Maggio 20, 2024

GExperience

Se sei interessato alle notizie italiane Today e rimani aggiornato su viaggi, cultura, politica, situazione pandemica e tutto il resto, assicurati di seguire Life in Italy

Le orche affondano uno yacht a vela nello stretto di Gibilterra

Le orche affondano uno yacht a vela nello stretto di Gibilterra

Un numero imprecisato di orche assassine ha affondato uno yacht a vela dopo averlo speronato nelle acque marocchine nello stretto di Gibilterra, ha detto lunedì il servizio di salvataggio marittimo spagnolo, in un nuovo attacco di quello che è diventato una tendenza negli ultimi quattro anni.

L’Alboran Cognac, una nave di 15 metri (49 piedi) che trasportava due persone, ha incontrato i predatori altamente sociali, noti anche come orche assassine, alle 9:00 ora locale (07:00 GMT) di domenica, ha detto il servizio.

I passeggeri hanno riferito di aver sentito colpi improvvisi allo scafo e al timone della nave prima che l’acqua iniziasse a penetrare nella nave. Dopo aver allertato i servizi di soccorso, una petroliera vicina li ha portati a Gibilterra.

Lo yacht fu lasciato alla deriva e alla fine affondò.

L’incidente ne è l’ultimo esempio Scosse ripetute dell’orca Intorno allo Stretto di Gibilterra, che separa l’Europa dall’Africa, e al largo della costa atlantica del Portogallo e della Spagna nordoccidentale.

Gli esperti ritengono che includa una sottopopolazione di circa 15 individui chiamati “gladys”.

Secondo il gruppo di ricerca GTOA, che monitora le popolazioni della sottospecie di orca iberica, ci sono state quasi 700 interazioni da quando sono stati segnalati per la prima volta gli attacchi di orche alle navi nella regione nel maggio 2020.

I ricercatori non sono sicuri delle ragioni di questo comportamento, con le principali teorie che suggeriscono che si tratti di una manifestazione giocosa della curiosità dei mammiferi, di una moda sociale o di una deliberata presa di mira di ciò che vedono come concorrenti della loro preda preferita, il tonno rosso locale.

READ  Allarme tsunami annullato dopo il terremoto vicino a Fukushima

Sebbene siano conosciute come orche assassine, le orche in via di estinzione fanno parte della famiglia dei delfini. Possono raggiungere gli otto metri di lunghezza e pesare fino a sei tonnellate da adulti.