Luglio 13, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Alla fine di un'era, il Delta 4 Heavy definitivo porta in orbita il satellite spia classificato

Alla fine di un'era, il Delta 4 Heavy definitivo porta in orbita il satellite spia classificato

Alla fine di un'era nella missilistica americana, la United Launch Alliance ha lanciato martedì il suo sedicesimo e ultimo razzo triplo nucleo Delta 4 Heavy, lanciando un satellite spia segreto nell'ultima puntata di una famiglia di razzi risalenti agli albori dello Spazio. Età.

I tre motori del primo stadio RS-68A alimentati a idrogeno si sono accesi con un'esplosione di fiamma arancione brillante alle 12:53 EDT, spingendo senza soluzione di continuità il razzo alto 235 piedi fuori dal Pad 37 della stazione di Cape Canaveral, per la Florida Space Force.

L'ultimo razzo Delta 4 Heavy decolla dalla stazione spaziale delle forze armate di Cape Canaveral il 9 aprile 2024, trasportando un satellite spia segreto del National Reconnaissance Office.

Alleanza di lancio unita


Il lancio è avvenuto con 12 giorni di ritardo, principalmente a causa dei lavori per sostituire una pompa in un sistema che fornisce gas azoto a più piattaforme di lancio da un gasdotto che attraversa il Kennedy Space Center e la Cape Canaveral Space Force Station. Martedì non ci sono stati problemi.

Montato in cima al razzo c'era un satellite segreto fornito dal National Reconnaissance Office, un'agenzia governativa segreta che gestisce la flotta del paese di satelliti avanzati da ricognizione ottica e radar e stazioni di intercettazione elettronica.

In linea con la politica congiunta NRO-US Space Force per tali missioni, non ci sono dettagli a riguardo Carico utile NROL-70 Rilasciato. Ma circa sei ore dopo il lancio, il National Reconnaissance Office dichiarò il lancio un successo, indicando che il satellite aveva raggiunto l'orbita prevista.

“Tutte le nostre missioni sono davvero importanti, e questa è la numero uno”, ha detto ai giornalisti il ​​direttore dell'NRO Chris Schooles prima del tentativo di lancio iniziale del razzo. “Ma è un po' più speciale perché sarà l'ultimo volo di un Delta 4 Heavy.

“Come tutte le nostre missioni, si concentra sulla sicurezza nazionale e, crediamo, fornisce le migliori informazioni al mondo ai nostri politici, ai combattenti di guerra e alla società civile”.

Basandosi sulla traiettoria orientale del veicolo pesante, sugli avvisi di sicurezza e su altri fattori, analisti indipendenti hanno concluso che il carico utile era molto probabilmente un satellite di intelligence di segnali avanzati diretto verso un'orbita geosincrona a 22.300 miglia sopra l'equatore.

I satelliti a questa altitudine appaiono fissi nel cielo perché ruotano in sincronia con la rotazione terrestre, consentendo il monitoraggio continuo di aree specifiche.

Si ritiene che i satelliti dell’intelligence per tali segnali abbiano antenne a griglia giganti che si aprono nello spazio e agiscono come enormi “orecchie” nel cielo, monitorando vaste aree per le emissioni radio, in particolare quelle militari (comunicazioni)”, secondo Marco Langbroek, uno dei ricercatori dell’intelligence. Un analista indipendente con sede nei Paesi Bassi.

In risposta a una domanda specifica sulla natura del satellite NROL-70, Scoles ha detto ai giornalisti: “Non c'è molto che posso dire se non che si tratta di un carico utile per la sicurezza nazionale che fornirà una fantastica capacità di cui molte persone e organizzazioni hanno bisogno”. Ovviamente politici, combattenti e altri in modo che possano sapere cosa sta succedendo.”

Tuttavia, come è prassi standard per le missioni classificate, l'ULA ha terminato la copertura del lancio confermando l'accensione del motore del secondo stadio e la separazione del carico utile sette minuti dopo il decollo. Il resto della salita è stato effettuato in segreto.

L'apparizione definitiva del razzo Delta, 63 anni dopo il primo volo della prima versione, è stata una pietra miliare emotiva per i manager, gli ingegneri e i tecnici che hanno assemblato e lanciato l'ultimo membro della famiglia.

“Il lancio dell'ultimo Delta 4 è agrodolce per me”, ha detto in una nota il colonnello Eric Zarebinski, direttore dello Space Launch Office della NRO. “Facevo parte del team che lanciò il primo Delta 4 per la NRO. Da quel momento, Delta 4 ha messo in orbita una capacità straordinaria per questa nazione.”

Anche Tory Bruno, presidente e CEO di United Launch Alliance, ha definito il volo un momento “agrodolce” mentre la compagnia continua la sua transizione verso la prossima generazione di razzi Vulcan, eliminando gradualmente le più costose famiglie Delta e Atlas.

“Presto Vulcan assumerà questo ruolo e noi ritireremo questo venerabile razzo che ha svolto un lavoro così importante per il nostro Paese”, ha detto dopo il lancio in un video preregistrato.

“Vorrei ringraziare tutti coloro che sono stati coinvolti nel lancio del Delta 4 Heavy. Abbiamo molti dipendenti che erano qui per il primo lancio del Delta 4 e sono ancora qui adesso per l'ultimo lancio del Delta 4 per mandare questo fantastico veicolo alla sua meritata pensione .”

In precedenza aveva detto ai giornalisti che la chiusura della linea Delta “è sicuramente il futuro e il passaggio a Vulcan, che è un razzo a basso costo e con prestazioni più elevate. Ma è comunque triste”.

Il Delta 4 single-core e l'Heavy triple-core erano costosi, con alcune versioni dell'Heavy vendute per oltre $ 300 milioni ciascuna. Nonostante la sua capacità di posizionare carichi militari ad alta priorità in orbite complesse e difficili da raggiungere, il programma non è stato considerato sostenibile nell’era dei satelliti più piccoli e numerosi e dei booster a basso costo di SpaceX.

La famiglia di stadi e razzi Delta affonda le sue radici nei primi programmi spaziali, servendo inizialmente nella flotta nazionale di missili balistici a raggio intermedio e evolvendosi attraverso molteplici versioni utilizzate per mettere in orbita carichi utili militari, NASA e civili.

L'ormai in pensione Delta 2 ha debuttato nel 1990, mettendo in orbita i primi satelliti del Global Positioning System e inviando più sonde planetarie nello spazio profondo, tra cui Messenger to Mercury, diversi orbiter su Marte e i rover su Marte Pathfinder, Spirit e Opportunity e lo Spitzer. Telescopio spaziale. E altro ancora.

Il Delta 4 a nucleo singolo ha volato per la prima volta nel 2002, seguito dal primo razzo pesante due anni dopo. La versione single-core ha effettuato l'ultimo volo del programma nel 2019. Il lancio di martedì è stato il 45° volo di un Delta 4 e il 16° e ultimo volo di un Delta 4 Heavy.

“Siamo molto entusiasti di venire con Vulcan e svolgere queste missioni, ma allo stesso tempo adoriamo questo razzo”, ha detto Bruno della famiglia Delta.

“Delta esiste in una forma o nell'altra da 60 anni”, ha aggiunto. “Vulcan ha una ricca eredità e ha fatto grandi cose per la nostra nazione. Siamo molto orgogliosi di averne fatto parte, e anche se Vulcan è il futuro, sono personalmente triste nel vederlo andare via”, ha aggiunto.

READ  Ragno che salta il paradiso visto per la prima volta in Indiana