Maggio 23, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Guerra Russia-Ucraina: Zelenskyj convoca un inviato del Vaticano per le dichiarazioni “bandiera bianca” del Papa.

Guerra Russia-Ucraina: Zelenskyj convoca un inviato del Vaticano per le dichiarazioni “bandiera bianca” del Papa.

Il gasdotto russo esplode in un'enorme palla di fuoco nel mezzo di una serie di “attacchi ucraini”

L'Ucraina ha convocato un inviato vaticano dopo il suggerimento di Papa Francesco secondo cui Kiev dovrebbe “mostrare il coraggio della bandiera bianca”, commenti che hanno suscitato una reazione diffusa.

Il Dipartimento di Stato ha affermato che il nunzio Visvaldas Kolbukas ha riferito che Kiev è “delusa” dal fatto che l’Ucraina abbia esortato il papa ad astenersi da dichiarazioni che “legittimano il diritto alla forza e incoraggiano un ulteriore disprezzo per gli standard del diritto internazionale”.

Il Papa ha scatenato la rabbia dopo aver pubblicato il testo di un'intervista alla radio svizzera RSI prima che fosse trasmessa la prossima settimana.

Nel frattempo, i legislatori russi stanno cercando di ribaltare la decisione sovietica del 1954 di trasferire la Crimea dalla Russia all’Ucraina. Questa mossa sembra essere un tentativo di Vladimir Putin di riscrivere la storia e giustificare la sua annessione illegale della penisola coreana nel 2014.

Ciò avviene quando la Russia ha affermato che l’Ucraina ha lanciato 25 droni durante la notte, incluso uno che è stato abbattuto fuori Mosca.

Le operazioni in una raffineria di petrolio nella Russia occidentale sono state interrotte dopo che un drone ha provocato un incendio nella città di Kstovo.

1710223629

Un enorme incendio ha travolto un’unità di lavorazione del petrolio nella Russia occidentale dopo l’attacco di un drone

Il governatore della regione di Nizhny Novgorod, nella Russia occidentale, ha affermato che un massiccio incendio è scoppiato in un'unità di lavorazione del petrolio nella città di Kustovo, nello stato di Nizhny Novgorod, nella Russia occidentale, dopo un attacco di droni.

Gleb Nikitin ha detto che l'impianto del complesso di carburante ed energia è stato attaccato dai droni. La raffineria russa Lukoil-Negygorodneftyorgcentez si trova nella città e si ritiene abbia preso fuoco.

I lavori nella raffineria sono stati temporaneamente sospesi a causa di un “incidente”, ha riferito l'agenzia di stampa RIA, citando la compagnia petrolifera.

“Al mattino, il parco industriale di Kstovo, un complesso di combustibili ed energia, è stato attaccato da droni”, ha detto Nikitin tramite l'app di messaggistica Telegram.

Shweta Sharma12 marzo 2024 06:07

1710223080

Il Cremlino afferma di aver ricevuto da tempo segnalazioni della presenza di consiglieri della NATO in Ucraina

Il portavoce del Cremlino ha commentato le notizie dei media polacchi che indicavano la presenza di soldati della NATO in Ucraina.

Andy Gregorio12 marzo 2024 05:58

1710219120

I politici russi presentano un disegno di legge che mira a ribaltare il trasferimento della Crimea del 1954

I politici russi hanno presentato un disegno di legge che mira a riscrivere la storia ribaltando la decisione sovietica del 1954 di trasferire la Crimea dalla Russia all’Ucraina.

La mossa sembra mirata a creare una base giuridica affinché la Russia possa sostenere che la Crimea, la penisola del Mar Nero che sostiene di aver annesso all’Ucraina nel 2014, non era in realtà parte dell’Ucraina.

La bozza, presentata da un politico di entrambe le camere del parlamento russo, descrive il passaggio di consegne del 1954 come arbitrario e illegale perché non si tenne alcun referendum e le autorità sovietiche non avevano il diritto di trasferire territorio da una repubblica costituente all'altra senza consenso.

Non è stato annunciato quando se ne sarebbe discusso.

Vladimir Putin aveva già denunciato la consegna della Crimea nel 1954 sotto l’allora leader sovietico Nikita Krusciov come una violazione delle norme legali in vigore all’epoca.

Il popolo della Crimea ha votato per l'indipendenza insieme al resto dell'Ucraina in un referendum quando l'Unione Sovietica si è dissolta e Russia e Ucraina hanno successivamente riconosciuto i reciproci confini. Ma Mosca ha preso il controllo militare della Crimea nel 2014 e l’ha annessa dopo un referendum che l’Ucraina e i governi occidentali hanno dichiarato illegale.

Reuters12 marzo 2024 04:52

1710216544

La TASS afferma che la Russia arresta un uomo sudcoreano con l'accusa di spionaggio

L'agenzia di stampa statale russa TASS ha riferito che un uomo sudcoreano è stato arrestato in Russia con l'accusa di spionaggio.

Le forze dell'ordine hanno detto che l'uomo, identificato come Baek Won Son, è stato arrestato nella città di Vladivostok, nell'estremo oriente del paese, prima di essere trasferito a Mosca per “misure investigative”.

L'agenzia di stampa governativa ha affermato che si tratta del primo caso di questo genere contro un cittadino sudcoreano. Non sono stati forniti dettagli sulla natura del presunto spionaggio.

Un funzionario contattato dal Ministero degli Esteri sudcoreano non ha rilasciato commenti immediati.

La Russia considera la Corea del Sud un Paese “ostile” a causa del sostegno di Seul alle sanzioni occidentali contro Mosca per la guerra in Ucraina, mentre ha stabilito rapporti più stretti con la Corea del Nord.

Shweta Sharma12 marzo 2024 04:09

1710215340

Un deputato conservatore accusa il governo di tagliare le spese per la difesa

Mark Francois, membro del comitato di difesa interpartitico, ha dichiarato alla Camera dei Comuni: “Il Libro Rosso, la bibbia del bilancio, mostra molto chiaramente nelle tabelle 2.1 e 2.2 che il bilancio centrale della difesa l’anno prossimo è stato tagliato di 2,5 miliardi di sterline. , e questo è corretto.

“È inconcepibile che qualsiasi governo, per non parlare di uno che afferma di definirsi conservatore, cerchi di utilizzare pagamenti una tantum all’Ucraina o spese eccessive nel bilancio nucleare dal Fondo consolidato e fingere che facciano parte del bilancio della difesa. in questa casa sa che non sono così.

“Quindi dico al governo, se non al ministro per il quale nutro grande rispetto, come figlio di un veterano del D-Day, con più rabbia che tristezza, che ciò che il governo ha fatto è assolutamente vergognoso e dovrebbero vergognarsi. ” Da se stessi.”

Il segretario alla Difesa James Cartledge ha risposto: “Quando parliamo di spesa per la deterrenza nucleare, o di spesa per sostenere l’Ucraina nell’acquisto di armi, fornendo loro munizioni per aiutarci in definitiva a difenderci, penso che sia legittimamente descritta come spesa per la difesa.

“Dopo tutto, come lo pagheremo e con quale budget dovremmo pagare?”

Andy Gregorio12 marzo 2024 03:49

1710214628

I legislatori russi propongono un disegno di legge per annullare il trasferimento sovietico della Crimea all’Ucraina

I legislatori russi hanno presentato alla Duma un disegno di legge che riscriverebbe un capitolo della storia ribaltando la decisione sovietica del 1954 di trasferire la Crimea dalla Russia all’Ucraina.

La mossa sembra mirata a creare una base giuridica affinché la Russia possa sostenere che la Crimea, la penisola del Mar Nero che sostiene di aver annesso all’Ucraina nel 2014, non era in realtà parte dell’Ucraina.

La bozza, presentata da un deputato di entrambe le camere del parlamento russo, descrive il passaggio di consegne del 1954 come “arbitrario” e “illegale” perché non si tenne alcun referendum e le autorità sovietiche non avevano il diritto di trasferire territorio da una repubblica costituente all'altra senza consenso. .

La data per la sua discussione da parte dei legislatori non è stata annunciata.

Il presidente russo Vladimir Putin aveva già denunciato la consegna della Crimea nel 1954 sotto l’allora leader sovietico Nikita Krusciov come una violazione delle norme legali in vigore all’epoca.

Shweta Sharma12 marzo 2024 03:37

1710213527

L'Ucraina convoca l'inviato vaticano dopo le dichiarazioni del Papa con bandiera bianca

Il nunzio apostolico in Ucraina, l'arcivescovo Visvaldas Kolbukas, è stato convocato lunedì, ha riferito il Ministero degli Esteri.

“Vesvaldas Kolbukas è stata informata che l'Ucraina è delusa dalle parole del Papa”, ha detto in una nota.

Una dichiarazione pubblicata sul sito web del ministero afferma che gli è stato detto che il papa dovrebbe astenersi da dichiarazioni che “legittimino il diritto alla forza e incoraggino un ulteriore disprezzo per gli standard del diritto internazionale”.

La dichiarazione afferma che il Papa “dovrebbe inviare segnali alla comunità internazionale sulla necessità di unire immediatamente gli sforzi per garantire la vittoria del bene sul male”.

Shweta Sharma12 marzo 2024 03:18

1710212221

Funzionari: un drone è stato abbattuto fuori Mosca

La Russia ha affermato che i suoi sistemi di difesa aerea hanno distrutto un drone lanciato dall’Ucraina e stava volando verso Mosca.

Il sindaco di Mosca Sergei Sobyanin ha dichiarato tramite l'applicazione di messaggistica Telegram che non ci sono state vittime né danni nel luogo nel distretto di Ramensky dove sono caduti i detriti del drone.

Shweta Sharma12 marzo 2024 02:57

1710211500

Guarda: Il gasdotto russo esplode in un'enorme palla di fuoco nel mezzo di una serie di “attacchi ucraini”

Il gasdotto russo esplode in un'enorme palla di fuoco nel mezzo di una serie di “attacchi ucraini”

Andy Gregorio12 marzo 2024 alle 02:45

1710207720

Studente russo incarcerato per il nome della rete WiFi filo-ucraina

Uno studente russo è stato incarcerato per 10 giorni per aver chiamato la sua rete WiFi con uno slogan pro-Ucraina, l'ultimo caso di un cittadino comune coinvolto nella repressione della libertà di parola da parte di Vladimir Putin durante la guerra. Il mio collega riferisce Shweta Sharma.

Giovedì un tribunale di Mosca ha condannato Oleg Tarasov per aver diffuso propaganda e “esibizione pubblica di simboli nazisti”, mandandolo in prigione, ha riferito l'agenzia di stampa statale RIA. Il Cremlino accusa il governo ucraino di essere composto da neonazisti, nonostante abbia un leader ebreo democraticamente eletto, Volodymyr Zelenskyj.

Tarasov, uno studente dell'Università statale di Mosca, ha chiamato la sua rete Wi-Fi “Slava ucraino”, un popolare slogan contro la guerra che in inglese si traduce in “Gloria all'Ucraina”, secondo il canale di notizie russo indipendente Ostorozhno Novosti.

Lo studente è stato arrestato mercoledì mattina dopo che un agente di polizia ha segnalato il WiFi alle autorità.

Andy Gregorio12 marzo 2024 01:42