Gennaio 25, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Marocco, Israele, Gran Bretagna, Italia, Sud Africa… Prendiamo gli effetti all’aeroporto di Nizza

Di fronte alla variante Omigron, la Francia si trova in competizione contro il tempo per controllarne la diffusione nella regione. In Francia sono stati identificati otto casi “potenziali”. I voli per vari paesi sono stati bloccati. Partecipiamo all’aeroporto Nice Cote d’Azur.

L’annuncio della scoperta della nuova variante ha causato un’ondata di panico globale e una corsa a “proteggere” le voci, soprattutto in Francia.

Una foto Molti paesiDa lunedì 29 novembre ai passeggeri del Sud Africa è stato vietato l’ingresso nella nostra area metropolitana. Sono: Sud Africa, Angola, Botswana, Comore, Eswatini, Lesotho, Madagascar, Malawi, Mauritius, Mozambico, Namibia, Repubblica Democratica del Congo, Seychelles, Tanzania, Zambia e Zimbabwe.

A Nizza, se non avvengono voli per questa parte del mondo, invece, le operazioni per il Nord Africa sono reali.

I voli per il Marocco e Israele sono stati sospesi dalla mezzanotte di domenica. Dal Marocco possono arrivare solo voli speciali autorizzati.

Il Regno Unito ha annunciato che le nuove restrizioni entreranno in vigore martedì 30 novembre. Il Giappone chiuderà i suoi confini con tutti i paesi da mercoledì 1 dicembre.

Mentre ti parlo, il piano di previsione dei voli per il 2 gennaio, dopo le vacanze annuali, è di circa 18 voli. Voli per Israele e 24 per il Marocco. I dati relativi al traffico previsto sono circa il 5% del numero di movimenti. Quindi, questo non è un grosso problema.

Aymeric Stop, addetto stampa all’aeroporto Nice C டிte d’Azur

La classificazione dei paesi è definita sulla base di indicatori sanitari. È probabile che si adatti ai cambiamenti nell’ambiente epidemico.
Governo Mantiene giornalmente lClassificazione dei paesi basata su indicatori sanitari.

READ  Boia Bayern, Osimhen brucia l'Italia

È probabile che alcune regioni italiane intraprendano nuove azioni molto presto. Sono in condizioni aggiornate Sito del governo, quindi in francese.

Ecco l’aggiornamento del 29 novembre:

  • Paesi “verdi” : non sono stati identificati paesi e territori in cui il virus non sta circolando attivamente e la variabilità preoccupante. Questi includono paesi europei, tra cui Arabia Saudita, Argentina, Australia, Bahrain, Canada, Corea del Sud, Emirati Arabi Uniti, Hong Kong, Giappone, Giordania, Kuwait, Libano, Nuova Zelanda, Qatar e Ruanda. , Senegal, Taiwan, Unione delle Comore, Uruguay, Vanuatu.
  • Paese “arancione”: Nei paesi che vedono un ciclo attivo del virus in proporzione controllatas, senza la diffusione di variazioni di ansia. Questi sono tutti paesi “verdi” e “rossi” non inclusi nell’elenco.
  • Paesi “rossi” : Nei paesi in cui il virus è in circolazione attiva con variazioni di ansia. Questi includono: Afghanistan, Sud Africa, Bielorussia, Botswana, Brasile, Costa Rica, Cuba, Ezwatini, Georgia, Lesotho, Moldavia, Montenegro, Mozambico, Namibia, Pakistan, Russia, Serbia, Suriname, Turchia e uzbeko.

Se altri stati seguiranno una strategia simile in futuro, il traffico aeroportuale potrebbe diminuire di nuovo.

L’aeroporto di Nice Côte d’Azur dovrebbe tornare al traffico pre-governativo a partire dal 2024.

Eravamo ancora -40% rispetto al 2019, ma quasi -30 quest’inverno. Siamo così entusiasti di partire per le vacanze di dicembre…

Fabian Paul, Operations Manager Lagarder Travel Retail Boutique “Duty Free”

Dall’inizio del 2021, l’aeroporto è ripartito con un aumento del 2% del numero di passeggeri rispetto al 2020.

READ  In Italia, elezioni presidenziali con esiti incerti