri che hanno parlato, quello che la gente vuole vedere [the Conservative Party] – Fornire una visione chiara per il Paese. Penso che negli ultimi giorni abbiamo visto molto di questo da parte del Primo Ministro: più riforme del welfare, basate su quei cambiamenti universali sul credito che hanno cambiato radicalmente il modo in cui funziona l’assistenza sociale in questa provincia, incoraggiando le persone a lavorare – questo è successo “Negli ultimi 14 anni, ma dobbiamo andare oltre.”