Agosto 14, 2022

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Mario Draghi, l’ultima chance per l’Italia

L'”esperienza di Drake” nasce come un classico del parlamentarismo italiano. Al centro dell’epidemia di Govt-19, il presidente, che ha dovuto affrontare un divieto istituzionale nel bel mezzo di una situazione di crisi, ha chiesto di far emergere una figura apolitica al di sopra dei partiti, adducendo la mancanza di una soluzione classica. Paese difettoso. Dopo Carlo Azeglio Ciampi nel 1993 (1920-2016), Lamberto Dini nel 1995 e Mario Monti nel 2011, Presidente Sergio Mattarella è Mario Draghi, già Governatore della Banca d’Italia ed ex Presidente della Banca Centrale Europea (BCE). È stato accusato di aver formato il governo il 2 febbraio.

Con i suoi predecessori, Mario Tracy, laureato al Massachusetts Institute of Technology (MIT), condivide un alto livello di economia e legittimità aziendale agli occhi degli ambienti economici, compresi quelli internazionali. Ma i confronti finiscono qui. Perché le circostanze sono completamente diverse. Mentre i suoi predecessori avevano l’obiettivo primario di rassicurare gli investitori e controllare i deficit, l’ex banchiere centrale è stato selezionato per la sua capacità di rispondere alla sfida opposta: la capacità di spendere nel modo più efficiente possibile. A seguito dello scoppio dell’epidemia di Kovit-19, il piano europeo di ripresa è stato finalizzato nell’estate del 2020.

Per saperne di più L’articolo è riservato ai nostri abbonati “Roma non è Francoforte, ‘Tracy Magic’ potrebbe non durare”

Sotto gli investimenti pubblici causati da tre decenni di ripetuti trattamenti di austerità, l’Italia vede un’opportunità d’oro per invertire la tendenza, ed è importante non perderla. Questo è il mandato conferito a Mario Draghi da quasi tutte le forze politiche del Paese – tranne i sovrani di Fratelli de Italia.

READ  Gli sciatori olimpici dall'Afghanistan sono riusciti a raggiungere l'Italia

Inizialmente 134 investimenti e 63 riforme

Per consolidare questa ampia base, l’ex capo della Bce ha formato un governo che comprendeva tutti i tipi di leader politici, compresa la Lega di Matteo Salvini (estrema destra). Tuttavia, sono stati selezionati profili più “tecnici” per occupare posizioni direttamente collegate ai finanziamenti europei. In prima fila Daniel Franco, già Banca d’Italia (Ministro dell’Economia e delle Finanze), Vittorio Colao, amministratore delegato di Vodafone (Innovazione e Trasformazione Digitale) tra il 2008 e il 2018, o il fisico Roberto Cingolani (Cambiamento ambientale). Records e rispondono solo a Mario Tracy.

I ministri “politici” sono costretti ad accettare questa situazione più o meno con buona misericordia. Dietro le quinte, i vertici della Lega di Matteo Salvini potrebbero lamentarsi di non essere coinvolti nelle decisioni e che devono essere approvate dal Consiglio dei ministri. Scegliere. Perché, da quando è arrivato, Mario Tracy ha un unico obiettivo: andare veloce. presto. Sta agendo su mandato ministeriale per evitare lunghi dibattiti parlamentari e per implementare il suo pianoforte Nacional de Represa e Resilience (PNRR) senza perdere un solo minuto. Essa, nella sua prima frase, punta a modernizzare la penisola con 134 investimenti e 63 riforme dall’Europa con 191,5 miliardi. Questo, a sua volta, prende di mira le barriere nell’economia.

Il 67,87% di voi dovrebbe leggere questo articolo. Il resto è solo per gli abbonati.