Dicembre 4, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Protesta del Perù per la fuoriuscita di petrolio: rilasciati i turisti tenuti in ostaggio da un gruppo indigeno, afferma il funzionario

Protesta del Perù per la fuoriuscita di petrolio: rilasciati i turisti tenuti in ostaggio da un gruppo indigeno, afferma il funzionario



CNN

Un gruppo di turisti entra Perù Amazon, che è stata detenuta giovedì da una comunità indigena per chiedere l’intervento del governo per una fuoriuscita di petrolio, è stata rilasciata venerdì, secondo Abel Chirock, capo dell’ufficio del difensore civico di Loreto.

Chirock ha detto alla Galileus Web venerdì che 140 passeggeri erano stati rilasciati.

In precedenza, Wadson Trujillo, il leader della comunità Conneco, ha confermato ai media locali in Perù L’RPR ha affermato che la sua comunità ha fermato le barche nel tentativo di fare pressione sul governo affinché intervenga sulla fuoriuscita di petrolio, che ha interrotto il loro approvvigionamento idrico. Chiedevano al governo di dichiarare lo stato di emergenza a causa della fuoriuscita di petrolio.

Tra i turisti rilasciati venerdì c’era Angela Ramirez, una donna di 28 anni di Trujillo, in Perù. Ha detto alla Galileus Web in una telefonata che circa 20 stranieri e dozzine di viaggiatori locali erano trattenuti su barche lungo il fiume Marañón nel Conneco dalla comunità indigena.

Ha detto che siamo stati tutti rilasciati verso le 14:00 ora locale (15:00 ET) e ci siamo diretti verso la città di Nauta, nella contea di Loreto, nelle prossime ore.

“Speriamo di arrivare domani mattina; abbiamo dovuto cambiare la barca perché la barca su cui stavamo viaggiando aveva dei resti detenuti da gruppi indigeni, ma ci è stato permesso di partire su un’altra nave”, ha detto Ramirez.

Ha detto che il loro rilascio è arrivato dopo più di 28 ore di trattative. “Finalmente è finita, sono così felice e così sollevata”, ha detto alla CNN.

Ramirez viaggiava con un gruppo di turisti composto da donne, bambini e stranieri. Ha aggiunto che tra i passeggeri c’erano “bambini, tra cui un bambino di un mese, una donna incinta e anziani”.

Venerdì, il viceministro dell’ambiente del Perù, Marilou Chihua, si è recato nella regione per mediare con i gruppi indigeni che da quasi due mesi protestano contro la fuoriuscita di petrolio lungo il fiume Marañón.

Il governo ha annunciato l’estensione dell’ordinanza di emergenza ambientale per affrontare la fuoriuscita di petrolio e convincere i gruppi indigeni a liberare i turisti.

READ  Le ultime notizie della guerra tra Russia e Ucraina: aggiornamenti in tempo reale