Maggio 25, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Una forma di vita completamente nuova potrebbe essere stata trovata al largo delle coste della Nuova Zelanda

Una forma di vita completamente nuova potrebbe essere stata trovata al largo delle coste della Nuova Zelanda

notizie dal mondo

Un team di scienziati marini ha recentemente scoperto circa 100 specie potenzialmente nuove al largo delle coste della Nuova Zelanda, inclusa una forma di vita completamente nuova che non è stata ancora identificata.

I ricercatori che lavorano lungo il Bounty Basin, lungo 500 miglia, inizialmente pensavano che il ritrovamento fosse una stella marina o un anemone di mare, ma ora credono che potrebbe essere un corallo di acque profonde. Lo ha riferito la CNN.

Gli scienziati hanno scoperto diverse nuove specie nell'oceano al largo della Nuova Zelanda. Censimento dell'oceano/NIWA

“Ciò che è ancora più emozionante è che potrebbe trattarsi di un gruppo completamente nuovo al di fuori degli otto gruppi di coralli. Se così fosse, si tratterebbe di una scoperta importante per le profondità marine e ci fornirebbe un quadro molto più chiaro della biodiversità unica del pianeta”, ha affermato in un'intervista. la dichiarazione. Lo ha detto in un comunicato.

“È ancora un mistero. Non possiamo nemmeno descriverlo alla famiglia. Non sappiamo ancora dove si trova nell'albero (della vita), quindi sarà interessante”, ha affermato il dottor Daniel Moore, del Censimento di gli oceani, ha detto alla CNN.

Il quotidiano ha spiegato che il censimento degli oceani, lanciato lo scorso aprile, mira a identificare 100.000 specie sconosciute nei prossimi dieci anni.

La stragrande maggioranza degli organismi delle profondità marine rimane da scoprire. Censimento dell'oceano/NIWA
L’indagine di tre settimane faceva parte di uno sforzo più ampio da parte dell’Ocean Census. Censimento dell'oceano/NIWA

Per tre settimane a febbraio, il team ha lavorato a bordo della nave da ricerca Tangaroa per raccogliere quasi 1.800 campioni fino a tre miglia sotto la superficie.

I campioni sono stati raccolti utilizzando tre tipi di slitte adattate al terreno: una rete da traino con chiglia che trainava una rete, una slitta sottomarina per superfici rocciose e un dispositivo che raccoglieva campioni appena sopra il fondale marino.

READ  Un alleato chiave di Netanyahu non può essere un ministro del governo, ha stabilito la Corte Suprema di Israele, scatenando una potenziale crisi di governo

“È stata un'esplorazione vera e molto emozionante”, si vantava Moore.

Il team ha scoperto un nuovo pesce chiamato elpout. Censimento dell'oceano/NIWA

Oltre ai potenziali coralli delle profondità marine, il team ha trovato anche una nuova specie di pesce, nota come elpout.

“Ci si è accorti immediatamente che il dispositivo di elpout era diverso dagli altri”, ha spiegato Moore.

“Trovare nuovi vertebrati è raro. Ci sono centinaia di migliaia di invertebrati nel mare di cui ancora non conosciamo l'esistenza. Per quanto riguarda i vertebrati, ci piace pensare di sapere cosa c'è là fuori, ma la verità è che non lo sappiamo”, ha spiegato. aggiunto.

La stragrande maggioranza degli oceani rimane inesplorata: delle 2,2 milioni di specie che si ritiene esistano nelle loro profondità marine, gli scienziati ne hanno osservate solo circa 240.000, secondo il Censimento degli Oceani.

Carica altro…




https://nypost.com/2024/03/12/world-news/entirely-new-form-of-life-possible-found-off-new-zealand-coast/?utm_source=url_sitebuttons&utm_medium=site%20buttons&utm_campaign=site 20% bottoni

Copia l'URL di condivisione