Giugno 13, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Mauricio Pochettino lascia il Chelsea di comune accordo

Mauricio Pochettino lascia il Chelsea di comune accordo

Mauricio Pochettino ha lasciato di comune accordo l’incarico di allenatore del Chelsea dopo meno di 11 mesi alla guida.

La decisione del Chelsea di scaricare il 52enne argentino arriva dopo il completamento di una revisione interna delle prestazioni del club nella stagione 2023-24 guidata dai direttori sportivi Paul Winstanley e Laurence Stewart.

In Dichiarazione del ChelseaWinstanley e Stewart hanno detto della decisione: “A nome di tutti al Chelsea, vorremmo esprimere la nostra gratitudine a Mauricio per il suo servizio in questa stagione. Sarà accolto di nuovo a Stamford Bridge in qualsiasi momento e gli auguriamo tutto il meglio la sua futura carriera manageriale.

Pochettino ha detto della sua uscita: “Grazie al gruppo di proprietà del Chelsea e ai direttori sportivi per l’opportunità di far parte della storia di questa squadra di calcio. Il club è ora ben posizionato per continuare ad andare avanti in Premier League e in Europa nel prossimo futuro anni.

Hanno lasciato il club anche alcuni membri dello staff tecnico di Pochettino, Jesus Perez, Miguel D’Agostino, Tony Jimenez e Sebastiano Pochettino.

Il Chelsea ha battuto il Bournemouth 2-1 nell’ultima giornata della stagione in quella che si è rivelata l’ultima partita di Pochettino in carica per assicurarsi il sesto posto in Premier League e garantire il ritorno del calcio europeo allo Stamford Bridge per la stagione 2024-25. .

Pochettino è diventato il sesto allenatore fisso del Chelsea in cinque anni dopo l’esonero di Thomas Tuchel e Graham Potter la scorsa stagione, che ha portato Frank Lampard a subentrare ad interim.

Il Chelsea ha speso più di 400 milioni di sterline (507 milioni di dollari) prima della prima stagione estiva di Pochettino per rivedere la squadra.

READ  4 punti dalla sconfitta dell'Alamo Bowl nel 2022 contro il Texas Longhorn Football Team

Il club di West London è stato battuto nella finale della Carabao Cup dal Liverpool ed è stato eliminato dalla FA Cup in semifinale dal Manchester City.

Pochettino ha iniziato la sua carriera da allenatore all’Espanyol, dove ha trascorso nove anni da giocatore in due periodi separati.

Ha trascorso 16 mesi come allenatore del Southampton nel suo primo incarico in Premier League prima di subentrare al Tottenham Hotspur, guidando il club alla finale di Champions League nel 2019, la sua ultima stagione completa in carica. È stato esonerato dal Tottenham dopo un inizio deludente nella stagione 2019-20.

Dopo la sua permanenza al Tottenham, Pochettino si è preso una pausa dall’allenatore prima di succedere a Tuchel al Paris Saint-Germain nel gennaio 2021.

Il club francese è arrivato secondo in Ligue 1 alla fine della stagione 2020-21 ma ha vinto la Coppa di Francia e la Champions League, mentre Pochettino ha guidato il Paris Saint-Germain al titolo della Ligue 1 nel 2021-22.

Tuttavia, Pochettino non è riuscito a trovare il successo sulla scena europea con il Paris Saint-Germain, che ha lasciato nel giugno 2022.


Pochettino ha portato il Chelsea al sesto posto e alla qualificazione per l’Europa vincendo 2-1 sul Bournemouth nell’ultima partita (Foto di Darren Walsh/Chelsea FC tramite Getty Images)

“L’uscita di Pochettino evidenzia le divisioni all’interno della proprietà”.

Analisi di Liam Twomey

Questa notizia rischia di dividere i tifosi del Chelsea.

Alcuni che non hanno mai accettato Pochettino a causa del suo passato agli Spurs, o che non hanno accettato uno stile di gioco che ha creato un attacco altamente produttivo e una difesa storicamente fallace, potrebbero vedere questa come un’opportunità di promozione.

READ  Regalo Coach K per i giocatori di Duke dopo una sconfitta: il loro sollievo dal dolore

Altri penseranno che il Chelsea stia tornando al punto di partenza separandosi dall’allenatore che ha concluso bene la stagione e tornando al calcio europeo.

È chiaro che a causa delle tante questioni emerse pubblicamente e privatamente negli ultimi mesi, Pochettino e il Chelsea hanno deciso che semplicemente non possono più lavorare insieme. Estendere il suo contratto, al quale è garantito un anno rimanente, non è mai stata un’opzione.

Questa è una mossa coraggiosa da parte dei co-direttori sportivi Paul Winstanley e Lawrence Stewart, due uomini la cui competenza molti fan hanno messo in dubbio.

Evidenzia anche le divisioni all’interno della monarchia; Todd Buhle è stato un pubblico sostenitore di Pochettino, ma sono i co-fondatori di Clearlake Capital Behdad Eghbali e Jose Feliciano a detenere il vero potere al Chelsea.

Winstanley e Stewart – e infine Eghbali e Feliciano – sono responsabili di quella decisione insieme a Pochettino, e il modo in cui sarà ricordato dipende in gran parte da ciò che accadrà dopo.

(Foto di Ryan Pierce/Getty Images)