Giugno 24, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Uno sguardo a ciò che resta della Defi di Terra e delle rovine dei token – Bitcoin News

Dopo le ricadute della blockchain di Terra e il massiccio evento del disaccoppiamento dei serbatoi terrestri, l’ecosistema della rete Terra è ora una terra desolata di token e protocolli quasi inutili. Mentre UST e LUNA erano tra i primi dieci concorrenti per la capitalizzazione di mercato delle criptovalute, la presenza finanziaria decentralizzata di Terra era seconda solo a Ethereum in termini di valore totale bloccato. Oggi sembra che i restanti possessori di token Terra e gli operatori del Protocollo di Sfida stiano aspettando un miracolo.

L’economia simbolica di Terra ha perso il 96% del suo valore

Ci sono state molte notizie sul fallimento della blockchain di Terra e su come il team ha gestito l’esplosione di Terrausd (UST). Molte persone sanno che l’originale LUNA per UST e Terra ha perso molto valore nelle ultime due settimane. Il prezzo del serbatoio a terra per 24 ore varia da $ 0,068 a $ 0,054 per unità, ben al di sotto della parità di $ 1 che era prima dell’incidente.

Anche LUNA è in forte calo poiché è stata scambiata a $ 72 per moneta il 7 maggio e ora è in calo del 99,99849% a $ 0,00010853 per LUNA. Ma Terra aveva anche un intero ecosistema di token come ANC, MIR, ASTRO, MARS e altri.

La terra desolata di Crypto: uno sguardo a ciò che resta della Defi di Terra e delle rovine dei token
L’intero ecosistema della terra è stato spazzato via in una terra desolata. La maggior parte dei token ha perso una quantità significativa di valore, il commercio è diminuito e il duro ecosistema associato a Terra è stato spazzato via.

Il token di governance Anchor (ANC) per il protocollo Defi è sceso del 96% nelle ultime due settimane e il token ASTRO di Astroport è sceso del 98%. Il MIR del Protocollo Mirror ha perso l’80,4% mentre il MINE del Protocollo Pylon ha perso il 96,9% negli ultimi 14 giorni.

Allo stesso modo, Protocol Finance (MARS) ha esercitato il 97,6% e il token Loop Finance LOOP è sceso del 98,3% nelle ultime due settimane. Il 7 marzo 2022, le statistiche mostrano che l’ecosistema di token Terra valeva $ 44 miliardi e oggi è sceso del 96,70% a $ 1,45 miliardi.

READ  Lavoratore in franchising di Applebee licenziato tramite e-mail trapelata
La terra desolata di Crypto: uno sguardo a ciò che resta della Defi di Terra e delle rovine dei token
L’intero ecosistema di monete Terra ha perso il 96,70% del valore del dollaro USA negli ultimi 75 giorni. Lo screenshot è stato acquisito il 21 maggio 2022.

Dal secondo più grande in sfida al 33° – Eliminata la presenza di Terra’s Defi

La presenza di Terra nello spazio finanziario decentralizzato una volta era così grande da detenere il secondo valore di blocco totale (TVL) più grande di tutte le blockchain esistenti. Il 5 aprile 2022, il valore TVL di Terra era di $ 31,21 miliardi e oggi è sceso a $ 118,81 milioni.

Ciascun protocollo Terra defi ha subito perdite del 90-99% in termini di TVL per protocollo. Le app sono città fantasma e block explorer come finder.terra.money Mostra un’attività molto bassa in base al protocollo Terra defi.

La terra desolata di Crypto: uno sguardo a ciò che resta della Defi di Terra e delle rovine dei token
Il TVL di Terra è sceso da 31,21 miliardi di dollari a 118,81 milioni di dollari oggi. Lo screenshot è stato acquisito il 21 maggio 2022.

Lo stesso si può dire per applicazioni come Terra Name Service (TNS) e mercati di token non fungibili (NFT) come Random Earth, Knowhere, Talis, Luart, Curio e One Planet. Mentre il servizio dei nomi di dominio TNS una volta era $ 16 per nome, ora la registrazione di un nome costa $ 0,91.

In termini di mercati NFT basati su Terra, alcuni mercati stanno ancora vendendo NFT che una volta erano molto costosi, ma ora i token vengono venduti a prezzi inferiori. Alcuni collezionisti di NFT hanno rimosso i loro elenchi e potrebbero essere in attesa della rinascita di Terra. La maggior parte dei mercati Terra NFT sono città fantasma per attività.

Speranza nella rinascita di Tira

Il risveglio è probabilmente la speranza per molti membri della comunità Terra, poiché il fondatore del progetto Do Kwon e molti altri sostenitori di Terra hanno messo insieme un piano di risveglio per far rivivere la Terra dalle ceneri. Il piano è di biforcare la catena in un’istantanea prima dell’evento di scollegamento del serbatoio di terra e rilasciare i nuovi gettoni ai titolari del serbatoio di terra e LUNA.

READ  Tesla vuole che gli azionisti restituiscano il pacchetto salariale di 56 miliardi di dollari di Musk che è stato respinto da un giudice del Delaware
La terra desolata di Crypto: uno sguardo a ciò che resta della Defi di Terra e delle rovine dei token
La proposta di far rinascere Terra è stata votata il 21 maggio 2022.

In questo momento Voto per la rinascita Altri quattro giorni, ma il numero dei “sì” ha superato la soglia del 62%. Il 21,10% si è astenuto, lo 0,42% ha votato “no” e il 16,48% ha votato “no con veto”.

Tag in questa storia

AirdropE Partito del Congresso Nazionale AfricanoE astroE cifraE CriptovalutaE finanza decentrataE DeFiE saiE forchettaE città fantasmaE LunaE MarteE mirE Mercati NFTE Tera BlockchainE Protocollo Sfida TerraE Sostenitori della TerraE laboratori terraformaE USTE natura selvaggia

Cosa ne pensi del resto dell’ecosistema blockchain di Terra? Dicci cosa ne pensi nella sezione commenti qui sotto.

Jimmy Redman

Jamie Redman è il capo delle notizie di Bitcoin.com News e un giornalista finanziario tecnologico con sede in Florida. Redman è un membro attivo della comunità delle criptovalute dal 2011. Ha una passione per Bitcoin, codice open source e applicazioni decentralizzate. Da settembre 2015, Redman ha scritto più di 5.000 articoli per Bitcoin.com News sui protocolli dirompenti che emergono oggi.




crediti fotografici: Shutterstock, Pixabay, Wikicommons

Non dare un parere: Questo articolo è solo a scopo informativo. Non è un’offerta diretta o una sollecitazione di un’offerta di acquisto o vendita, né una raccomandazione o approvazione di prodotti, servizi o società. Bitcoin.com Non fornisce consulenza in materia di investimenti, fiscali, legali o contabili. Né la Società né l’autore saranno responsabili, direttamente o indirettamente, per eventuali danni o perdite causati o presumibilmente causati da o in connessione con l’uso o l’affidamento su qualsiasi contenuto, bene o servizio menzionato in questo articolo.