Ottobre 19, 2021

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

SNCF si prepara al lancio dei TGV Ouigo in Italia in risposta alla visita di Trinidadia in Francia

Il presidente, tre ministri in carica, ex funzionari del Dipartimento dei trasporti e tutto lo staff della SNCF hanno festeggiato il loro 40° anniversario la mattina del 17 settembre, pochi giorni prima, in Carre de Leon. Nelle parole del DGV Emmanuel Macron, hanno l’opportunità di celebrare con “una passione francese e un genio francese” o il più grande successo industriale e umano.

Siamo molto orgogliosi di affermare che “questa storia e soprattutto in futuro ricostruiremo insieme”, il Presidente ha promesso con entusiasmo nel suo discorso con accenti elettorali, “scelte di investimento massicce” nei prossimi mesi e che il decennio 2020 sarà Il nuovo decennio del DGV.

Attacco italiano in previsione

Ma nei prossimi quaranta-quaranta anni, TGV e SNCF dovranno accettare un numero limitato di sfide, a partire dall’avvento della concorrenza sulle linee ad alta velocità e accessibili a qualsiasi operatore (“open access”) da dicembre 2020 in poi. Ritardato dall’emergenza sanitaria, dovrebbe entrare in vigore entro la fine dell’anno con l’arrivo dei treni ad alta velocità Trinidadia sull’Asse Parigi-Lione-Torino-Milano. La public company italiana cercherà di rompere il monopolio della SNCF attaccando direttamente la sua divisione più redditizia, la Parigi-Lione.

Con solo cinque treni approvati per iniziare le operazioni in Francia, Trenitalia non dovrebbe fare molto male a SNCF su questa linea, con quasi 45 milioni di passeggeri all’anno, che rappresentano un terzo del suo traffico annuale TGV prima della crisi. Almeno inizialmente.

L’altro grande attacco potrebbe arrivare dall’altra parte dei Pirenei, dove Renfe osserva Marcel-Leon dal 2019. La SNCF è in concorrenza con Oyigo nel suo ordine domestico da marzo, mesi dopo che l’operatore spagnolo è riuscito a entrare in Francia in pochi giorni, forse con un leggero ritardo, perdiamo la pagina della SNCF. Infine, SNCF deve fare i conti con il progetto francese Le Train, che vuole affermarsi sui collegamenti ad alta velocità in Nuova Aquitania a partire dal 2022.

READ  Thomas Henry, pronto a sorprendere l'Italia?

Le prime violazioni operano nel monopolio SNCF

SNCF prepara la risposta

Il progetto “Repost” sarà dettagliato nelle prossime settimane. A partire dall’occupazione del terreno e basato su tre pilastri con tutte le sue fatture. La SNCF ha preso l’iniziativa nel 2020, stabilendo collegamenti diretti con OuiGo tra il Carre de Len a Parigi e le stazioni Bard-deau e Perrech a Lione. Saint-Xpuri.

Di fronte al Frecciarossa 1000 italiano, SNCF si è affidata alle sue carrozze del treno Océane, attualmente le più belle della sua flotta. Attualmente riservate alle linee dell’Atlantico, saranno presto messe online sulla parete sud-est. Poi, dal 2024, è apparso il primo TGV-M. Per il direttore di Voyages SNCF Alain Krakowitz, questo farà davvero la differenza: “Rispetto all’avvento del concorso DGV-M, sarà un’arma fondamentale con design e servizi che altri non hanno”.

Il boss di SNCF Viaggi afferma che “bisogna essere un chiaro leader di fronte ai bravissimi italiani in premium”. Il terzo pilastro della strategia è implementare un nuovo prodotto ed essere la prima azienda ad avere un certo numero di innovazioni in termini di servizi. “Molto specifico”, questa nuova classe sarà offerta presto ed è attualmente in fase di test tra Parigi e Lione.

Trasporto aziendale, facile preda?

La guerra nel settore delle imprese potrebbe essere feroce tra SNCF e Trenitalia. Dopo molte difficoltà, questa divisione ha dovuto essere ricostruita con opportunità chiave per l’azienda italiana. Il suo posizionamento premium sarebbe interessante.

Alain Krakowicz, dal canto suo, intravede i primi segnali incoraggianti e deboli sulla ripresa di questo traffico: “Questa è una domanda che ci occupa da mesi. Sulle rotte più frequentate dai professionisti, tra la prima e l’ultima settimana di settembre abbiamo assistito a una crescita molto forte tra i nostri clienti. Siamo meno pessimisti dell’estate. Spera di limitare la caduta del traffico commerciale dal 10 al 20% rispetto al 2019.

READ  Patrice Evra ha iniziato in Italia come consulente per Amazon

Thalis – Verso il collegamento Eurostar

Allo stesso tempo, la SNCF deve riaffermare la sua posizione internazionale, tanto più che le sue filiali Talis e in particolare Eurostar sono state duramente colpite dalla flessione del traffico professionale. Partner di maggioranza, il gruppo francese vuole accelerare la fusione tra le due società attraverso il suo progetto Greenspeed. Questo collegamento dovrebbe fornire il coordinamento per i sistemi informativi, la distribuzione e l’uso dei treni.

Come accennato dal 2019, il progetto Greenspeat sembra finalmente entrare in vigore e dovrebbe essere presto dettagliato. La fase successiva di questo progetto è la sua interpretazione alla Commissione europea. Alain Krakowicz è molto fiducioso di completare questo progetto di fusione all’inizio del 2022, tra la fine del primo trimestre e l’inizio del secondo.

Nello sviluppo internazionale, anche il direttore di SNCF Voyages vuole lanciare un attacco: “Trinitaria dovrebbe generalmente arrivare alla fine dell’anno. Quindi, studieremo anche il fatto di andare in Italia. Abbiamo scelto di partire dalla Spagna, dove vogliamo ancora crescere, ma stiamo attenti a vedere come può funzionare in Italia. “

Se non vuole rivelare i risultati delle indagini di mercato condotte dalle sue squadre, Alain Krakowicz riempie una logica per la stabilizzazione premium di Trinidalia. Sembra stia cercando di posizionarsi nel segmento di prezzo più basso con Oiko, come ha già fatto in Spagna.

L’esperienza spagnola sembra essere sulla buona strada. La SNCF richiede oltre 600.000 passeggeri nella sua prima linea spagnola, ovvero Madrid-Barcellona in sei mesi a fine agosto con un tasso di occupazione del 99%. Ha anche annunciato la scorsa settimana che avrebbe lanciato la fusione Madrid-Valencia. Entrerà in vigore nell’aprile 2022.

READ  La produzione di auto in Italia è diminuita del 37,4% ad agosto

SNCF: I TGV low cost Ouigo colpiscono il mercato interno spagnolo con tagli ai prezzi

Rinforzo interno

La SNCF deve continuare a rafforzare la sua rete ad alta velocità in Francia. Lo ha dichiarato Emmanuel Macron, sottolineando che il governo rilascerà ulteriori 6 6,5 miliardi di investimenti dal 2017 a 61 miliardi per costruire queste linee ad alta velocità. Emmanuel Macron ha promesso di rimuovere l’aliquota fiscale specifica per l’eccesso di velocità dal 2023. Ha aggiunto che i progetti Parigi-Normandia, Royce-Picardy e Leon-Torino continueranno a progredire.

Il capo di Stato Barbara Pompey sbatté le palpebre: “Il ministro della legge sul clima, signora, sta bloccando i collegamenti interni per via aerea per meno di due ore e mezza, dando opportunità alla DGV. I nostri compagni saranno incoraggiati ad andare in treno”.

SNCF e Alstom rilasciano “TGV of the Future” previsto per il 2024